Bruni Varie

Benedetto XVI: il ricordo di Luigino Bruni

Luigino Bruni, economista, saggista e giornalista italiano, ricorda Papa Benedetto XVI – Joseph Ratzinger nel giorno della sua partenza

di Luigino Bruni

pubblicato su Prima Pagina online il 31/12/2022

Benedetto XVI ci ha lasciato nell’ultimo giorno dell’anno. Un giorno particolare, saliente, come lo è stata la sua vita. Papa Benedetto XVI e l’uomo, il professore, il sacerdote Joseph Ratzinger sono vissuti l’uno accanto all’altro, e in quasi dieci anni di pontificato. In genere, la valutazione morale di un’esistenza non è data dalla media di tutti momenti della vita né dalla somma; quasi sempre, soprattutto nelle vite di donne e uomini con un compito da svolgere, il senso dell’intera esistenza dipende da pochi atti. Qualche volta da un solo atto decisivo: quello che svela il nostro destino.

Non è stata facile l’attività pastorale e teologica di Joseph Ratzinger.
Uomo del concilio ne è stato interprete e protagonista, ma poi ha dovuto attraversare la più grande crisi della Chiesa dal medioevo: la post-modernità e quindi la fine della Christianitas (che neanche il concilio aveva colto). La crisi, le paure, le incertezze e le ambivalenze di BXVI sono state quelle della sua Chiesa. Una Chiesa che lui ha amato più di se stesso, e quell’atto straordinario di rinuncia (molto simile a quello di Celestino V), ha fatto del suo pontificato qualcosa di grande.

Un gesto decisivo è il distillato di una vita intera, mai atto isolato.
Perché con quel gesto ha portato, a sua insaputa, la Chiesa nella post modernità: come avviene raramente nella storia, si teme con la ragione qualcosa per tutta la vita, poi un gesto fa fare alla carne ciò che il logos non sapeva fare. Quelle dimissioni hanno posto fine alla visione sacrale del papato, lo hanno riportato alla sua dimensione evangelica di servizio, e così ha cambiato la storia dei futuri papi.

E tornando Joseph Ratzinger dopo Papa Benedetto XVI, ci ha detto, senza dirlo, che ogni uomo è più grande del proprio destino. Così è morto come era nato: Joseph, Adam, figlio della terra, come tutti. Non è facile lasciare la terra col nome col quale ci siamo arrivati, portando in dote tutti gli altri nomi del cammino.
Grazie Papa Benedetto, grazie Joseph Ratzinger: grazie per l’amore immenso alla Chiesa, grazie per essere riuscito ad uscire di scena da vero uomo umile. Grazie per la Caritas in Veritate, forse l’enciclica papale con le parole più belle e buone sull’economia. E grazie per aver custodito il vangelo, per aver custodito una voce.

Buon volo padre, buon volo fratello.

Foto: Vatican News

Image

SFOGLIA L'ARCHIVIO

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie Archivio

Seguici su:

Rapporto Edc 2018

Rapporto Edc 2018

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Il dado per le aziende!

Il dado per le aziende!

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Scarica la APP per Android!

Chi è online

Abbiamo 250 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2024 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.