Coronavirus e EdC

Aziende in grave sofferenza, perdita di migliaia di posti di lavoro: la fase del lockdown ha picchiato duro sull’economia europea. Nonostante ciò, sono molti gli imprenditori che non si arrendono. Andrea Cruciani si è chiesto come fare per prendersi cura dei propri dipendenti.

di Lorenzo Russo

pubblicato su Focolare.org il 31/07/2020

Come hanno vissuto gli imprenditori la fase emergenziale del lockdown a causa del Covid-19? Ne parliamo con Andrea Cruciani, Ceo di TeamDev e Agricolus, azienda e start-up italiane legate al progetto per un’Economia di Comunione.

Come avete vissuto la fase del lockdown?
“Prima del lockdown non avevamo problemi. TeamDev da 12 anni cresce del 20% annuo e diamo lavoro a una cinquantina di persone. A metà febbraio avevamo fatto delle operazioni per anticipare dei costi in banca ma con il lockdown siamo arrivati a fine marzo che non avevamo più liquidità di denaro. Era la prima volta che mi ritrovavo senza soldi e senza alternative. Abbiamo dovuto optare per la cassa integrazione e a me dispiaceva perché abbiamo sempre investito dando attenzione particolare al welfare aziendale.

Cosa produce il "mettere la persona al centro" in un ambito difficile come quello dell'edilizia: l'esperienza dell'imprenditore argentino Jorge Demagistri nel tempo della pandemia

di Lourdes Hercules

Nell’edilizia l'economia dei lavoratori funziona prevalentemente “giorno per giorno”. Gli operai sono pagati ogni fine settimana e, in un certo senso, anche le aziende sono gestite sul breve termine. Jorge Demagistri è un imprenditore EdC che lavora nel settore delle costruzioni da 13 anni. Vive nella città di Tucumán, Argentina, dove ha fondato la società Ávita. Come ogni altro imprenditore, di fronte alla crisi della pandemia temeva per il funzionamento e la sostenibilità della sua impresa, ma era ancor più preoccupato per il pagamento dei suoi 67 lavoratori durante l'intero periodo di reclusione, perché si trattava di cifre elevate e le riserve aziendali erano scarse. "Tu lavori, tu paghi. È così che funziona nell'edilizia. Al momento quello che sta succedendo in questo settore è che i lavoratori non vengono pagati. Anche aziende più grandi della mia hanno sospeso in questo periodo i pagamenti ai lavoratori a giornata", afferma Jorge.

Isolato, ma non fermo. Da quattro settimane l'imprenditore brasiliano Armando Tortelli è a casa, ma il suo impegno e il suo lavoro sono aumentati.

di Lourdes Hercules

Da 30 anni Armando  Tortelli è proprietario di una società dedicata alla fornitura di prodotti medicali ospedalieri, la AP Medical Produtos Hospitalares. Ha 63 anni e i suoi amici e conoscenti si chiedono perché continui a lavorare. Risponde: sento il dovere di lasciare un'eredità attraverso la mia azienda, una società di Economia di Comunione, con "uomini nuovi" già formati, con professionisti che entrano in questa cultura, con valori. Ma anche per dare risposte a chi ha bisogno di lavoro.

Il turismo è uno dei settori più colpiti durante il periodo della pandemia. E in oltre 25 anni di esistenza, l’Unitur ha imparato che esiste una risorsa inestimabile per superare i momenti di crisi.

pubblicato su Anpecom il 24/04/2020

Conversazione con Paulo Hoffmeister, CEO della Unitur Agenzia di Viaggi e Turismo in Brasile.

Da 18 anni sul mercato, un fallimento e diverse re-invenzioni dell'azienda alle spalle,  Jussara Gomes ha capito immediatamente che la pandemia la spingeva a nuove iniziative per tenere viva la sua azienda Gicalli, a Rio de Janeiro.

pubblicato su Anpecom il 03/04/2020

Life Safety, azienda che opera nel mercato nautico e marittimo fornendo servizi a 360° nell'ambito della sicurezza, di fronte alla pandemia ha rapidamente elaborato un piano d'azione che mette al primo posto la salute e l'integrità dei dipendenti e dei fornitori.

di Cibele Lana

pubblicato su Anpecom il 09/04/2020

Anpecom ha intervistato Diógenes Monteiro, fondatore e CEO dell'azienda Life Safety e amico dell'Economia di Comunione.

La storia di una delle prime aziende Edc in Slovacchia, In Vivo: dagli inizi nei mercatini di strada ad un bellissimo negozio e 20 dipendenti, fino alla chiusura causa pandemia Covid: oggi il coraggio di reinventarsi e ricominciare

raccolto da Miriam Elizabeth Fogarty

Possono resistere per sempre, oppure rompersi in un attimo. Gli artefatti di In Vivo rappresentano la forza e la fragilità dell´azienda che li produce.

Come si sono organizzati in questi due mesi di lockdown gli imprenditori Edc italiani? A quali energie hanno attinto per trovare tutte le soluzioni possibili per salvare le proprie aziende ed i posti di lavoro? 

di Antonella Ferrucci

Ieri sera il webinar organizzato da AIPECe dal Polo Lionello Bonfanti ha raccolto le testimonianze di alcuni di loro. Erano presenti Pietro Comper (Tecnodoor) Paolo e Livio  Bertola (Bertola srl e High tecnology Italia), Maurizio Cantamessa e Simona Rizzi (Gruppo Tassano), Domenico Panichi (Il Picchio), Ornella Seca (Agente di Assicurazioni in Abruzzo). Le risposte che hanno  dato sono sorprendenti, nella loro semplicità, concretezza ed efficacia. Sembra quasi che l’essersi allenati in tutti questi anni a trafficare nel loro business “beni relazionali” mettendo dipendenti, clienti e fornitori al centro, oggi fornisca loro una marcia in più per rispondere con prontezza a una emergenza che li ha colti un po’ meno impreparati. Abbiamo sintetizzato le loro esperienze, moderate dalla giornalista Eugenia Scotti e commentate dal professor Giuseppe Argiolas, nuovo rettore di Sophia.

La storia di un giovane argentino che, nel mezzo della crisi economica originata dalla pandemia, decide di far nascere qualcosa di nuovo, sotto molti punti di vista. Carolina Carbonell lo ha intervistato per noi.

Logo Desenvueltos 300Un proverbio olandese dice "Non si può impedire al vento di soffiare, ma si possono costruire dei mulini". Agustín Cabezas, giovane della città di Salta, da circa un anno aveva in mente di creare un’ impresa che oggi diventa realtà. Ma cosa ha di speciale il suo progetto? Non vogliamo anticiparvi troppo ma, nell’idea di Agustin abbiamo ritrovato, simultaneamente, una serie di elementi innovativi che vanno nella direzione di una sostenibilità fortemente inclusiva, tramite la valorizzazione della comunità e delle sue tradizioni. Il tutto facendo rete, commercio equo e solidale, rifiuti zero e avendo, -sullo sfondo- la cultura della comunione.

I "beni relazionali" coltivati nel tempo con fornitori, clienti e dipendenti, diventano una risorsa che nei tempi di crisi fa la differenza. La storia di Norma e Cristian, imprenditori Edc a Città del Messico

Intervista di Lourdes Hercules

I “colori” delle aziende in tempo di crisi sono il “grigio” che contraddistingue i periodi cupi o il “rosso” delle grandi perdite di quote di mercato o dei conti correnti in cui la liquidità scarseggia. Per questo sorprendono le “tonalità di colore” che caratterizzano il racconto delle esperienze vissute in questi mesi da una coppia di imprenditori EdC messicani.

Cristina e Carlos Marques, imprenditori portoghesi, nel 2004 hanno fondato a Sintra il poliambulatorio “Cintramédica” che offre laboratorio di analisi, visite e esami specialistici. Ecco come hanno affrontato le difficoltà causate dalla pandemia del Coronavirus.

raccolto da Antonella Ferrucci

«Nei primi giorni di marzo, quando la situazione del coronavirus è esplosa in Portogallo, abbiamo perso da un giorno all’altro quasi tutti i clienti. Per fare un esempio, nel laboratorio di analisi cliniche siamo passati da circa 500 a 10 pazienti al giorno. Si è fermata la radiologia, la cardiologia, l’odontoiatria, e tutte le visite specialistiche sono state annullate. Sono stati dei giorni difficili, una fase molto, molto complicata. Ma nonostante le sfide, a marzo siamo riusciti a pagare tutti i medici e i nostri oltre 300 collaboratori che operano nelle 16 sedi sparse sul territorio

Un'azienda spagnola mette a disposizione le sue attrezzature per proteggere la salute di medici e anziani al tempo del Coronavirus

di Lourdes Hercules

La Spagna è uno dei paesi attualmente più colpiti dal Coronavirus in tutto il mondo. La malattia ha cambiato le dinamiche di vita nelle famiglie, negli ospedali, nelle aziende e in tante altre istituzioni. Alcuni processi si sono accelerati e altri si sono rallentati.

La storia di Rosa e Oscar, imprenditori Edc venezuelani: dalla piena fiducia nel "Socio nascosto" nasce la creatività che mantiene viva l'azienda e preserva i posti di lavoro in un tempo di piena emergenza economica e sociale

raccolto da: Lourdes Hercules

Il mio nome è Rosa e sono Venezuelana. Insieme a mio marito Oscar da qualche anno gestiamo una piccola impresa nella città di Maracaibo (nell'ovest del Venezuela) la cui funzione principale, tra altri servizi, è il taglio e l'incisione laser. L'azienda si chiama GALOC LASER, e il mio compito è quello di gestire l'amministrazione e l'organizzazione del business, così come le ricerche di mercato e le vendite. E' davvero una sfida!

Nell'ambito della Settimana Mondo Unito, Aipec e Polo Lionello Bonfanti organizzano la serata in dialogo via web dal titolo:

Verso un'economia inclusiva. Protagonisti di cambiamento.

Imprese per il bene comune: strumento di giustizia e legalità

Appuntamento il 6 maggio 2020, ore 20:45, in collegamento dal Polo Lionello Bonfanti con Eugenia Scotti, Vittorio Pelligra (Economista, Università di Cagliari), Luciana Delle Donne(Made in carcere), Massimo Lettieri(Rimaflow), Enzo Zerbini (Cooperativa Il Calabrone), Luca Strieri (Mezzo Pieno, la rete italiana della positività) che presenterà il libro: "L'IMPRESA POSITIVA - Buone pratiche aziendali di resilienza al tempo del Coronavirus"

Terzo appuntamento con i webinar organizzati da Aipec e Polo Lionello Bonfanti, serata in dialogo via web dal titolo:

Verso un'economia inclusiva. Protagonisti di cambiamento.

Aziende per un impatto ambientale e sociale a prova di futuro

Appuntamento il 20 maggio 2020, ore 20:45, in collegamento dal Polo Lionello Bonfanticon Eugenia Scotti, Eric Ezechieli, Cofondatore di Nativa, prima azienda B Corp certificata e Benefit Corporation (Società Benefit) in Europa, Marco Piccolo,Amministratore Delegato di Reynaldi Srl,Filippo Provenzano, Segretario regione Piemonte del CNA, Giovanni Arletti, Presidente di Chimar SpA,Giorgia Nigri: Dottore in Economia Civile presso Università LUMSA

Aipec e Polo Lionello Bonfanti organizzano la serata in dialogo via web dal titolo:

Verso un'economia inclusiva. Protagonisti di cambiamento.

Imprenditori per una economia di comunione

Appuntamento il 22 aprile 2020, ore 20:45, in collegamento dal Polo Lionello Bonfanti con Eugenia Scotti, Simona Rizzi, Domenico Panichi e altri imprenditori dell'Economia di Comunione

Image

aller à L'ARCHIVE

Langue: FRANÇAIS

Filtrer par Catégories

Nous suivre:

Qui est en ligne

Nous avons 479 invités et aucun membre en ligne

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Ce site utilise des cookies techniques, y compris ceux de parties tierces, pour permettre une exploration sûre et efficace du site. En fermant ce bandeau, ou en continuant la navigation, vous acceptez nos modalités d’utilisation des cookies. La page d’informations complètes indique les modalités permettant de refuser l’installation d’un cookie.