Tutte le News

Tutte le ultime news dall'Economia di Comunione

0

L’Economia di comunione fa 30

Rassegna stampa - A Loppiano l’evento internazionale per celebrare i trent’anni del modello

di Antonio Degl'Innocenti

pubblicato su Avvenire il 30/05/2021

Sei lingue e sette piattaforme per un incontro planetario fatto da centinaia di persone e ospiti. È il risultato del collegamento di ieri che ha celebrato "30 anni di Economia di Comunione" in diretta dalla Cittadella di Loppiano, in Toscana. Un evento realizzato «grazie alla generosità di molti imprenditori e amici – ha commentato l’economista Luigino Bruniche hanno contribuito per la sua realizzazione senza togliere un euro da destinare ai poveri». Il progetto di Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei Focolari, ha continuità ed oggi maturità. 

Un percorso lungo e non semplice che ha messo al centro i poveri in un sistema di aiuto globale. «L’economia come scienza – ha commentato l’economista Stefano Zamagniha molte parole ma non ha la parola comunione. Mi chiesi come poteva una come Chiara, che non aveva una formazione economica, lanciare una sfida intellettuale di quel tipo. Doveva esserci qualcosa: un carisma speciale».
Infatti nel maggio 1991 Chiara Lubich, atterrando a San Paolo del Brasile, fu colpita dal contrasto fra i grattacieli e le favelas che li circondavano. Sentì di fare qualcosa: il 29 maggio 1991 fece nascere l’Economia di Comunione.

Oggi, nell’era della più grande pandemia del nuovo millennio, vi è ancora più bisogno di un’economia di comunione condivisa e vissuta. «L’economia di comunione ha avuto un impatto notevole nel mondo economico – ha proseguito Zamagni – : primo perché ha permesso di recuperare quella tradizione di pensiero dell’economia civile e successivamente tutta una serie di altre iniziative. Pensiamo alla scuola di economia civile, ma anche all’ultimo grosso evento che è l’Economia di Francesco: una miscela tra economia civile che è un paradigma, quindi uno sguardo, ed Economia di Comunione». Per Zamagni essere riusciti a parlare di Edc in alcune università del mondo dopo 30 anni dalla nascita è un traguardo importantissimo. Economia di Comunione comprende oltre 1.000 aziende che in tutto il mondo aderiscono al progetto o ad esso si ispirano, 15 incubatori aziendali EoC-IIN per lo sviluppo di nuove imprese in altrettanti Paesi, 6 progetti di sviluppo integrale in corso, oltre 400 tesi di laurea. «Voglio usare una parola che è scomparsa dall’uso almeno da un secolo: conazione – ha concluso Zamagni –. Una parola che venne coniata da Aristotele, nata dalla crasi tra conoscenza ed azione che vuol dire cha la conoscenza deve essere messa al servizio della azione e l’azione non può essere esercitata e portare frutti se non su una base di conoscenza. Adesso la sfida dei prossimi trent’anni dell’edc è quella d’irrobustire la componente conoscitiva».

A conclusione Bruni, coordinatore del progetto Economia di Comunione, ha fatto alcune considerazioni sull’Edc che è «anche un’economia delle beatitudini: mite, pura volta a costruire pace, che è povera ma è anche femminile, mariana in senso carismatico, ma anche un’economia che piange ed è consolata dalla giustizia ed è beata in quanto è l’economia del regno dei cieli».

Image

SFOGLIA L'ARCHIVIO

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie Archivio

Seguici su:

Rapporto Edc 2018

Rapporto Edc 2018

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Il dado per le aziende!

Il dado per le aziende!

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Scarica la APP per Android!

Seguici su:

Corsi di Economia Biblica 2019

scuola biblica box

14-15 settembre 2019
(Libro di Qoélet)
vedi volantino - Per maggiori informazioni - iscriviti qui

Rapporto Edc 2017

Rapporto Edc 2017

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Chi è online

Abbiamo 512 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.