Help Ukraine

I contributi raccolti dal Coordinamento Emergenze del Movimento dei Focolari attraverso le ONLUS AMU (partner Edc) e AFN andranno a sostenere le attività di assistenza alla popolazione realizzate da Caritas-Spes Ucraina.

fonte: Amu

Non si fermano le azioni di guerra in Ucraina e tra la popolazione ci sono migliaia di sfollati in fuga e moltissimi che cercano di sopravvivere tra rifugi e ricoveri di emergenza, dove si può ricevere un primo sostegno.

La guerra in ucraina continua e la situazione evolve di ora in ora. Continua anche la raccolta del Coordinamento del Movimento dei Focolari, AMU e AFN per sostenere le azioni della Caritas-Spes Ucraina. Gli aggiornamenti ci arrivano da Mira, focolarina slovena che vive in Ucraina e lavora per Caritas-Spes

fonte: Amu

8 marzo 2022 - Sono 34 i centri della Caritas-Spes attualmente operativi a Odessa, Berdyansk, Kharkive Kiev e sono principalmente occupati nella ricezione, preparazione e distribuzione degli aiuti umanitari in arrivo. Oggi sono quasi 160 le tonnellate di cibo, indumenti, beni di prima necessità e medicinali arrivati.Nelle sedi Caritas vengono immagazzinati, smistati, imballati e inviati alle diverse missioni che li distribuiscono alla popolazione.Grazie anche a questa attività si calcola che il numero delle persone assistite supera le 29.500.Tra queste circa 4.600 persone (compresi 1.090 bambini) sono state ospitate in rifugi più sicuri.

Dall’inizio del conflitto in Ucraina il Coordinamento emergenze del Movimento dei Focolari, AMUe AFNhanno promosso una raccolta fondi per sostenere la popolazione locale. In questo video, Mira, focolarina slovena che vive in Ucraina e lavora per Caritas-Spes, ci racconta quello che sta succedendo, le azioni e gli aiuti che stiamo realizzando grazie ai contributi arrivati fino ad oggi.

#EoF Proview - Come redattori della sezione Sfide Contemporanee del blog EoF ProView, avevamo previsto di dare il via al nostro lavoro con qualcosa di più positivo, ma data la straordinaria situazione che sta affrontando l'Ucraina in questi giorni, dobbiamo modificare i nostri piani.

di Diana Salgado e Si Chun Lam

fonte: The Economy of Francesco blog

Con grande shock, tristezza e dolore assistiamo agli atti di guerra nel cuore dell'Europa. Com'è possibile che, nel XXI secolo, le nazioni usino ancora la forza per risolvere i loro obiettivi geopolitici e geoeconomici, trascurando il benessere umano?

Riceviamo e pubblichiamo l'appello che i membri dell'EdC Slovacca hanno rivolto ai loro amici, per rivolgerlo a tutti voi

Se tutto il mondo segue con angoscia e sgomento quanto sta accadendo a Kiev in queste ore, la Slovacchia si trova in prima linea a mettere in atto azioni concrete per far fronte all'emergenza ed accogliere i rifugiati in fuga. Qui riportiamo l'accorato appello della comunità Edc slovacca e lo facciamo nostro sperando che davvero ciascuno di noi riesca a trovare un modo per aiutare "i nostri fratelli e le nostre sorelle" in Ucraina.

Carissimi Amici, ognuno di noi è scosso dalle notizie e prova un dolore indescrivibile per la follia della guerra in Ucraina, di cui siamo testimoni in diretta attraverso tutti i media e attraverso contatti personali con i nostri amici laggiù.

Per uscire dal vicolo cieco di una guerra sempre più crudele è necessaria l’azione dell’assemblea generale dell’Onu

di Alberto Ferrucci

pubblicato su Città Nuova l'11/03/2022

Per chiunque sarebbe molto difficile derubricare a “danni collaterali” la madre a terra assieme ai figli, uccisi da una bomba mentre con valigia e zainetti cercavano di sfuggire ad un destino non meritato. Con quella immagine negli occhi è molto difficile immaginare una scala di valori o di interessi capaci di indurre un agire così disumano, ma al di là dei propri sentimenti e della propria logica, il “farsi uno” è l’unica via per concepire soluzioni negoziali che ci possano far uscire da questo incubo.

Image

vá para O ARQUIVO

Lìngua: PORTUGUÊS

Filtrar por Categorias

Siga-nos:

10-06-2021

Editoriais – Os valores resgatados das multinacionais para vacinas, famintos e empobrecidos por...

A economia do dar

A economia do dar

Chiara Lubich

«Ao contrário da economia consumista, baseada numa cultura do ter, a economia de comunhão é economia da partilha...

Leia mais...

As tirinhas de Formy!

As tirinhas de Formy!

Conheces a mascote do site Edc?

O dado das empresas

O dado das empresas

A nova revolução para a pequena empresa.
Dobre! Jogue! Leia! Viva! Compartilhe! Experimente!

O dado das empresas agora também em português!

quem está online?

Temos 309 visitantes e Nenhum membro online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Este site utiliza cookies, também de terceiros, para oferecer maiores vantagens de navegação. Fechando este banner você concorda com as nossas condições para o uso dos cookies.