Loppiano Lab

Image

“Custodire, valorizzare, innovare. Tempo scaduto?"

4-5 ottobre 2019 (Loppiano – FI)

Decima edizione - “Custodire, valorizzare, innovare”. È intorno a queste tre parole chiave che nasce la proposta della decima edizione di Loppianolab, il laboratorio per l’Italia che ritorna, il 4 e 5 ottobre 2019, rinnovato nel format e nei contenuti con focus, laboratori ed esperienze, per approfondire la nostra relazione con la Terra e con l’uomo. Nell’epoca in cui l’umanità sta consumando le risorse terrestri disponibili e il futuro dei nostri giovani, Loppianolab guarda al Pianeta.

Attraverso la consueta formula laboratoriale che contraddistingue l’evento, LoppianoLab raccoglierà interrogativi e problemi, ascolterà la voce di esperti e quella di chi ha saputo innovare, proporrà piste d’azione e sensibilizzazione, buone pratiche, si confronterà con le culture indigene, si farà promotore di una presa di coscienza individuale e collettiva che rimetta al centro dell’economia, del lavoro, della politica, l’essere umano e il Creato.

Vedi il sito di LoppianoLab - Vai al programma complessivo (il programma è ancora in corso di aggiornamento) - Iscriviti a Loppianolab 

Info e prenotazioni alloggi: 055 9051102 - loppianolab.accoglienza@loppiano.it

LoppianoLab è promosso dal Polo imprenditoriale EdC Lionello Bonfanti e dalla Cittadella internazionale di Loppiano in collaborazione con Istituto universitario Sophia e Gruppo editoriale Città Nuova .

Loghi_promoter_LoppianoLab

0

Si è conclusa la decima edizione di LoppianoLab

Alla vigilia del Sinodo per l’Amazzonia,  la decima edizione del laboratorio per l’Italia “Loppianolab” ha coinvolto cittadini, lavoratori, studenti, scienziati, professionisti, studiosi, imprenditori, politici e volontari in un laboratorio interculturale e intergenerazionale per il bene comune del Paese e del Pianeta.

 di Tamara Pastorelli

«I giovani pensano che davvero si può cambiare il mondo e credendoci si mettono in moto: lasciamoci trascinare da loro!». Così, l’economista Suor Alessandra Smerilli ha aperto la seconda giornata di Loppianolab 2019. “Custodire, valorizzare, innovare: tempo scaduto?” era il titolo della manifestazione che ha attirato nella cittadella internazionale dei Focolari circa un migliaio di persone da tutta Italia, per discutere e confrontarsi sull’attuale crisi socio-ambientale.

Durante la due giorni, le vie del “custodire”, del “valorizzare” e dell’”innovare” hanno offerto ai partecipanti nuovi stimoli e buone pratiche replicabili nel campo dell’imprenditoria e delle scienze economiche, della gestione dei beni culturali, del turismo, della lotta allo spreco alimentare, dell’inclusione lavorativa di persone con fragilità, di stili di vita compatibili con la cura delle persone e della Terra, nostra Casa Comune. Nel dibattito, è risuonata forte, in particolare, la voce e le esperienze dei più giovani.

«Non sono qui per chiedervi di proteggere la Madre Terra, vengo a reclamare, a farvi stare male - ha detto Achic Lema, giovanissima ricercatrice indigena ecuadoriana - Noi esseri umani non siamo il vertice di una piramide, siamo parte di un tutto. La cosmovisione andina si basa sul valore della cura della crescita della vita, considerandola in tutte le sue forme. Da piccola ero abituata a parlare con gli alberi, con gli animali, l’acqua, il vento, perché ogni forma di vita merita rispetto. Folle? Credo sia ancor più folle credere che il mercato si regoli da solo».

Francesco e Emanuele Caschetto, invece, sono due bambini che vengono da Assisi e con la loro famiglia vivono l’esperienza del Movimento Cattolico Globale per il Clima. Raccontano: «Abbiamo cominciato a ridurre l’uso della plastica usa e getta, partecipando alla Quaresima ecologica. Così, abbiamo digiunato dallo spreco di plastica, un giorno a settimana dalla carne e anche dai social media. Abbiamo scoperto che vivere così è più economico e ci rende più felici».

 Ha commentato, al termine della manifestazione, l’economista Luigino Bruni, tra i promotori dell’evento: «È evidente che, con il 2019, a partire da Greta Thunberg, è entrato sulla scena pubblica il pensiero dei ragazzi. Che è un pensiero. Loro hanno cose da dire e noi dobbiamo ascoltarli. Le cose che hanno detto oggi questi ragazzi, ti portano a fermarti e ad ascoltare, non per finta. Si parla tanto di decrescita ma a me sembra che debba crescere qualcosa: esperienze e spiritualità. Noi oggi abbiamo fatto un’esperienza spirituale laica parlando di economia, di scienza, di lavoro».

 L’edizione 2019 di Loppianolab è stata promossa da Loppiano (Fi), Cittadella Internazionale dei Focolari e dal Polo Lionello Bonfanti, in collaborazione con il Gruppo Editoriale Città Nuova e l’Istituto Universitario Sophia.

Photogallery:

vedi le foto di venerdì 4 ottobre pomeriggio al Polo Lionello Bonfanti e alla Coop di Figline

vedi le foto di sabato 5 ottobre mattina all'Auditorium di Loppiano

vedi le foto di sabato 5 ottobre pomeriggio all'Auditorium di Loppiano e dintorni

Seguici su:

Rapporto Edc 2018

Rapporto Edc 2018

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Il dado per le aziende!

Il dado per le aziende!

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Scarica la APP per Android!

Seguici su:

Corsi di Economia Biblica 2019

scuola biblica box

14-15 settembre 2019
(Libro di Qoélet)
vedi volantino - Per maggiori informazioni - iscriviti qui

Rapporto Edc 2017

Rapporto Edc 2017

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Chi è online

Abbiamo 335 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.