Best Practices

...dalla vita delle imprese

...dalla vita delle imprese

best practices

0

Ispirato da altri, una storia di vita EdC

Un'esperienza di Economia di Comunione ispirata da un viaggio in aereo.

di John Mundell

Era stata una di quelle lunghe giornate di viaggio intercontinentale, e finalmente mi ero imbarcato sull'aereo che mi avrebbe portato verso la mia destinazione finale. Ero stanco, ma così felice di essere stato uno dei prime a salire, perché c'era ancora molto spazio negli alloggiamenti per il bagaglio a mano ed avevo potuto sistemare la mia valigia in modo che le mie gambe e i miei piedi avessero molto spazio. Dopo aver spinto il mio bagaglio in alto, mi sono seduto al mio posto e ho guardato gli altri salire sull'aereo. L'aereo si stava riempiendo, e così anche il bagagliaio. La gente aveva difficoltà a far entrare tutti i bagagli che aveva con sé. Infatti, l'ultima persona che è entrata sull'aereo ha cominciato invano a cercare un posto per la sua piccola valigia. Andava su e giù per il corridoio, camminando avanti e indietro, scrutando in ogni possibile spazio. Niente. Pensai tra me e me: "Sono così felice di essere salito presto per non dover fare quello che sta facendo lui!"

Dopo quello che sembrava un lungo minuto, l'uomo smise di camminare, chiaramente frustrato. Improvvisamente, si sentì la voce di un altro uomo emergere dai sedili: "Ehi, penso che la mia valigia possa stare sotto i miei piedi!" John Lorna Paul EireMentre l'uomo si alzava dal suo posto, tirò giù la sua valigia e la mise sotto i suoi piedi, poi prese la valigia dell'altro uomo e la fece scivolare al suo posto. "Ecco, proprio così!" disse sorridendo, prendendosi un secondo in più per guardare direttamente l'uomo. "Grazie Buddy!" fu la risposta, mentre ciascuno si sedeva al proprio posto. Mi sono letteralmente bloccato sul mio sedile per un momento, completamente ammutolito, e poi ho iniziato a guardare gli altri passeggeri per vedere se qualcun altro avesse assistito al piccolo miracolo che avevo appena visto. Non potevo crederci! Volevo scuotere la persona accanto a me per dirle: "Hai visto quello che ho appena visto io?". Improvvisamente, ho provato vergogna e un po' di tristezza per non aver pensato di fare la stessa cosa io stesso. Mentre ero seduto lì pensando solo a me stesso, questo ragazzo "miracolato" ha approfittato del momento e ha fatto un vero atto di gentilezza. Wow!

Devo aver pensato a quel momento per le 24 ore successive, pensando tra me e me "se solo avessi avuto un'altra possibilità" avrei sicuramente fatto la scelta giusta. Nella riunione con il gruppo di presentatori per la conferenza alla quale avrei parlato il giorno dopo, una donna del nostro gruppo si era presentata in ritardo rendendosi conto di aver dimenticato di portare la sua parte della presentazione. Tutti si sono guardati per un momento chiedendosi cosa fare. Poi, improvvisamente ho realizzato che avevo salvato una copia cartacea del suo discorso ed era nella mia stanza d'albergo a circa 10 minuti di cammino. "Nessun problema!" Ho detto: "Tornerò di corsa a prendere il suo discorso". Mi alzai immediatamente e mi diressi fuori, sapendo che se mi fossi affrettato, sarei tornato con 15 minuti di anticipo. Dopo essere arrivato - leggermente senza fiato  - alla stanza d'albergo e aver preso il discorso, ero sulla buona strada per tornare e mi sentivo un po' orgoglioso di me stesso per non essermi lasciato sfuggire, questa volta, "il momento" per un atto d'amore.

Suore anzianeImprovvisamente, davanti a me si fermò un autobus urbano, e dall'autobus apparvero due suore anziane, con una che lottava per scaricare una sedia a rotelle per l'altra, che stava lentamente scendendo i gradini dell'autobus. Ho continuato la mia strada convincendomi che, per quel giorno, un atto d'amore fosse sufficiente e pensando che qualcun altro si sarebbe sicuramente fatto avanti per aiutarle. Poi, mi venne in mente che questo era un altro di quei 'momenti'. Mi sono fermato, mi sono girato e sono tornato indietro per aiutare a tirare la sedia a rotelle in posizione per il suo "pilota". Come si è scoperto dopo, le due sorelle erano dirette nello stesso edificio verso il quale stavo correndo, a circa sei isolati di distanza. Durante la piacevole passeggiata verso la nostra destinazione mentre spingevo la suora più anziana (93 anni) con la suora più giovane (86 anni) che camminava accanto a me, abbiamo avuto il tempo di condividere qualcosa su di noi. Ho scoperto tutto sulle loro ricche vite e su come hanno trovato la loro vocazione, e loro, a loro volta, hanno scoperto il mio coinvolgimento in un nuovo modo di fare impresa chiamato Economia di Comunione. È stato un bellissimo scambio e, al momento di lasciarci, la sorella maggiore ha detto: "Giovanotto, grazie mille. Sarai nelle nostre preghiere!".

Sono entrato nell'edificio e mi sono precipitato nella stanza, scoprendo che avevo due minuti a disposizione prima della presentazione. Inutile dire che la stanza, che era quasi vuota quando sono uscito, si è riempita di gente in piedi, e la presentazione con tutti i nostri oratori è andata avanti senza problemi. Mentre rimettevo il mio portatile nella sua custodia dopo il nostro discorso, non ho potuto fare a meno di pensare alle due suore e al potere della loro preghiera, ma soprattutto all'uomo gentile sull'aereo il giorno prima che mi aveva ricordato che c'è sempre tempo per un atto d'amore.

John Mundell, Mundell & Associates, Indianapolis, Indiana, USA (Giugno 2012)


Foto dell'immagine di anteprima di Kelly Lacy da Pexels

Image

SFOGLIA L'ARCHIVIO

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie Archivio

Seguici su:

Rapporto Edc 2018

Rapporto Edc 2018

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Il dado per le aziende!

Il dado per le aziende!

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Scarica la APP per Android!

Chi è online

Abbiamo 331 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.