0

Il conformismo intrappola

Logica carismatica/9 - Formare all’autonomia per trovare la propria vocazione nella vocazione.

di Luigino Bruni

Pubblicato su Avvenire il 14/11/2021.

"Nel corso dell’interazione sociale gli uomini generano esiti che non facevano parte delle loro intenzioni. Incentivi finanziari possono portare al declino della produzione; l’inasprimento delle misure repressive possono portare all’aumento della criminalità."

Robert K. Merton, I canoni dell’anti-sociologo

Motivazioni diverse animano coloro che fanno parte di comunità carismatiche. E gli imitatori hanno un ruolo cruciale e quasi sempre sottovalutato.

Una nota del discorso che andiamo testardamente svolgendo ormai da diversi anni su comunità e movimenti carismatici (il primo articolo risale all’8 febbraio 2015), forse la sua nota dominante, è il rapporto tra buone intenzioni e risultati non buoni. Molte "trappole di povertà" collettive, alcune anche buie e profonde, nascono da effetti perversi di azioni compiute in buona fede secondo una loro idea di bene comune. 

Tra queste trappole di povertà una importante e troppo poco analizzata ha a che fare con i fenomeni di imitazione e conformismo che investono le comunità, soprattutto quelle carismatiche. Per entrare un poco, nello spazio di un articolo, in queste dinamiche complesse, dobbiamo semplificare il campo, e suddividere idealmente i membri di una comunità carismatica in tre categorie, sulla base del tipo di motivazioni che li hanno spinti a entrare in una comunità e poi a restarvi (ben consci che "entrare" e "restare" sono due verbi ben diversi).

Un primo gruppo di membri è caratterizzato da una dominante o esclusiva motivazione intrinseca. Sono quelle persone attratte nella comunità dal suo carisma e non da altro, perché hanno risposto a una autentica vocazione, nel giorno in cui hanno sentito una sintonia perfetta tra la loro anima e quella del carisma. Questi soggetti hanno però una struttura duale: per un verso hanno una probabilità (quasi) zero di lasciare la comunità, non fanno calcoli, danno tutto, perché (e fino a quando) si identificano completamente con il carisma. Al tempo stesso, questi membri sono in genere i primi a lasciare se si convincono che la comunità ha tradito il proprio carisma. Sono queste persone, ad esempio, che quando lasciano una comunità diventano particolarmente incattivite: essendo entrate solo per motivazioni intrinseche, l’esperienza soggettiva del tradimento è particolarmente devastante (ancor più nelle donne). In altre parole, i soggetti di questo gruppo 1, non avendo altro "incentivo" che il carisma, il giorno che scompare il carisma dalla loro anima non hanno più nessuna ragione per restare – e mille per scappare.

Queste persone a sola motivazione intrinseca sono in genere poche, e non è detto che svolgano sempre una funzione positiva – anche se in questo articolo non parlo degli effetti perversi delle motivazioni intrinseche, è bene sapere che esistono e possono essere molto gravi, perché i motivati solo intrinsecamente non ascoltano i feedback della realtà. I membri del primo gruppo non coincidono con i leader o i dirigenti: spesso queste persone si trovano nelle periferie, svolgono funzioni poco valorizzate, anche perché la loro attenzione alle dimensioni intrinseche li porta facilmente a entrare in conflitto con le esigenze gestionali del governo della comunità: tutti i capi amano le mediane, non gli estremi né le punte.

Continua la lettura su Avvenire.

211114 Logica carismatica

Image

SFOGLIA L'ARCHIVIO

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie Archivio

Seguici su:

Rapporto Edc 2018

Rapporto Edc 2018

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Il dado per le aziende!

Il dado per le aziende!

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Scarica la APP per Android!

Chi è online

Abbiamo 252 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2024 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.