Loppiano Lab

Image

“Loppianolab 2020"

L’edizione 2020 di Loppianolab  si sposta sul web e diventa un percorso in tre tappe, nella forma del webinar: visione, fraternità, cittadinanza attiva, partecipazione, prosperità inclusiva e politica della cura sono le tematiche al centro del dialogo e del confronto per questo tempo di ricostruzione.

Si stava lavorando all'undicesima edizione del laboratorio per l’Italia, quando il nostro Paese è stato ferito dall’epidemia del Coronavirus, con il suo carico di incertezza e sofferenza, le conseguenze di impoverimento diffuso e di paura, per la vita sociale limitata dal distanziamento fisico e sociale a tutela della salute di tutti i cittadini.

In questo contesto ci si è resi conto che Loppianolab non poteva svolgersi nella sua veste classica e che la realtà chiedeva il coraggio, il rischio, di percorrere strade diverse. Si è partiti subito coinvolgendo quanti, siano essi persone, enti, associazioni o anche libere iniziative, continuano a diffondere coesione, senso, fraternità, relazione e comunità. Dando spazio e voce ai giovani, protagonisti a Loppianolab.

Da qui l’idea, la proposta, ispirata anche alla ricorrenza del Centenario di Chiara Lubich, ovvero, una serie di appuntamenti, nella forma del webinar, per sperimentare un laboratorio per l’Italia su tre diverse tematiche, ispirate da altrettante frasi di Chiara Lubich:

25 giugno 2020 - CAMBIARE LO SGUARDO PER CAMBIARE IL FUTURO

“Tutto si rivoluziona: politica ed arte, scuola e religione, vita privata e divertimento. Tutto.”

24 settembre 2020 - IL CONTAGIO DELLA FRATERNITÀ

“Sono stata creata in dono a chi mi sta accanto e chi mi sta accanto è stato creato in dono per me.”

7 novembre 2020 - TESSERE RELAZIONI, ABITARE LA CITTÀ, CURARE IL PIANETA

“Ciò che è impossibile a uomini isolati e divisi, pare diventi possibile a gente che ha fatto dell’unità, il movente essenziale della propria vita.”

Vedi il sito di LoppianoLab

 LoppianoLab è promosso dal Polo imprenditoriale EdC Lionello Bonfanti e dalla Cittadella internazionale di Loppiano in collaborazione con Istituto universitario Sophia e Gruppo editoriale Città Nuova .

Loghi_promoter_LoppianoLab

0

Custodire, valorizzare, innovare: cosa significa per Economia di Comunione?

Il paradigma dell’ecologia integrale sfida il mondo dell’economia e della politica: l’edizione 2019 di Loppianolab comincia simbolicamente venerdì 4 ottobre, giorno di San Francesco, presso il Polo Lionello Bonfanti, primo polo europeo e punto di convergenza per le oltre 200 aziende italiane che aderiscono al progetto EdC

di Tamara Pastorelli

«Occorre pertanto correggere i modelli di crescita incapaci di garantire il rispetto dell’ambiente, l’accoglienza della vita, la cura della famiglia, l’equità sociale, la dignità dei lavoratori, i diritti delle generazioni future» scrive Papa Francesco nella sua lettera d’invito all’evento “The Economy of Francesco”. «Purtroppo resta ancora inascoltato l’appello a prendere coscienza della gravità dei problemi e soprattutto a mettere in atto un modello economico nuovo, frutto di una cultura della comunione, basato sulla fraternità e sull’equità». Venerdì 4 ottobre, Loppianolab 2019 apre i battenti raccogliendo la sfida, mettendo a confronto il mondo dell’economia e della politica con il paradigma dell’ecologia integrale lanciato da Papa Francesco già nella sua lettera Enciclica Laudato Si’.
Nel giorno di San Francesco, studiosi di economia, imprenditori, esponenti del mondo dell’associazionismo e politici, si confronteranno con le parole chiave di questa edizione del laboratorio per l’Italia: “Custodire, valorizzare, innovare”.

Spiega l’economista Luigino Bruni, del comitato organizzativo dell’evento: «Abbiamo scelto di cominciare simbolicamente nel giorno di San Francesco perché Francesco non solo rifiuta l’economia del tempo, ma afferma un altro modo di fare economia. Il tema della povertà scelta apre la strada ad un’economia diversa: una povertà come radice di un’altra idea di mondo di giustizia, di inclusione degli esclusi, di economia della condivisione. I beni e la ricchezza sono un dono, una gratuità, una grazia. La gratuità precede i nostri meriti. Poi, c’è la dimensione del rapporto profondo tra economia ed ecologia. Con lui si pensa per la prima volta a un’economia sostenibile e circolare».

Coordinati da Eugenia Scotti, conduttrice di TV2000, si confronteranno sul tema studiosi di economia e imprenditori: Suor Alessandra Smerilli, docente di Economia Politica alla Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium” di Roma; Giuseppe Argiolas, docente di Management presso l’Istituto Universitario Sophia di Loppiano; e poi, tre imprenditori che rappresentano diverse aree della Penisola, Roberto e Monica Oppio della Bionatural Dimension (Milano), Emanuel Dairo dell’Associazione Costruttori di Pace (Firenze) e Jacopo Conte della Orto e Porto (Lecce). Sul tema interverrà anche il Sottosegretario di Stato per il lavoro e le politiche sociali, l’onorevole Steni Di Piazza.

A metà pomeriggio, Loppianolab prosegue con una celebrazione: verrà scoperta la targa dedicata a Lionello Bonfanti, cui è intitolato il Polo. Magistrato e focolarino, fu il più giovane pretore d’Italia negli anni ’50. Arrivò a Loppiano nel 1965 e qui, per 15 anni, dedicò tutto sé stesso allo sviluppo della cittadella internazionale, cercando di renderla il più possibile simile alle altre città del mondo, con una sola differenza, la sua legge: l’amore reciproco.

The economy of Francesco

A seguire, la presentazione dell’evento “The Economy of Francesco” che nel marzo 2019 vedrà l’incontro di Papa Francesco con giovani economisti, imprenditori e change makers, ad Assisi, per suggellare un patto nello spirito di San Francesco, perché l’economia di oggi e di domani diventi più giusta, fraterna e sostenibile, con un nuovo protagonismo di chi oggi è escluso.

Into the LABel

Infine, torna l’appuntamento con Into the LABel il laboratorio di Consumo Responsabile e Democrazia Economica, presso la Coop di Figline Valdarno, per imparare a scoprire il valore sociale dei prodotti di uso quotidiano che troviamo sugli scaffali dei supermercati e a fare valutazioni "consapevoli" al momento dell'acquisto.

Afferma Koenraad Vanreusel, presidente del Polo Lionello Bonfanti: «Il Polo desidera essere sempre di più luogo di testimonianza di pratiche coerenti con gli obiettivi di sviluppo sostenibile e dei valori espressi nell’enciclica “Laudato Si’” che passano anche attraverso scelte di maggiore sobrietà adottate sia dai singoli che dalle imprese».

Loppianolab 2019 è promosso dalla Cittadella internazionale di Loppiano (Fi), e dal Polo Lionello Bonfanti, in collaborazione con il Gruppo Editoriale Città Nuova, e l’Istituto Universitario Sophia.

Per partecipare, consultare il sito www.loppianolab.it - Vedi il programma completo 

Ascolta anche l'intervista a Fausta Giardina su Vatican News

Tags:

Seguici su:

Rapporto Edc 2018

Rapporto Edc 2018

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Il dado per le aziende!

Il dado per le aziende!

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Scarica la APP per Android!

Seguici su:

Corsi di Economia Biblica 2019

scuola biblica box

14-15 settembre 2019
(Libro di Qoélet)
vedi volantino - Per maggiori informazioni - iscriviti qui

Rapporto Edc 2017

Rapporto Edc 2017

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Chi è online

Abbiamo 243 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.