The Economy of Francesco

They're back! The On-life seminars of The Economy of Francesco start on Friday, September 11, 2020, from 3 P.M. (UTC+2). The first topic of this new series: Can the gift within management be the answer for a Post-Covid world?

Which anthropological vision would be needed to rethink management after this global pandemic? What is the purpose of business? Which kind of performance does business need? a conversation with Pierre-Yves Gomez, Professor of Strategy at EM-Lyon Business School and Professor Guglielmo Faldetta, Professor of Organization Studies at Kore University of Enna. 

Nell'ambito del terzo e ultimo appuntamento online di LoppianoLab 2020, webinar dedicato a The Economy of Francesco, in diretta dal Polo Lionello Bonfanti

Appuntamento sabato 7 novembre a partire dalle ore 10:00 con il webinar “I giovani di The Economy of Francesco: segni di fraternità e proposte di una nuova economia”. Parteciperanno: i giovani protagonisti di The Economy of Francesco (EoF); l’economista Luigino Bruni; Maria Gaglione e Francesca Giglio del comitato organizzatore. Il webinar si svolgerà in diretta dal Polo Lionello Bonfanti, uno degli “hub” di EoF, dal 19 al 21 novembre 2020.

How do we measure poverty? As the international community prepared new Sustainable Development Goals (SDGs), the question of how we measure poverty became more important than ever before. The next on-life seminar of The Economy of Francesco will be an opportunity to deepen.

One of the conclusions of ATD’s participatory research on the Millennium Development Goals was that current measures of extreme poverty are inadequate. Some global statistics are very uncertain. In addition, the $1.90 a-day indicator of extreme poverty is deeply flawed. 

Global poverty is one of the world’s most vexing problems. From education to healthcare, infrastructure to eradicating corruption, the vast majority of solutions rely on trial and error. Essentially, the plan is often to identify areas that need help, flood them with resources, and hope to see change over time. But hope is not an effective strategy. We talk about this with Efosa Ojomo and Karen Dillon.

In The Prosperity Paradox, Clayton M. Christensen, Efosa Ojomo, and Karen Dillon reveal a paradox at the heart of most approaches to solving poverty. While noble, current solutions are not producing consistent results, and in some cases, have exacerbated the problem. At least twenty countries that have received billions of dollars’ worth of aid are poorer now. 

This Friday we’ll have a great opportunity of dialogue with Fr. Augusto Zampini, Adjunct Secretary of the Dicastery for Promoting Integral Human Development.

The Problem of our time is a transcendental challenge. The Covid-19 pandemic is a manifestation of the climate and environmental crisis we have been in for a long time. The "normality" we have to get used to is this. And in this normality, both inside and outside the short or long periods of "spatial distancing", we must develop culture, proposals and tools to deal with it. We meet, by choice or necessity, radical changes especially of the Lifestyles.  

Si è conclusa con il messaggio di Papa Francesco la tre giorni di The Economy of Francesco 2020: appuntamento ad Assisi, in presenza nel 2021

fonte: Ufficio Stampa Economy of Francesco

ASSISI (PG), 21 NOV - «Grazie per essere lì, per tutto il lavoro che avete fatto, per l'impegno di questi mesi, malgrado i cambi di programma. Non vi siete scoraggiati, anzi…». Inizia così il videomessaggio che Papa Francesco ha inviato ai giovani partecipanti di The Economy of Francesco. Un patto che il Santo Padre ha voluto siglare, virtualmente, ad Assisi per una nuova economia a misura d'uomo. Il papa ha incoraggiato i giovani ad avviare nuovi processi con gli ultimi, a non lasciarsi schiacciare dalla storia.

Si è tenuta oggi giovedì 19 novembre, la prima della tre giorni di The Economy of Francesco, evento internazionale che ha come protagonisti giovani economisti e imprenditori di tutto il mondo e che si svolge in diretta streaming sul portale francescoeconomy.org. I diversi “Villaggi” hanno presentato online i progetti per una nuova economia a misura d’uomo, ideati nel corso dei mesi di lavoro a distanza.

fonte: ufficio stampa THe Economy of Francesco

La manifestazione si è aperta alle 14 da Assisi, con Listen to the cry of the poorest to transform the earth, video a cura dell'International Movement ATD Fourth World. Nel suo messaggio introduttivo, il Prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, Cardinale Peter Turkson, si è rivolto ai giovani organizzatori: «Piuttosto, avete deciso di costruire una rete globale di giovani leader e portatori di cambiamento nel campo economico, una rete che può "dare un'anima all'economia del futuro". E in risposta alla pandemia, state cercando di aiutare Papa Francesco, la Chiesa e tutto il mondo a uscirne migliori, immaginando e sviluppando un'economia diversa, inclusiva e sostenibile, che possa aiutarci a comportarci come fratelli e sorelle che vivono in una casa comune. Grazie per la vostra speranza e perseveranza».

Con un comunicato del 1° marzo il Comitato Organizzatore di "The Economy of Francesco" ha rimandato l'evento a novembre. Il Side Event, prefissato a Perugia per fine marzo, slitterà, in linea con la nuova data dell'evento principale ad Assisi.

La preparazione dell'evento The Economy of Francesco, procede con grande impegno ed entusiasmo: come noto, ha suscitato ampio interesse in tutto il mondo e prevede l'attiva partecipazione di circa 2000 giovani da 115 Paesi. Per favorire il migliore svolgimento dell'iniziativa, vista la difficoltà oggettiva che in questo momento di incertezza in tanti stanno avendo negli spostamenti a livello internazionale e nazionale a causa dell'epidemia del Coronavirus in corso, il Comitato organizzatore, d'intesa con la Santa Sede, ha deciso di rimandare l’evento al 19-21 novembre 2020 (preceduto da due giorni di pre-evento). La scelta è dettata dalla volontà di assicurare lo svolgimento dell’evento in condizioni di maggiore serenità per tutti i partecipanti, nessuno escluso!

Programma EoF IT 600Appuntamento alle ore 14:00 (CET) del 19, 20 e 21 novembre 2020 con le live streaming di The Economy of Francesco

qui tutti i link per collegarsi: sarà possibile seguire il canale internazionale o scegliere una delle 5 lingue disponibili (Italiano, inglese, spagnolo, portoghese e francese)

19 novembre ore 14:00 - 18:00: 
https://francescoeconomy.org/live-streaming/nov-19/

20 novembre ore 14:00 - 18:00:
https://francescoeconomy.org/live-streaming/nov-20/

21 novembre ore 14:00 - 18:00:
https://francescoeconomy.org/live-streaming/nov-21/

Vi aspettiamo!!

Scarica il pdf programma (1.24 MB)

 

Promosso da Economia di Comunione, il side-event di Perugià è per tutti coloro che non possono partecipare direttamente a "The Economy of Francesco" ma vogliono esser parte del processo che ad Assisi si innescherà

di Francesca Giglio

Perché un evento parallelo?

Quando si ha a che fare con “appuntamenti con la storia”, la missione in qualche modo va sostenuta! Dietro ai CV dei giovani che hanno risposto con entusiasmo all’invito del Papa non ci sono solo profili brillanti, ricerche e progetti innovativi, ma anche il chiaro obiettivo di ridisegnare, insieme, teoria e prassi del sistema economico, invertendo trend mondiali. E ciò rappresenta una sfida globale troppo seria ed importante per restare spettatori passivi.

Grande attesa per il messaggio che domani, 21 novembre, Papa Francesco “consegnerà” ai giovani economisti, imprenditori e studenti collegati da tutto il mondo con la Basilica di San Francesco d'Assisi, nel video che verrà trasmesso alle 17.30 sul sito francescoeconomy.org

fonte: ufficio stampa The Economy of Francesco

Oggi, venerdì 20 novembre, la seconda della tre giorni di The Economy of Francesco, ha visto la partecipazione del Premio Nobel per la Pace 2006, Muhammad Yunus. Nel suo intervento “Finance and Humanity: a road towards an integral ecology” l’ideatore del microcredito ha tracciato la via per un cambio di paradigma: «La pandemia di Covid-19 ha rivelato tutte le debolezze del sistema attuale. Coloro che erano ai margini dell'esistenza a livello globale sono finiti ancora di più ai margini. Ora - ha proseguito Muhammad Yunus - tutti lavorano per tornare alla situazione precedente alla pandemia. Ma perché vogliamo tornare a quel sistema, che era terribile? Il treno che ci stava portando verso la morte si è fermato. È il momento di scendere e chiederci: vogliamo tornare indietro o è il momento giusto per seguire la direzione opposta: un mondo senza inquinamento, senza concentrazione della ricchezza, senza disoccupazione massiccia».

“The Economy of Francesco” dal 26 al 28 marzo economisti e imprenditori da tutto il mondo

fonte: Ufficio stampa "The Economy of Francesco"

ASSISI (PERUGIA), 9 GEN - Assisi si prepara ad accogliere gli oltre 2000 economisti e imprenditori under 35 provenienti da tutto il mondo per partecipare a “Economy of Francesco”, l'evento voluto da Papa Francesco che si terrà dal 26 al 28 marzo. Sono più di 3300 le richieste giunte da oltre 115 paesi. La città di San Francesco sarà organizzata in 12 “villaggi” che ospiteranno i lavori dei partecipanti sui grandi temi e interrogativi dell'economia di oggi e di domani: lavoro e cura; management e dono; finanza e umanità; agricoltura e giustizia; energia e povertà; profitto e vocazione; policies for happiness; CO2 della disuguaglianza; business e pace; Economia è donna; imprese in transizione; vita e stili di vita. 

Al via giovedì 19 novembre, The Economy of Francesco, evento internazionale che ha come protagonisti giovani economisti e imprenditori di tutto il mondo, che si terrà in diretta streaming sul portale francescoeconomy.org.

Confermata, in chiusura della tre giorni, la partecipazione “virtuale” di Papa Francesco con un video messaggio ai giovani partecipanti connessi via web con la Basilica di San Francesco d'Assisi. Per l'occasione, il 21 novembre alle 23 (ora italiana), il monumento al Cristo Redentore a Rio de Janeiro sarà illuminato con i colori simbolo di The Economy of Francesco: verde, marrone e giallo.

La manifestazione si aprirà alle 14 con Listen to the cry of the poorest to transform the earth, video a cura dell'International Movement ATD Fourth World, il messaggio del Prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, Cardinale Peter Turkson, e il benvenuto del Comitato organizzatore. Ad aprire le conferenze l’economista Jeffrey Sachs con "Perfecting Joy: three proposals to let life flourish".

 #EoF: le storie - Joel Thompson è un ingenere che vive nella Guyana e aiuta gli indigeni a studiare la lingua

di Maria Gaglione

pubblicato su Avvenire il 16/05/2020

«L’enciclica Laudato Si’ ha rappresentato una forte ispirazione per il mio impegno a sostegno della giustizia sociale e ambientale». Joel Thompson è un ingegnere elettronico e, dopo aver completato gli studi anche in teologia e filosofia, ha frequentato un Master in Ambiente e Sviluppo presso la London School of Economics and Political Science, nel 2017. «Questo corso mi ha dato le basi teoriche per comprendere meglio le sfide ambientali e di sviluppo nel mondo di oggi. Attualmente vivo e lavoro in un villaggio indigeno nella Guyana amazzonica. Il mio lavoro consiste principalmente nell’accompagnamento e nella formazione di giovani adulti in 16 villaggi, attraverso programmi di leadership e sviluppo umano integrale».

EoF: le storie - L’esperienza australiana di Natalia Teguhputri che ha fondato un movimento affinché parte degli utili dell’azienda in cui lavora sia destinata a progetti per comunità svantaggiate

di Maria Gaglione

pubblicato su Avvenire il 22/02/2020

Natalia Teguhputri è tra i partecipanti a The Economy of Francesco che faranno un viaggio molto lungo per essere ad Assisi il prossimo novembre. Verrà dall’Australia, con il suo sguardo e la sua esperienza di giovane donna cattolica. Persona di intensa spiritualità, Natalia vive la dimensione missionaria della fede in ogni ambito della sua vita. Si sente chiamata a mettersi in ascolto in questo tempo di grandi cambiamenti, per promuovere la costruzione di un mondo più giusto.

Il Comitato organizzatore di "The Economy of Francesco" ha reso noto che l'evento, d'intesa con il Santo Padre, si terrà il prossimo 21 novembre ad Assisi

fonte: Ufficio Stampa The Economy of Francesco

Il Comitato organizzatore di The Economy of Francesco ha reso noto alle ore 18 di oggi tramite un comunicato stampa che si daranno a breve notizie circostanziate riguardanti la preparazione dell'Evento, che sta procedendo con grande impegno ed entusiasmo e ha suscitato tanto interesse in tutto il mondo, prevedendo la partecipazione di circa 2000 giovani da 115 Paesi.

#EoF: le storie - In Colombia un gruppo di coltivatori ha deciso di opporsi alla guerra alla droga e allo sfruttamento del territorio. Da dieci anni sono costretti a vivere sotto protezione

di Maria Gaglione

pubblicato su Avvenire il 23/05/2020

La partecipazione di José Roviro Lopez Rivera porta all’Economia di Francesco la storia di una intera comunità colombiana, la Comunità di Pace San Josè De Apartadò. «Abbiamo conosciuto l’evento The Economy of Francesco grazie al gruppo di accompagnamento internazionale Operazione Colombia che da più di 10 anni svolge un lavoro di protezione nei nostri confronti» racconta José. Al centro delle lotte intestine che hanno tormentato la Colombia per più di 50 anni, la comunità è nata nel 1997 dal desiderio di un gruppo di cittadini di non cedere alla spirale di violenza e di vendetta che la circondava. Da allora sono morte più di trecento persone e ancora oggi i membri della Comunità sono vittime di intimidazioni e soprusi da parte di chi vuole imporre il controllo della terra. «La nostra comunità si fonda sulla giustizia e sulla fraternità. Abbiamo pensato e messo in pratica un nuovo stile di vita, una nuova economia che nasce dal dire no alla guerra». La Comunità di Pace è una comunità autonoma, formata da piccoli gruppi che coltivano su terreni comuni i prodotti per lo loro sussistenza e il cacao biologico per l’esportazione. «Il cacao, che viene venduto all’interno del circuito equo solidale in Inghilterra, Germania e Italia, è un bene preziosissimo per tutelare la nostra terra e la nostra comunità». José si occupa del coordinamento del team comunicazione e della vendita del cacao.

#EoF: le storie - Start-up della Costa d’Avorio utilizza gli scarti della pianta di banano per produrla

di Maria Gaglione

pubblicato su Avvenirel' 11/09/2020

Scarti che diventano risorse. Sono sempre di più gli istituti di ricerca e le aziende che nel mondo contribuiscono allo sviluppo di biopolimeri ottenuti da scarti agroalimentari. Quando ottenuta da fonti rinnovabili infatti, la bioplastica non entra in competizione con le filiere alimentari, garantisce le medesime proprietà delle plastiche tradizionali e presenta i vantaggi di essere biodegradabile. «Le novità più recenti sembrano oggi interessare un prodotto di scarto correlato al frutto più consumato al mondo: la banana» ci spiega Salimata Toh, una giovane ivoriana di 29 anni, originaria di Dabou, città situata a sud della Costa d’Avorio.

Esiste un significativo movimento a livello mondiale in vista dell’incontro promosso da papa Francesco per marzo 2020 ad Assisi. Una carrellata delle diverse iniziative in corso nell’intervista a Chiara Pacino, dello staff organizzativo

di Maria Gaglione

pubblicato su Città Nuova il 03/12/2019

A 4 mesi dall’evento internazionale The Economy of Francesco, continuano ad organizzarsi in tutto il mondo gli eventi Towards The Economy of Francesco.

Ce li racconta Chiara Pancino, imprenditrice aretina, parte dello staff organizzativo dell’evento di marzo 2020.

2000 iscritti al sito e 500 richieste di partecipazione da oltre 45 paesi. L’evento voluto da Papa Francesco è anche su Facebook, Instagram, Twitter, YouTube e Flickr

fonte: Ufficio stampa "The Economy of Francesco"

In preparazione all’incontro internazionale di Assisi si terranno, in Italia e nel mondo, workshop, laboratori, seminari di studio e conferenze. Eventi promossi da università, aziende, reti imprenditoriali, organizzazioni, movimenti, associazioni per far emergere il pensiero e l’agire economico dei giovani in preparazione al 2020. Diversi gli appuntamenti in programma. Ad inizio settembre sarà la volta della città di San Francesco con “Percorsi Assisi”, successivamente sarà il turno di Spagna e Camerun. Sul sito ufficiale francescoeconomy.org è possibile accreditare le proprie iniziative, "Towards the economy of francesco", compilando il form dedicato.

Nous suivre:

Qui est en ligne

Nous avons 460 invités et aucun membre en ligne

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Ce site utilise des cookies techniques, y compris ceux de parties tierces, pour permettre une exploration sûre et efficace du site. En fermant ce bandeau, ou en continuant la navigation, vous acceptez nos modalités d’utilisation des cookies. La page d’informations complètes indique les modalités permettant de refuser l’installation d’un cookie.