Mind the Economy

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

pubblicato sul Sole 24 ore del 24/03/2019

Nell’agosto del 1993 tre medici dell’Ospedale Universitario di Strasburgo scrissero una lettera al Journal of Neurology, Neurosurgery, and Psychiatry, descrivendo il caso clinico di un cinquantunenne che mostrava sintomi alquanto bizzarri. Per una ragione allora ancora sconosciuta, il paziente, un alto funzionario della Comunità Europea, era soggetto a crisi convulsive e perdita di conoscenza ogni qual volta si trovava nelle condizioni di dire una bugia. Si scoprì, poi, che, a causa di un meningioma al cervello, le emozioni legate alla menzogna, producevano un eccesso di stimolazione nel lobo limbico, fino al punto da causare convulsioni e perdita di conoscenza. I tre medici definirono questa condizione “La sindrome di Pinocchio”. Come al burattino, dopo ogni bugia cresceva il naso, così all’euroburocrate venivano le convulsioni. Un rivelatore infallibile di menzogne, e quanto sarebbe utile di questi tempi. 

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la nuova serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

Pubblicato su Il Sole 24 Ore il 09/12/2018

Io non ci sarò sole24ore ridEsercizio di logica numero 1: state organizzando una festa per il fine settimana e quel vostro amico simpatico che avevate invitato per animare un po’ la serata, vi chiama per dirvi che non potrà venire. Per questo la vostra festa sarà un fiasco? No, perché magari lui non viene, ma verranno altri tre o quattro amici simpatici che renderanno la festa memorabile. Esercizio di logica numero 2: avete appena scoperto che invece sarà quel vostro amico non troppo simpatico, che di solito deprime le serate, a non poter venire alla festa; per questo la serata sarà certamente un successo? No, perché magari verranno altri tre o quattro amici ancora meno simpatici che trasformeranno la festa in un fiasco.

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

pubblicato sul Sole 24 ore del 16/06/2019

Cosa succederebbe, se durante la festa del suo compleanno, il festeggiato, vostro amico, si offrisse, seriamente, di darvi dei soldi per ricompensarvi del regalo che gli avete appena donato? O se l’amica che avete invitato a casa per cena si offrisse, come segno di apprezzamento, di pagarvi per il disturbo? Probabilmente, dopo una prima reazione di disorientamento, vi sentireste insultati da questa situazione paradossale e probabilmente mettereste in dubbio il tipo di relazione che vi lega a questi “amici”. Ma perché? Eppure entrambi volevano solo esprimere la loro riconoscenza ricambiando il vostro regalo e il vostro invito con una compensazione monetaria.

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la nuova serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

pubblicato sul Sole 24 ore del 03/02/2019

La notizia circola ormai dal 2014, ma si è riproposta agli osservatori dopo che George Soros ne ha fatto il centro di un suo discorso al World Economic Forum di Davos, la settimana scorsa. “Voglio portare la vostra attenzione – dice Soros durante una cena privata – sul pericolo mortale che le società aperte si trovano a fronteggiare a causa degli strumenti di controllo che il machine learning e l’intelligenza artificiale possono mettere nelle mani dei regimi repressivi. Il social credit system non è ancora pienamente operativo ma è già chiaro verso cosa ci stiamo dirigendo. Il destino individuale verrà subordinato agli interessi dello Stato-partito in modi che la storia non ha ancora conosciuto”. Queste le allarmate parole di Soros a proposito del “social credit system”, il meccanismo che il Governo cinese sta sperimentando da tempo per valutare, attraverso un complicato sistema di feedback e ratings, l’”affidabilità” dei propri cittadini.

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

pubblicato sul Sole 24 ore del 07/04/2019

Lo scopo del razzismo è quello di identificare l’estraneo in modo da definire il proprio sé alienato”. Scrive così il premio Nobel per la letteratura, Toni Morrison, nel suo bellissimo “L’origine degli altri” (Frassinelli, 2018). Razzismo e alienazione sono andati in scena questi giorni a Roma, borgata di Torre Maura, periferia Est della città. I panini buttati per terra e presi a calci, in un gesto inconsapevolmente sacrilego; qualcuno minaccia uomini, donne e bambini al grido di “li brucio, li brucio”; gli “attivisti” di Casapound (povero Ezra!) che aizzano la folla con braccio teso e altre nostalgiche pose – ma la legge non vietava l’apologia del fascismo e l’odio razziale? Guerre tra poveri: i residenti esasperati che assediano il centro di accoglienza dove erano appena stati trasferiti alcune decine di Rom, tra cui trentatré bambini, dopo lo sgombero del loro campo. Periferie disagiate, vite alienate, la necessità di costruire il sé in contrapposizione all’altro.

Seguici su:

Rapporto Edc 2018

Rapporto Edc 2018

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Il dado per le aziende!

Il dado per le aziende!

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Scarica la APP per Android!

Chi è online

Abbiamo 279 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.