Economia di Comunione

L’associazione Centro Culturale Trentuno e il gruppo Formazione EdC Trento presentano un cortometraggio frutto del percorso svolto con le scuole superiori in questi ultimi anni e destinato agli studenti dei futuri percorsi

Domenica 14 novembre ore 21.00 la première online sul canale YouTube di Formazione EdC Trento

«Hai deciso cosa vuoi fare da grande?», parte da questo temuto interrogativo il cortometraggio che vede il protagonista alla fine dell’esame di maturità. Una domanda comune, routinaria in quella sede, ma la cui risposta non è per nulla banale per chi deve decidere. E’ da questa scelta “forzata”, che accomuna tutti gli studenti maturandi giunti ad un punto decisivo della propria vita, che il gruppo di Formazione EdC Trento è voluto partire per ripercorrere per sommi capi ed attraverso testimonianze significative alcuni dei temi importanti che caratterizzano il percorso portato nelle scuole nel corso del 2020 e 2021 attraverso il progetto “Economia etica: persona, impresa, consumo responsabile”.

Dopo la prima edizione del 20 maggio scorso, secondo appuntamento in modalità ibrida per il Forum 2023 dell’Economia civile e di comunione di Primiero (TN), dal titolo:

Comunità, responsabilità sociale, esperienze

L'appuntamento è per il pomeriggio di sabato 18 novembre alle ore 17 presso la Sala Luigi Negrelli - Comunità Di Primiero a Fiera Di Primiero (TN) e contemporaneamente sul Canale Youtube Focolaritalia.

Iniziato a Sophia lo scorso week end il corso di formazione per imprenditori promosso da Ucid Emilia-Romagna in collaborazione con Aipec

di Michele Zanzucchi

Pubblicato su Sophia University il 8/10/2020 

Appena terminato il Festival dell’Economia Civile a Firenze, a Palazzo Vecchio, con la partecipazione del presidente Mattarella e del presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte, a Loppiano si è tenuta una giornata di formazione per imprenditori e manager organizzata dall’Ucid (Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti) dell’Emilia-Romagna e dallIstituto Universitario Sophia, con la collaborazione dell’Aipec (Associazione Imprenditori per l’Economia di Comunione). Tema conduttore: “Economia Civile ed Economia di Comunione: tra storia, profezia e sfida all’economia del nostro tempo”. 

Amazzonia: l'azienda EdC Descarte Correto, insignita del premio internazionale Green Skills Innovation Challenge 2021, volto a sottolineare l'importanza dell'economia circolare.

pubblicato sul sito Anpecomil 26/10/2021

Da 10 anni con la sua azienda Descarte CorretoAlessandro Dinelli sviluppa in Amazzonia un ecosistema attivo focalizzato sulla logistica inversa e l'economia circolare. Tre anni fa Alessandro è approdato ad Anpecom per condividere la sua esperienza e intrecciarla con quella dell'Economia di Comunione. Quest'anno, unica azienda in Brasile e America Latina, Descarte Correto si è inoltre attestata fra i 12 vincitori del presigioso premio internazionale Green Skills Innovation Challenge 2021:un'altra ragione per sottolineare l'importanza del lavoro che sta portando avanti nella regione del nord del Brasile.

Due importanti  riconoscimenti al progetto Edc di Turismo sostenibile “Conectando destinos, uniendo personas” 

di Francesca Giglio

Argentina Turismo Sostenibile 01 ridA fine Settembre, mentre rimbalza sul web l’hashtag #Travel, Enjoy, Respect!, diffuso dall’UNWTO, in linea con le ultime azioni con cui le Nazioni Unite si avviano a concludere l’Anno del Turismo Sostenibile per Lo Sviluppo, arrivano 2 bellissime notizie dalla terra Argentina. Narrano e premiano, con sorprendente coincidenza di tempi, una grande storia, un progetto esemplare di come l’attività turistica possa avere un contributo unico e strategico in ambito di sostenibilità sociale, economica ed ambientale.

È arrivato il periodo dell'anno in cui la gioia, la speranza e l'incontro con i propri cari celebrano il passaggio di un altro anno.

fonte: edc Brasil

Per voi, che siete stati al nostro fianco per tutto il 2022, una rappresentanza della Rete edc Brasil ha preparato con amore un semplice messaggio di fine anno sotto forma di video.

Ci sono oltre due milioni e mezzo di applicazioni disponibili su PlayStore. Esistono app per la produttività del lavoro, la gestione del denaro, la creazione di contenuti digitali, la socializzazione e anche per la mobilità. Bikelite è una di queste, ma del tutto speciale.

di Lourdes Hercules

Probabilmente sul tuo telefonino usi Waze o Google Maps per spostarti in macchina. Bikelite, anche se funziona in maniera simile, si differenzia da queste in alcuni importanti aspetti. Bikelite, è definita dalla sua creatrice, la cilena Paulina Barria, è un "sistema di mobilità urbana orientato al 100% verso la sicurezza dei ciclisti. A differenza di altre applicazioni, Bikelite utilizza percorsi che garantiscono la sicurezza della persona. Quando non ci sono piste ciclabili, l'alternativa sono corsie in cui le macchine possono andare ad un massimo di 30 km all’ ora". Inoltre, i percorsi sono arricchitidai contenuti forniti dai ciclisti, in modo che le strade possano essere qualificate come sicure o pericolose. 

Un gruppo di donne della Pastorale carceraria di Olinda (PE) si mobilita durante la pandemia in una rete di solidarietà per "dare da mangiare agli affamati".

di Gustavo Monteiro

pubblicato su Cidade Nova, aprile-2023

Il gruppo della Pastorale carceraria di Olinda, di cui fa parte Fátima Lima, 68 anni, aveva da poco festeggiato il 25° anniversario quando tutto il mondo è rimasto col fiato sospeso di fronte all'inizio della pandemia di Covid-19.

"Nella cultura EdC non ci sono benefattori e beneficiari, ma piuttosto la ricerca della comunione tra tutti. Nella nostra rete, chi dà il bisogno ha lo stesso valore di chi offre la risorsa"

pubblicato su Anpecom

È da questa prospettiva che l’Anpecom gestisce il Supera - Il Programma di superamento della vulnerabilità economica. Attraverso di essa, con l'aiuto di un censimento annuale, i bisogni delle persone e delle famiglie in condizioni di vulnerabilità economica in tutto il Brasile vengono catalizzati, identificati e monitorati dagli agenti di Supera.

Storie di vita Edc: un gesto inconsueto da parte del "capo", cambia l'atmosfera nell'azienda

di John Mundell*

Ricordo anni fa, durante un periodo in cui eravamo molto occupati al lavoro, che l'ufficio divenne, come direbbe mia madre, una "porcilaia". Le persone lavoravano fino a tardi e non facevano la raccolta differenziata. La nostra piccola cucina era piena di piatti e contenitori di avanzi. E nessuno faceva qualcosa per migliorare la situazione.

E' partita il 3 maggio una campagna di emergenza per le vittime del disastro climatico nel Rio Grande do Sul, promossa da Edc in collaborazione con il Movimento dei Focolari. Partecipa anche tu.

fonte: edc Brasil

Senza indugio, l'intera rete edc composta da persone, comunità, aziende e altre organizzazioni ha risposto all'appello di solidarietà. Solo nei primi giorni sono stati effettuati più di mille versamenti sul conto corrente bancario destinato alla campagna, da parte di singoli e aziende.

Si è svolto lo scorso 5 novembre presso il centro congressi Aropa Space a Daejeon, il primo incontro Edc in presenza dopo tre anni, dal titolo:

L'Edc, un' economia per tutti: il ruolo delle imprese, oggi

di Antonella Ferrucci

Sono circa 120 i partecipanti che hanno aderito all'invito dell' Edc coreana a incontrarsi  in quello che è stato il "primo incontro offline" e cioè in presenza, da circa tre anni. Erano imprenditori provenienti da diversi settori, accademici, attivisti ambientali, giovani e imprenditori sociali che operano all'interno della Chiesa cattolica.

Lo scorso 13 aprile l'Istituto Universitario CERAP di Abidjan (Costa d'Avorio) ha ospitato il simposio dal titolo:

La rivoluzione del dono: un nuovo paradigma per l'economia africana

 Il 13 aprile 2024, l'Istituto Universitario Cerap in Costa d'Avorio ha ospitato un vibrante simposio incentrato sull'Economia di Comunione (EdC). Alla presenza di 146 partecipanti, provenienti principalmente dalla stimata Facoltà di Economia di questa Università, l'evento ha fornito una piattaforma per discussioni stimolanti e nuove intuizioni su modelli economici alternativi.

L'importanza di fare "piccole cose con amore" in ogni momento presente, specialmente quando si ha a che fare con situazioni difficili. L'esperienza dell'imprenditore Edc John Mundell

di John Mundell

La nostra azienda si è trovata al lavorare in questo progetto ambientale per una situazione davvero critica: il pozzo di approvvigionamento idrico di una scuola era stato contaminato inconsapevolmente da un rilascio di benzina proveniente da una stazione di servizio vicina. Anche se la scuola testava regolarmente il pozzo inviando i risultati all'agenzia di preposta dallo stato per i controlli, nessuno, inclusa l'agenzia stessa, aveva mai esaminato i risultati. Di conseguenza, i bambini delle scuole elementari avevano bevuto acqua contaminata per oltre tre anni. Quando la contaminazione è stata scoperta, la nostra azienda ha ricevuto la telefonata allarmata di un avvocato il cui cliente era il proprietario della stazione di servizio.

Smart City Instruments, la giovane azienda Edc calabrese nata da un progetto universitario ben riuscito, conta oggi 9 addetti e ben tre sedi (di cui una a Santo Domingo)

di Edgar Ceci

Smart City Instruments nasce nel 2016 in Calabria come spin off di un progetto del Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale dell’Università della Calabria.

Ci ha lasciati il 17 giugno scorso Mário Massa, vero e proprio motore della diffusione dell'Edc in Portogallo

di José Maria Raposo

Mário Massa, imprenditore dell’EdC del Portogallo, ci ha lasciati il 17 giugno scorso, alle 12:00, ora nella quale ogni giorno siamo soliti fare una preghiera per la pace nel mondo, il “Time Out”. Mário era gravemente malato già da qualche tempo e la sera precedente i familiari hanno potuto salutarlo vivendo insieme un momento di grande comunione e serenità.

Economia civile e di comunione

di Luigino Bruni

pubblicato su Città Nuova n.1/2010

L’economia civile è una tradizione di pensiero che vede il mercato e l’impresa non come il regno dei soli interessi individuali ma come una faccenda di reciprocità e di fraternità. Solo se leggiamo l’economia in questo modo è possibile dire che l’Economia di Comunione (Edc) è veramente economia, e non un’esperienza marginale che imprenditori buoni portano avanti per tappare i buchi dell’economia che conta. È una novità non inquadrabile nello schema dualistico “for-profit” e “non-profit”, tipico della tradizione capitalistica.

Intervista dei docenti dell'Istituto Humanitas Unisinos, Prof. Gilberto Antônio Faggione Prof. Lucas Henrique da Luza Luigino Bruni

pubblicato sul Blog dell'IHU l'11/06/2011

logo_ihuL'Economia di Comunione dice che l'impresa deve cambiare. Non si tratta di occuparsi dei poveri, senza cambiare le strutture economiche, ma di proporre imprese diverse che non hanno il profito come scopo, che includono i poveri, per evitare che ci siano i poveri domani”, spiega l'economista italiano Luigino Bruni. Secondo lui, l'Economia di Comunione “è una proposta più radicale nel cambiamento struturale del sistema economico, attraverso il cambiamento della principale istituzione che è l'impresa”.

 Disponibile qui l'audio originale in italiano:

Ascolta l'intervista

In portoghese, il testo integrale

Antonella Ferrucci cura da 15 anni il sito ufficiale dell'Economia di Comunione. Un sito disponibile in cinque lingue che contribuisce alla diffusione della cultura del dare, dell’economia civile e di comunione con testimonianze di vita degli imprenditori Edc, contenuti di taglio più accademico, storie, articoli e notizie.

intervista di Lourdes Hércules

Abbiamo dialogato con Antonella per conoscere meglio cosa rappresenta il sito EdC in questo momento… 

L’esperienza - La ricetta dell’Economia di comunione in Sudamerica ha creato un futuro per le popolazioni locali in difficoltà

di Antonio Degl' Innocenti

pubblicato su Avvenire il 30/09/2017

N44 pag04 05 Progetti Argentina 2 rid webCollaborazione, valore umano e volontà di unità. È questa la ricetta vincente dell’Economia di Comunione che in Argentina, assieme ad Amu(Azione per un Mondo Unito onlus, Ong di cooperazione internazionale allo sviluppo) hanno creato un futuro per le popolazioni locali del nord-ovest come la Quebrada del Toro. Un’area turistica lontano dalle città dove, in alcune zone, manca addirittura l’energia elettrica. È qui che nel 2010 è iniziato il progetto di Turismo Sostenibile che puntava ad un’autonomia delle popolazioni locali.

Image

GO TO THE ARCHIVE

Language: ENGLISH

Filter by Categories

Follow us:

Who’s online

We have 545 guests and no members online

© 2008 - 2024 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

This website uses “technical cookies”, including third parties cookies, which are necessary to optimise your browsing experience. By closing this banner, or by continuing to navigate this site, you are agreeing to our cookies policy. The further information document describes how to deactivate the cookies.