Mind the Economy

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

pubblicato su Il Sole 24 ore del 09/05/2021

Imparare a prendere buone decisioni è un po' come imparare a nuotare, spiegava lo psicologo Robin Dawes, qualche anno fa. La possibilità di nuotare è garantita dal nostro fisico, dai muscoli, dalla capacità di coordinare i nostri movimenti in maniera funzionale. Ma per imparare a nuotare occorre qualcosa in più: bisogna imparare a resistere alla tentazione di voler tenere sempre la testa fuori dall'acqua. Occorre imparare a resistere ad un istinto naturale. Cercando di tenere la testa fuori dall'acqua, infatti, il nostro corpo tenderà naturalmente ad assumere la posizione verticale e quindi ad affondare. Questa è la reazione istintiva di un nuotatore principiante. Abbiamo tutto ciò che ci serve per nuotare ma dobbiamo imparare ad indirizzare nel modo corretto le nostre risorse fisiche, contrastando coscientemente le reazioni più immediate e, paradossalmente, più naturali.

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

pubblicato su Il Sole 24 ore del 10/01/2021

Non tutti gli errori sono uguali e non tutti sbagliamo allo stesso modo. Sul senso della prima considerazione ci siamo soffermati nelle settimane scorse, sottolineando come sia possibile classificare da una parte gli “errori di pianificazione” – le azioni che pensavamo potessero portarci al risultato desiderato erano in realtà non funzionali al raggiungimento dello scopo, e dall'altra gli “errori di esecuzione” – nonostante il piano fosse ben congegnato, è stato eseguito male in qualche sua parte, determinando il mancato raggiungimento dell'obiettivo.

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

pubblicato su Il Sole 24 ore del 03/10/2021

Recita il Corifeo ne «Le Rane» di Aristofane: «Spesso mi è parso che la nostra città, verso i buoni e onesti cittadini, si comporti allo stesso modo che verso la moneta antica e i nuovi pezzi d'oro. Dell'antica, infatti, che non falsificata anzi è certamente la più bella di tutte le nostre, la sola ben coniata e apprezzata dovunque, fra Greci e barbari, di quella non ci serviamo affatto: ma soltanto di questi cattivi pezzi di rame, coniati ieri e ieri l'altro con pessimo conio. E fra i cittadini, quelli che noi conosciamo come bennati e saggi, galantuomini valorosi e giusti, allevati nelle palestre e nei cori e nella buona educazione, noi li oltraggiamo: e invece questi di rame, stranieri e rossi di pelo spregevoli e discendenti da gente spregevole, ultimi arrivati che prima d'ora la città non avrebbe facilmente preso alla cieca nemmeno come vittime espiatorie, di questi ci serviamo per ogni uso. Ma almeno ora, o stolti, cambiate abitudini e tornate a servirvi delle persone per bene».

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

pubblicato su Il Sole 24 ore del 27/02/2022

Il comportamento altruistico è molto più diffuso di quanto non sembri a prima vista. Il fatto è che, spesso, fatichiamo a riconoscerlo. C'è qualcosa nel suo modo di manifestarsi e nella nostra cultura che ci rende difficile individuarlo chiaramente. Si trova sulla stessa linea Lynn Stout quando nel suo interessante Cultivating conscience: how good laws make good people (Princeton University Press, 2011) afferma: «A quanto pare, un numero sorprendente di fattori contribuisce a rendere difficile per noi riconoscere il comportamento altruistico nella vita di tutti i giorni, anche quando accade sotto il nostro naso– e continua - Considerato da solo, uno qualsiasi di questi fattori potrebbe indurre qualcuno a trascurare la realtà del diffuso altruismo. Operando congiuntamente, finiscono per accecare anche gli osservatori più sofisticati» (p. 54).

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

pubblicato su Il Sole 24 ore del 21/11/2021

Cosa possiamo dire di aver imparato dalla crisi dei mutui subprime che ha travolto a partire dagli anni 2007-2008 inizialmente gli Stati Uniti e poi l'Europa diffondendosi, in seguito, su tutti i mercati finanziari internazionali? È molto difficile dirlo, perché le lezioni apprese variano significativamente in base alla narrazione che della stessa crisi viene fatta.

I Commenti de «Il Sole 24 Ore» - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore.

di Vittorio Pelligra

Pubblicato su Il Sole 24 Ore il 19/11/2023

“Ho sostenuto che Hegel appartiene alla tradizione liberale e che esprime quello che può essere chiamato un liberalismo della libertà – scrive John Rawls nelle sue Lezioni di storia della filosofia morale –. Sennonché – continua - fino a tempi piuttosto recenti, le dottrine politiche di Hegel sono state pesantemente fraintese”.

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

pubblicato su Il Sole 24 ore del 25/04/2021

La vita è la somma di tutte le tue scelte”, ci ricorda Albert Camus. Può valere la pena, quindi, cercare di capire a fondo qual è la logica che sottende alle nostre decisioni. Addentrarsi su questo terreno vuol dire anche, necessariamente, esplorare il tema della fragilità del pensiero umano, degli errori cui i nostri processi cognitivi spesso ci inducono e delle strategie che possono essere adottate per cercare di limitare l’occorrenza di tali errori e provare ad attenuarne le conseguenze. Comprendere la differenza tra errori propriamente detti ed errori sistematici o bias. Questi ultimi, diversamente dai primi, sono effetti collaterali delle strategie cognitive, vere e proprie scorciatoie mentali, che utilizziamo per ridurre la complessità del mondo e gestire meglio la sovrabbondanza delle informazioni presenti, generalmente, nei nostri scenari decisionali.

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

pubblicato su Il Sole 24 ore del 24/04/2022

La qualità della vita nelle nostre società complesse è sempre più dipendente dalla qualità dei beni pubblici a cui possiamo avere accesso. I beni pubblici sono beni che, diversamente da quelli privati, non si consumano con l’uso e dal cui godimento non si può legittimamente escludere nessuno.

I Commenti de «Il Sole 24 Ore» - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore.

di Vittorio Pelligra

Pubblicato su Il Sole 24 Ore il 28/05/2023

«Senza fiducia non potremmo neanche alzarsi dal letto la mattina. Verremmo assaliti da una paura indeterminata e da un panico paralizzante». Con questa vivida immagine il sociologo Niklas Luhmann (Fiducia, Il Mulino, 2002, p.5) descrive la centralità che la fiducia interpersonale gioca nella società contemporanea. La filosofa Annette Baier, anche lei interessata al ruolo sociale della fiducia, utilizza un'altra immagine per indicare non solo quanto essa sia preziosa ma quanto possa essere fragile.

I Commenti de «Il Sole 24 Ore» - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore.

di Vittorio Pelligra

Pubblicato su Il Sole 24 Ore il 17/12/2023

La questione della giustizia nel pensiero marxiano rappresenta un vero paradosso. Da una parte, infatti, Marx sposa un concetto di giustizia puramente giuridico, equivalente, cioè, al rispetto delle norme generalmente accettate. D’altro canto, però, sembra considerare il sistema capitalistico che si fonda su quelle stesse norme così negativamente da volerlo sovvertire e questo nonostante, nell’ambito del suo ordinamento giuridico, esso non possa essere considerato ingiusto. I capitalisti, infatti, si comportano secondo le regole quando acquistano la forza-lavoro e i lavoratori non possono affermare di essere trattati ingiustamente visto che accettano le condizioni contrattuali in modo libero e volontario attraverso la sottoscrizione di un contratto che stabilisce una retribuzione in linea con il valore del loro lavoro. Eppure, nonostante questa formale coerenza con il quadro normativo che porta Marx a ritenere il sistema capitalistico giusto, almeno nell’accezione della giustizia formale, la proprietà privata dei mezzi di produzione, l’essenza stessa del capitalismo, viene condannata fermamente come causa di sfruttamento.

I Commenti de «Il Sole 24 Ore» - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore.

di Vittorio Pelligra

Pubblicato su Il Sole 24 Ore il 07/01/2024

 Il capitalismo è per Marx, un sistema irriformabile. Solo un radicale sovvertimento delle sue strutture economiche potrà portare al profondo mutamento sociale necessario per l’eliminazione dei suoi esiti più odiosi: lo sfruttamento, l’alienazione e la de-umanizzazione. È irriformabile perché nell’ambito della sua cornice giuridica e morale – la morale borghese – esso è da ritenersi perfino giusto. Non sarà quindi un anelito di giustizia da parte dei cittadini a generare il cambiamento ma solo le contraddizioni interne al capitalismo maturo che venendo alla luce in maniera esplicita lo porteranno, presto o tardi, al collasso.

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

pubblicato su Il Sole 24 ore del 23/01/2022

Cos'è un bene economico? Sembra una di quelle domande banali tipo “cos'è un numero?” o “cos'è la vita?”. Tanto banali che dopo secoli di riflessione filosofica e scientifica ancora non hanno trovato una risposta univoca e condivisa.

Sono domande che rispondono a quella logica cui faceva riferimento Bertrand Russell quando sosteneva che le cose più difficili da vedere con chiarezza non sono solo quelle più lontane da noi, sconosciute, ma anche quelle più vicine e familiari. Certo quella della natura di un bene economico non è una questione così intrigante come quella del vero significato di un numero o dell'essenza della vita, ma è comunque un problema che ha creato non poche difficoltà agli specialisti, tanto da dar vita a complesse classificazioni.

#MindtheEconomy, la nuova serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

Di Vittorio Pelligra

Pubblicato su Sole 24 ore il 18/11/2018

NeymarQuella vostra collega che mai prima vi aveva neanche solo degnato di uno sguardo, e per la quale avevate confessato a qualche amico di avere una mezza cotta, da qualche tempo ha iniziato a sorridervi graziosamente, ad essere regolarmente gentile con voi, perfino a scambiare amabilmente quattro chiacchere durante la pausa-caffè. Ne siete felici, sembra finalmente essersi accorta della vostra esistenza e, forse, anche di ciò che provate per lei; chissà, magari inizia a ricambiare i vostri sentimenti.

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

pubblicato su Il Sole 24 ore del 06/02/2022

La teoria economica «ha studiato una moltitudine di meccanismi che possono essere utilizzati per indurre i lavoratori ad agire nell'interesse dei loro datori di lavoro. Questi includono il cottimo, le opzioni, i bonus discrezionali, la partecipazione ai profitti, i salari di efficienza, le compensazioni differite, e molti altri». Prendergast, C., «The provision of incentives in firms». Journal of Economic Literature 37, pp. 7–63, 1999, p. 7). «Spingere i lavoratori ad agire nell'interesse dei loro datori di lavoro», scrive l'economista di Chicago Canice Prendergast a proposito degli incentivi.

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore.

di Vittorio Pelligra

Pubblicato su Il Sole 24 ore il 07/08/2022

La produzione volontaria di un bene pubblico è un esempio classico di “dilemma sociale”, una situazione nella quale, cioè, l'interesse individuale e quello collettivo divergono. Per questa ragione la capacità di produrre beni pubblici è vista come una misura affidabile della propensione di un certo gruppo alla cooperazione.

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore.

di Vittorio Pelligra

Pubblicato su Il sole 24 ore il 24/07/2022

«Chi controlla i controllori?» si chiede Giovenale nella sesta delle sue Satire; e Platone ne La Repubblica, suggerendo ai controllori dello Stato di evitare l’ubriachezza per non essere costretti ad essere controllati a loro volta, definisce “ridicola” una situazione nella quale “un custode abbia bisogno di un altro custode”. Eppure, gli economisti non sono tutti convinti che Platone abbia ragione al riguardo. Molti, infatti, ritengono che, in particolari circostanze, si manifestino situazioni nelle quali ci sarebbe bisogno di un controllore dei controllori. 

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

pubblicato su Il Sole 24 ore del 18/04/2021

Uno dei problemi più studiati e ancora, in parte, irrisolto delle scienze comportamentali riguarda la frequenza con la quale moltissimi negoziati finiscono in una impasse, una situazione di stallo dalla quale le parti coinvolte non riescono ad uscire e che, spesso, determina spreco di tempo, risorse economiche e, non di rado, disagio psicologico. L'impasse può riguardare molte situazioni differenti: dalle cause in tribunale alle contese aziendali, dalle faide domestiche ai conflitti etnici e religiosi. La natura paradossale di questi casi non risiede solo nel fatto che tutte le parti coinvolte si trovano, alla fine, a perdere qualcosa, ma anche nel fatto che, siccome generalmente queste impasse si manifestano durante lunghi periodi di tempo, questo tempo potrebbe, certamente, dare molte occasioni di incontro tra le parti, di comunicazione e, quindi, di compromesso. Non è, dunque, la carenza di opportunità a far sì che gli accordi sfumino.

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

pubblicato su Il Sole 24 ore del 24/01/2021

Cosa intendiamo esattamente con l'espressione “Per un punto Martin perse la cappa”? Siamo nel XVI secolo e la leggenda vuole che Martino fosse un monaco dell'abazia di Asello, situata probabilmente sull'Appennino toscano. Martino era il sostituto designato dell'ormai anziano abate, Leonildo. Per suggellare il cambio della guardia e la sua promozione con un motto benaugurale e al tempo stesso una dichiarazione programmatica su come avrebbe condotto l'abazia, Martino incaricò un artigiano locale di realizzare un'iscrizione sull'architrave del portale d'ingresso. L'iscrizione, in latino, recitava “Porta patens esto. Nulli clavdatur honesto”, cioè “Porta sarai aperta. A nessun uomo onesto sarai chiusa”. In questo modo il futuro abate intendeva indicare la sua politica di apertura, accoglienza e carità verso tutti coloro che si dimostravano onesti e di buona volontà.

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore

di Vittorio Pelligra

pubblicato su Il Sole 24 ore del 05/09/2021

Commentando, qualche giorno fa, i dati sulle previsioni di crescita del Pil, il ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione Renato Brunetta si dice convinto che un’ulteriore spinta alla crescita della ricchezza nazionale potrebbe venire da una riduzione sostanziale del ricorso allo smart workingtra i dipendenti pubblici. Secondo il ministro bisognerebbe trasformare la modalità di lavoro agile in una “eccezione” stabilita dai dirigenti in base alle singole situazioni e alle esigenze delle diverse amministrazioni.

I Commenti de «Il Sole 24 Ore» - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul Sole 24 ore.

di Vittorio Pelligra

Pubblicato su Il Sole 24 Ore il 17/09/2023

I metodi dell'etica (1874) di Henry Sidgwick rappresenta a detta del filosofo John Rawls «la prima opera veramente accademica di filosofia morale». Un trattato di grande importanza sia perché procede alla definizione coerente dell'approccio utilitaristico sviluppato fino ad allora in maniera meno sistematica da Bentham e Mill, sia perché mette in luce oltre ai punti di forza, con grande onestà intellettuale, anche tutti i limiti dell'utilitarismo.

Image

vá para O ARQUIVO

Lìngua: PORTUGUÊS

Filtrar por Categorias

Siga-nos:

A economia do dar

A economia do dar

Chiara Lubich

«Ao contrário da economia consumista, baseada numa cultura do ter, a economia de comunhão é economia da partilha...

Leia mais...

As tirinhas de Formy!

As tirinhas de Formy!

Conheces a mascote do site Edc?

O dado das empresas

O dado das empresas

A nova revolução para a pequena empresa.
Dobre! Jogue! Leia! Viva! Compartilhe! Experimente!

O dado das empresas agora também em português!

quem está online?

Temos 514 visitantes e Nenhum membro online

© 2008 - 2024 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Este site utiliza cookies, também de terceiros, para oferecer maiores vantagens de navegação. Fechando este banner você concorda com as nossas condições para o uso dos cookies.