Prophetic Economy

Castelgandolfo (Roma): 2 - 4 novembre 2018

FOR THE PEOPLE, PLANET AND OUR FUTURE.

FOR THE PEOPLE, PLANET AND OUR FUTURE.

Prophetic Economy

Castelgandolfo (Roma): 2 - 4 novembre 2018

#ProfeticEconomy è molto più di un evento di tre giorni, è un cammino intrapreso insieme ad Associazioni e Movimenti che intendono dare risposte al grido della terra e dei poveri. Il nostro mondo affronta infatti una crisi ecologica e sociale. I cambiamenti climatici e l'aumento della disuguaglianza sono alimentati da strutture economiche ingiuste, politiche a breve termine e pratiche di aiuto obsolete.

Tante persone in tutto il mondo credono appassionatamente nello sviluppo umano e nella sostenibilità, lavorano  instancabilmente per cambiare le regole e chiedere giustizia. È tempo di metterci insieme ed essere più della somma delle nostre parti.

#ProfeticEconomy sarà un’esperienza e l’inizio di un processo: è nostra intenzione stimolare l’inventiva, il confronto e la creatività nella ricerca di soluzioni sostenibili e collettive ai problemi sociali ed ambientali del nostro tempo, con particolare attenzione ai più poveri.

www.propheticeconomy.org

Quando la violenza indossa la toga

La Comunidad de Paz di San José de Apartadó, vincitrice del 1° premio al Prophetic Economy Award, è in apprensione per le pretestuose accuse al suo rappresentante legale, che rischia l'arresto. Occorre un sostegno concreto e corale.

di Marco Calabria

pubblicato su Comune.info.net il 10/12/2018

181108 German Comunidad de Paz ridGermán Graciano Posso, il rappresentante legale della Comunidad de Paz di San José de Apartadó, rischia di finire in carcere, dove la sua vita sarebbe, naturalmente, più in pericolo che mai. Nel dicembre scorso, Germán è già sfuggito a un tentativo di omicidio in seguito a un’incursione di un gruppo di uomini armati, che si erano introdotti, spacciandosi per acquirenti di cacao, all’interno della Comunità con l’esplicito intento di ucciderlo.

Non era certo la prima volta che si attentava alla vita del giovane campesino, venuto in Italia, nei primi 181102 04 Prophetic Economy 22 ridgiorni di novembre, per ricevere diversi riconoscimenti, tra cui il Prophetic Economy Award 2018, premio che la Comunità di Pace ottiene per essere riuscita, in mezzo al devastante conflitto armato colombiano, a costruire “un’economia alternativa, una resistenza e un modello esemplare di costruzione della pace”. E non era certo la prima volta che il coraggio di German veniva messo drammaticamente alla prova, visto che ben 19 suoi familiari sono stati assassinati negli anni scorsi.

Dopo quella incursione, l’ultima di oltre mille aggressioni di diversa natura che, in 21 anni di esistenza, la Comunità disarmata ha subito (oltre 300 le persone della Cdp uccise, quasi un terzo dei partecipanti), i comuneros avevano intensificato le denunce sulla mancanza di protezione da parte degli apparati dello Stato colombiano. In particolare della XVII Brigata dell’esercito nazionale, che nella regione di Antioquia avrebbe proprio quel compito, se non fosse da sempre connivente con i paramilitari oppure, molto spesso, protagonista di persecuzioni e violenze atroci in modo diretto.

181107 Udienza Papa Francesco Chocopaz ridForte della tradizionale impunità, e forse anche del rafforzamento del clima nazionalista e patriottico conseguito dalla vittoria della destra nelle elezioni presidenziali, il comandante della XVII Brigata, Carlos Alberto Padilla Cepeda, aveva a sua volta denunciato legalmente la Comunità di Pace per aver violato il “diritto fondamentale all’onore, al buon nome e all’intimità” delle sue truppe. Il Tribunale locale, lo stesso che aveva deciso di rimettere in libertà i due aggressori fermati dai contadini durante l’azione armata di dicembre, non si è lasciato sfuggire l’occasione e, con una surreale interpretazione del senso di giustizia, ha emesso una sentenza che, di fronte al rifiuto della Comunità di ritrattare le accuse rivolte, ordina l’arresto del suo rappresentante legale Germán Graciano. In Tribunale si scambia il ruolo delle vittime e dei carnefici come nel più classico dei finali a sorpresa di un film noir.

La persecuzione delle persone che fanno parte della Comunità di Pace è stata negli anni 181113 Comunidad de Paz Arrivo Premio ridriconosciuta dalla Corte Interamericana dei Diritti Umani e da moltissimi altri organismi internazionali. Per fare un solo esempio, Michel Forst, relatore speciale dell’Onu che si occupa proprio dei difensori dei Diritti Umani, il 4 dicembre ha definito “drammatica” la situazione colombiana. Un eufemismo. “Sono estremamente preoccupato per il possibile arresto di Germán Graciano”, ha detto Forst, “sono stato in quella comunità pochi giorni fa, durante la mia visita in Colombia. Continuerò a seguire questa situazione”. Si attende anche un fermo pronunciamento della Corte Costituzionale colombiana, che in diverse occasioni, l’ultima solo nel settembre scorso, ha ribadito la necessità di protezione della Comunità dalle violenze dei paramilitari presenti nella regione e dalla Forza Pubblica (cioè la XVII Brigata dell’esercito), connivente con esse.

Diverse decine di organizzazioni colombiane e internazionali hanno intanto espresso indignazione per la nuova persecuzione giudiziaria contro la Comunità e hanno manifestato piena solidarietà al suo Rappresentate Legale. Staremo a vedere, nei prossimi giorni, se ancora una volta la giustizia dell’América Latina confermerà la triste affermazione di Eduardo Galeano, quella di essere come i serpenti, capace di mordere solo chi cammina a piedi scalzi.


Per sostenere la Comunidad de Paz, sostieni Operazione Colomba

Seguici su:

Seguici su:

Chi è online

Abbiamo 451 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.