Loppiano Lab

Image

“Custodire, valorizzare, innovare. Tempo scaduto?"

4-5 ottobre 2019 (Loppiano – FI)

Decima edizione - “Custodire, valorizzare, innovare”. È intorno a queste tre parole chiave che nasce la proposta della decima edizione di Loppianolab, il laboratorio per l’Italia che ritorna, il 4 e 5 ottobre 2019, rinnovato nel format e nei contenuti con focus, laboratori ed esperienze, per approfondire la nostra relazione con la Terra e con l’uomo. Nell’epoca in cui l’umanità sta consumando le risorse terrestri disponibili e il futuro dei nostri giovani, Loppianolab guarda al Pianeta.

Attraverso la consueta formula laboratoriale che contraddistingue l’evento, LoppianoLab raccoglierà interrogativi e problemi, ascolterà la voce di esperti e quella di chi ha saputo innovare, proporrà piste d’azione e sensibilizzazione, buone pratiche, si confronterà con le culture indigene, si farà promotore di una presa di coscienza individuale e collettiva che rimetta al centro dell’economia, del lavoro, della politica, l’essere umano e il Creato.

Vedi il sito di LoppianoLab - Vai al programma complessivo (il programma è ancora in corso di aggiornamento) - Iscriviti a Loppianolab 

Info e prenotazioni alloggi: 055 9051102 - loppianolab.accoglienza@loppiano.it

LoppianoLab è promosso dal Polo imprenditoriale EdC Lionello Bonfanti e dalla Cittadella internazionale di Loppiano in collaborazione con Istituto universitario Sophia e Gruppo editoriale Città Nuova .

Loghi_promoter_LoppianoLab

0

Loppianolab 2019 si presenta: iscrizioni aperte

Sono aperte le iscrizioni per LoppianoLab 2019, spazio ormai decennale di dialogo, oltre le polarizzazioni e le contrapposizioni, per guardare insieme al “bene comune” del Paese e del pianeta, con il metodo e l’orizzonte della cultura dell’unità.  

a cura di Redazione Web

pubblicato su Città Nuova il 02/09/2019

Custodire il Creato, i rapporti, il nostro patrimonio artistico e culturale. Valorizzare le persone, le idee, le tradizioni, i territori e quegli stili di vita che non si adeguano alla dilagante cultura dello scarto. Innovare, cercando nuove strade più umane e inclusive di vivere l’economia, la politica, l’agricoltura, per il bene del Pianeta e dell’uomo, soprattutto di quanti abitano le diverse periferie del mondo. Tre vie per confrontarsi con l’attuale crisi socio-ambientale vissuta dal Pianeta e anche dal nostro Paese: verranno proposte il 4 e 5 ottobre prossimo, durante Loppianolab 2019, il laboratorio per l’Italia che si svolge a Loppiano (Fi), cittadella internazionale dei Focolari, dove vivono circa 1000 persone di 65 nazioni dei cinque continenti, diverse per età, condizione sociale, tradizioni, cultura e fede religiosa, impegnate in un quotidiano laboratorio di fraternità.

Nato dieci anni fa, in piena crisi economica, Loppianolab continua la sua missione di proporre e aprire spazi di dialogo e confronto tra cittadini, lavoratori, studenti, professionisti, imprenditori, che raccolgono con coraggio le sfide del Paese, progettano idee, prassi, sinergie e proposte, con il metodo e l’orizzonte della cultura dell’unità.

«Da qui, da Loppiano questo luogo di speranza, possiamo guardare insieme ciò che sta avvenendo nel Paese e nel mondo da una prospettiva che non è quella a cui assistiamo quotidianamente, dei litigi e delle contrapposizioni, ma di fraternità, con uno sguardo di amicizia civile, che viene prima dell’opposizione politica ed economica» spiega l’economista Luigino Bruni, tra i promotori della manifestazione. «Non si tratta di “buonismo”, ma di “bene comune”. I paesi, i popoli, hanno bisogno di un legame di appartenenza più profondo rispetto ai partiti e agli interessi economici, hanno bisogno di un’amicizia civile, quella che l’illuminismo ha voluto chiamare “fraternità”. Solo questo li renderà capaci di futuro».

Tra i relatori che hanno confermato la loro partecipazione: Leonardo Becchetti professore ordinario di Economia politica presso l’Università di Roma Tor Vergata; Achic Lema, ricercatrice indigena ecuadoriana (Amsterdam); Jennifer Nedelsky, filosofa canadese e professore ordinario presso la Facoltà di Diritto dell’Università di Toronto; Alfonsina Russo, direttore del Parco Archeologico del Colosseo; Pierlugi Sacco, Preside della Facoltà di Arti, Mercati e Patrimoni della Cultura presso l’Università IULM di Milano; Andrea Segrè, professore di politica agraria internazionale e comparata dell’Università di Bologna.

Loppianolab si inserisce nel cammino italiano verso “The Economy of Francesco”, l’incontro dei giovani imprenditori ed economisti con Papa Francesco, che si svolgerà ad Assisi dal 26 al 28 marzo 2020, e che mira a cambiare l’attuale economia, dando un’anima a quella di domani.

Loppianolab 2019 è promosso dalla Cittadella internazionale di Loppiano (Fi) e dal Polo Lionello Bonfanti, il primo polo europeo e punto di convergenza per le oltre 200 aziende italiane che aderiscono al progetto di Economia di Comunione, in collaborazione con il Gruppo Editoriale Città Nuova, e l’Istituto Universitario Sophia.

Per iscrizioni: www.loppianolab.it .

Seguici su:

Rapporto Edc 2018

Rapporto Edc 2018

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Il dado per le aziende!

Il dado per le aziende!

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Scarica la APP per Android!

Seguici su:

Corsi di Economia Biblica 2019

scuola biblica box

14-15 settembre 2019
(Libro di Qoélet)
vedi volantino - Per maggiori informazioni - iscriviti qui

Rapporto Edc 2017

Rapporto Edc 2017

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Chi è online

Abbiamo 389 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.