The Economy of Francesco

The young coordinators of the event did not want to miss this date and have prepared a message of fraternity and hope: Today, more than ever, we want to increase our commitment. When the emergency will come to an end, we will still be committed to build up our common future… together. The young coordinators of the event did not want to miss this date and have prepared a message of fraternity and hope: Today, more than ever, we want to increase our commitment. When the emergency will come to an end, we will still be committed to build up our common future… together.

More info: https://francescoeconomy.org/

Breaking news: pubblicata oggi la lettera con cui Papa Francesco convoca giovani economisti, imprenditori e imprenditrici ad Assisi per proporgli un patto per una nuova economia. Economia di Comunione partecipa al Comitato organizzatore dell'evento insieme alla Diocesi ed al Comune di Assisi ed all'Istituto Serafico.

Dal 26 al 28 marzo 2020 la città di Assisi ospiterà The Economy of Francesco, un evento internazionale rivolto a giovani economisti, imprenditori e change-makers impegnati nel pensare e praticare un’economia diversa. L’invito a partecipare arriva direttamente da Papa Francesco, che proprio oggi ha diffuso una lettera con la quale convoca nella città di San Francesco - luogo simbolo di un umanesimo della fraternità - i giovani economisti e imprenditori di tutto il mondo, senza distinzioni di credo o di nazionalità, per avviare con loro un processo di cambiamento globale affinché l’economia di oggi e di domani sia più giusta, inclusiva e sostenibile, senza lasciare nessuno indietro. L’evento è organizzato da un Comitato composto dalla Diocesi di Assisi, dal Comune di Assisi, dall’Istituto Serafico di Assisi e da Economia di Comunione.

The economist and Nobel Peace Prize Muhammad Yunus will be one of the main speakers of  The Francesco Economy International Event. Assisi, 26-28 March 2020.

Applications' deadline: September 30, 2019 - More info: https://francescoeconomy.org/

The Economy of Francesco

pubblicato su Vatican News il 14/05/2019

Intervista di Alessandro Di Bussolo a Luigino Bruni sulla genesi dell'evento: dal Papa sostegno totale e la sua presenza fisica

Sono attesi almeno 500 giovani, metà imprenditori sotto i 35 anni e metà studiosi di dottorato nelle università di tutto il mondo, compreso quelle ebraiche – spiega Bruni, sottolineando la presenza di molte donne nel Comitato preparatorio. “Economia è una parola femminile, e le donne hanno uno sguardo diverso su di essa rispetto ai maschi”. A Vatican News il docente della Lumsa Luigino Bruni conferma la genesi dell’evento.

Ascolta l'intervista: 

EoF: le storie - Carlos Martinez è un giovane architetto che ha creato una piccola impresa dopo l'uragano del settembre 2017

di Maria Gaglione

pubblicato su Avvenire il 31/01/2020

20 settembre 2017, un uragano di categoria cinque colpisce l’area nord-orientale dei Caraibi e provoca danni catastrofici sulla mia isola: Porto Rico. 91,6 miliardi di danni, il 99% dell'isola senza energia elettrica e centinaia di morti. È stato il disastro naturale più violento degli ultimi 89 anni. La mattina dopo, la mia vita è cambiata drasticamente. Tre mesi senza acqua e cinque mesi senza energia elettrica mi hanno fatto capire che era tempo di considerare anche il mio futuro professionale con uno sguardo diverso. Era tempo di fare un passo indietro e immaginare il modo in cui i miei studi in architettura avrebbero potuto contribuire alla ricostruzione dell’isola. Dovevo e volevo fare di più”.

#EoF: le storie - Jean Claude Rugigana è il coordinatore del progetto Best Holidays Karate For Children, che offre ai bambini, durante le vacanze, un periodo dedicato allo sport

di Maria Gaglione

pubblicato su Avvenire l'11/04/2020

Jean Claude Rugigana è un insegnante di karate e Giovane Leader del Comitato Olimpico Internazionale (IOC). «Quando ho letto che The Economy of Francesco avrebbe accolto ad Assisi giovani di tutto il mondo impegnati per un’economia sostenibile e inclusiva, mi sono sentito chiamato perché sono un imprenditore sociale e voglio costruire anche io un mondo migliore. Attraverso lo sport». Sport e social business non sono mondi tanto distanti. Molti progetti innovativi oggi sono promossi da atleti che hanno “riconvertito” il loro know– how maturato nell’ambito sportivo, in attività imprenditoriali e socio–ambientali. Ad esempio lo Yunus Sports Hub è una comunità internazionale di esperti che si dedicano a progetti e attività per far fronte alle sfide globali attraverso lo sport e il social business, valorizzando il lavoro di squadra e l’importanza della condivisione di reti e di comunità.

EoF: le storie - L’azera Turkan Mukhtarova (Georgetown University), fa ricerca sui temi della disparità di genere e della violenza sulle donne

di Maria Gaglione

pubblicato su Avvenire il 24/01/2020

Una laurea in Relazioni Politiche Internazionali presso l’Università di Baku in Azerbaijan e un master in Foreign Service - Economic development alla Georgetown University di Washington. Vincitrice degli Open Society Foundation - Civil Society Leadership Awards, Turkan Mukhtarova ha 26 anni e oggi lavora come ricercatrice presso il Georgetown Institute of Women, Peace and Security di Washington.

#EoF: le storie - La lettura della Laudato si’ ha cambiato i piani di un giovane economista spagnolo, Ismael Pérez Franco

di Maria Gaglione

pubblicato su Avvenire il 10/09/2020

«Nato in una famiglia di agricoltori e allevatori, fin da piccolo ho sempre sentito un forte legame con la terra. Durante il mio primo anno di economia, ho cominciato a frequentare la Gioventù Universitaria Cattolica, associazione giovanile in cui ho imparato a coniugare la mia attività di studente universitario con l’essere un giovane cattolico impegnato a costruire un mondo migliore. Nel 2017 abbiamo approfondito l’enciclica Laudato si’». Ismael ci confida che quella lettura è stata decisiva nella sua vita: «La mia visione della realtà è cambiata, ho capito che i miei studi non potevano rimanere solo 'un pezzo di carta' per trovare un lavoro. E mi sono chiesto come gli studi in economia potessero essere a servizio della società in cui vivo oggi. Alcune pagine dell’Enciclica mi hanno indicato una strada e sono ritornato a quel 'primo legame': la terra, l’ambiente, l’ecologia. Dopo la laurea e un master, ho avuto l’opportunità e la fortuna di cominciare nel 2019 un dottorato in Economia Ambientale, con un progetto di ricerca sugli effetti dei cambiamenti climatici sull’allevamento. Quando mi sono iscritto all’Economy of Francesco, poter scegliere di approfondire il tema Agricoltura e Giustizia insieme a giovani di tutto il mondo impegnati in modi diversi nella cura della nostra casa comune, mi è sembrata una immensa opportunità».

#EoF: le storie - Gli studi della dottoranda dell'università di Lucerna sulla responsabilità di banche e investitori nella costruzione di una società che promuove la vita e l’equità

di Maria Gaglione

pubblicato su Avvenire l'11/04/2020

Il rapporto fra economia reale e finanza. Di questo si occupa Noemi Miriam Honegger, dottoranda di ricerca presso l’Istituto di etica sociale dell’Università di Lucerna in Svizzera, uno dei centri finanziari più importanti al mondo. Sposata, violinista, Noemi lavora insieme ad altri giovani ad uno dei 12 villaggi dell’Economy of Francesco dedicato al tema Finanza e Umanità. «Nei miei studi di teologia e di economia, mi sono concentrata sull’etica e sull’organizzazione del sistema economico in relazione alla giustizia sociale. Il mio dottorato di ricerca riguarda il ruolo della finanza nell’economia e nel mondo di oggi, in particolare il rapporto tra settore finanziario ed economia reale da un punto di vista etico».

The Economy of Francesco, Assisi 26-28 marzo 2020

Sei un giovane studioso in economia, un imprenditore o un change maker con nel cuore il sogno di cambiare il mondo di domani e hai meno di 35 anni? E' a te che Papa Francesco sta rivolgendo il suo appello! Rispondigli proponendo la tua candidatura per partecipare all'evento a questo link: https://francescoeconomy.org/it/partecipare/

Editoriali - In occasione del Meeting di Rimini 2019, un numero speciale di Atlantide

di Luigino Bruni

pubblicato su Atlantide il 17/08/2019

The Economy of Francesco. È questo il titolo che il Papa ha scelto per convocare, ad Assisi, giovani economisti e imprenditori da tutto il mondo, per mostrare e pensare una economia diversa da quella che oggi esclude e ‘uccide’ milioni di persone sulla terra. Perché andare ad Assisi in cerca di una nuova economia? E perché evocare il nome di Francesco per una simile impresa, quando questo dolcissimo nome è universalmente associato alla povertà, alla rinuncia a ogni possesso, alla libertà degli uccelli del cielo e dei gigli dei campi? Non era l’economia del denaro la logica di Bernardone e l’economia della salvezza quella di suo figlio Francesco? Saranno, credo, anche queste le domande attorno alle quali si lavorerà ad Assisi, dal 24 al 28 marzo 2020. 

Martedì 27 ottobre alle ore 10.00, dalla Sala Stampa della Santa Sede si terrà in diretta streaming la Conferenza Stampa dal titolo: “Economy of Francesco - Papa Francesco e i giovani da tutto il mondo per l'economia di domani”, in programma dal 19 al 21 novembre 2020 in modalità esclusivamente online.

The Economy of Francesco, l'evento internazionale per giovani economisti imprenditori e change makers voluto dal Santo Padre, è confermato e si terrà dal 19 al 21 novembre 2020 in modalità online.

Visto lo stato di emergenza sanitaria in atto in tutto il mondo, il Comitato Organizzatore, insieme alla Santa Sede, ha deciso di svolgere l'evento internazionale "The Economy of Francesco" nelle date precedentemente stabilite (19-20-21 novembre 2020) interamente online, con la diretta streaming con i giovani partecipanti e i relatori. È confermata anche la partecipazione "virtuale" di Papa Francesco.

Per sanare la crisi del lavoro serve un’economia nuova, per farlo occorre dar voce e spazio ai giovani che, più di tutti, capiscono il nuovo e lo sanno attuare. E sarà proprio questo uno degli obiettivi dell’evento “Economy of Francesco” che si svolgerà ad Assisi nel 2020.

di Claudia Di Lorenzi

pubblicato su Focolare.org il 14/09/2019

A maggio 2019 i disoccupati in Europa sono diminuiti. Secondo Eurostat scendono al 7,5% nei 19 Paesi dell’Eurozona e al 6,3% nei 28 dell’UE. Un dato in chiaroscuro, tuttavia, che si accompagna ad un alto tasso di disoccupazione giovanile: nonostante il miglioramento dei dati urgono politiche più efficaci. Ne abbiamo parlato con Luigino Bruni, economista all’università Lumsa di Roma (Italia) e direttore scientifico del Comitato che organizza l’evento “The Economy of Francesco”, voluto dal Papa e dedicato ai giovani economisti e imprenditori di tutto il mondo, che si svolgerà ad Assisi dal 26 al 28 marzo 2020.

Un molteplice valore semantico per un progetto fatto di condivisione, solidarietà e tecnologia promosso da Caritas Caserta e da fondazione Diana, in collaborazione con Economia di Comunione

fonte: Fondazione Diana

Time to Dare, un titolo, uno slogan. Sia che lo leggi interamente in inglese oppure mezzo in italiano va bene lo stesso perché osare e dare sono le due parole chiave di questo progetto. Suo obiettivo primario è realizzare una piattaforma webche, basandosi sul principio della gratuità, permetta a chi desidera donare quanto per se è superfluo o scarto, di farlo digitalmente a beneficio di chi ne ha necessità.

#EoF: le storie - La tecnologia può abbattere anche le barriere dell'analfabetismo: il progetto di Sumang Liu, imprenditore nel campo delle nuove tecnologie

di Maria Gaglione

pubblicato su Avvenire il 04/07/2020

Sumang Liu è un imprenditore nel campo delle nuove tecnologie. Nato e cresciuto in Cina, oggi vive negli Stati Uniti, a San Francisco, nella Silicon Valley. Meta dei viaggi di imprenditori ed aspiranti tali, ma anche di semplici curiosi, la Silicon Valley è oggi il distretto più innovativo del mondo, tra i più importanti poli di investimento tecnologico in cui decine di aziende e migliaia di startup hanno la principale sede operativa. «Sono alla guida di un team di lavoro per sviluppare una tecnologia vocale per le lingue di livello 2 nei mercati emergenti (ad es. India, Africa, Sud–est asiatico e Medio Oriente). Sebbene disponiamo di tecnologie all’avanguardia e del supporto di importanti venture capitalist – statunitensi, giapponesi e cinesi – la tecnologia non è l’unico fattore di “successo”, oggi. Per migliorare l’accessibilità alle informazioni è importante includere e coinvolgere i 3,5 miliardi di persone dei mercati emergenti. Una fetta larghissima di popolazione mondiale che parla lingue e idiomi locali. A causa dell’analfabetismo, di difficoltà di accesso all’istruzione e di altri problemi socio– economici, la “voce” si sta trasformando in uno dei principali mezzi di accesso ad Internet».

#EoF: le storie - Sisi Meng, professore di Economia all’Università di Notre Dame (Indiana, USA) studia gli effetti, ancora poco conosciuti, che uragani e inalzamento dei livelli del mare hanno sulle popolazioni

di Maria Gaglione

pubblicato su Avvenire il 04/07/2020

Negli ultimi anni, la frequenza dei disastri ambientali causati dal cambiamento climatico è aumentata portando con sé gravi conseguenze in termini di perdite umane ed economiche, danni per la produzione alimentare, minacce per gli ecosistemi, diminuzione della ricchezza di biodiversità. Il riscaldamento globale – ormai è ben noto – ha effetti quali l’innalzamento del livello del mare, l’incremento delle ondate di caldo e dei periodi di intensa siccità, delle alluvioni, l’aumento – per numero e intensità – delle tempeste e degli uragani. Questi fenomeni hanno (e continueranno ad avere) un impatto su milioni di persone, con effetti ancora maggiori su chi vive nelle zone più vulnerabili e povere del mondo.

#EoF: le storie - La statunitense Charlotte Japp: anziani e giovani sembrano non riuscire più a parlarsi, ma il dialogo è essenziale

di Maria Gaglione

pubblicato su Avvenire il 02/03/2020

Un giovane sorridente, camicia e blue jeans, che guarda in camera. Sguardo intelligente e divertito. Accanto, un anziano signore, appoggiato ad un bastone, sta parlando con grande intensità. Il sito di CIRKEL mostra questa immagine e una frase: closing the generational loop. Charlotte Japp, 29 anni è il CEO di CIRKEL, una rete intergenerazionale che attraverso eventi e incontri, punta a creare e sostenere le relazioni fra generazioni diverse.

Si è tenuta questa mattina la presentazione di The Economy of Francesco, evento internazionale che ha come protagonisti giovani economisti e imprenditori di tutto il mondo, che si terrà dal 19 al 21 novembre in diretta streaming sul portale francescoeconomy.org. Confermata, in chiusura della tre giorni, la partecipazione “virtuale” di Papa Francesco.

fonte: Ufficio Stampa The Economy of Francesco

Come noto, l'’iniziativa si è sviluppata a seguito dell'invito che il Santo Padre ha inviato il primo maggio 2019, in occasione della festa di San Giuseppe Lavoratore, a economisti, studenti, imprenditori ed imprenditrici under 35. Papa Francesco, infatti, intende avviare, con i giovani e un gruppo qualificato di esperti, un processo di cambiamento globale affinché l'economia di oggi e di domani sia più giusta, fraterna inclusiva e sostenibile, senza lasciare nessuno indietro. L'appuntamento era previsto dal 26 al 28 marzo 2020 in presenza ad Assisi, ma a seguito dell'emergenza Covid è stato posticipato dal 19 al 21 novembre in diretta streaming. Il successivo incontro, in presenza, si terrà sempre nella città di San Francesco ed è previsto in autunno 2021, quando le condizioni sanitarie permetteranno di assicurare la partecipazione di tutti.

#EoF: le storie - La ricercatrice venezuelana Eveling Sánchez Mendoza si occupa dell’emergenza giovani tra disoccupazione in crescita e sfruttamento

di Maria Gaglione

pubblicata su Avvenire il 07/03/2020

«In Venezuela la crisi economica è peggiorata negli ultimi anni e il numero di persone in stato di povertà è aumentato. Una economia quella del Paese – ci spiega Eveling Sánchez Mendozache dipende in larga misura dal petrolio di cui è uno dei principali produttori ed esportatori mondiali, insieme ad altre risorse minerarie. Ma lo sfruttamento dei giacimenti, sta creando danni irreversibili alla nostra casa comune, la Madre Terra. Non ho alcuna intenzione di arrendermi alla disperazione, voglio essere parte della soluzione, proporre alternative che cercano il bene comune».

Nous suivre:

Qui est en ligne

Nous avons 462 invités et aucun membre en ligne

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Ce site utilise des cookies techniques, y compris ceux de parties tierces, pour permettre une exploration sûre et efficace du site. En fermant ce bandeau, ou en continuant la navigation, vous acceptez nos modalités d’utilisation des cookies. La page d’informations complètes indique les modalités permettant de refuser l’installation d’un cookie.