Benedetta Economia!

Su Tv2000 a partire dal 29 ottobre ogni domenica alle 19

fonte: Ufficio Stampa TV2000

Benedetta Economia Scotto Bruni 01 ridSusanna Camusso, Brunello Cucinelli, Cesare Romiti, Elsa Fornero, Giulio Tremonti, Suor Giuliana Galli, Johnny Dotti, Bill Niada, discutono con l’economista Luigino Bruni

‘Benedetta economia!’ è il nuovo programma di Tv2000 che propone una lettura inedita dell’economia dei nostri giorni. Otto puntate, otto brani diversi della Bibbia, per scoprire cosa ci sia di antico e di nuovo all’origine di quella ‘economia dell’esclusione e dell’iniquità’ condannata da Papa Francesco nell’esortazione apostolica ’Evangelii Gaudium’.

Riparte il prossimo mercoledì 28 ottobre alle ore 21:50 "Benedetta Economia!", come sempre su TV2000

fonte: Ufficio stampa di TV2000

L’evoluzione della crisi economica che il Paese sta attraversando e le parole di Papa Francesco dedicate “all’economia malata” per accompagnare i telespettatori verso l’appuntamento con “The Economy of Francesco”, l’evento in Benedetta Economia Luigino Bruni 04 ridprogramma ad Assisi dal 19 al 21 novembre. È il tema della quarta stagione del programma Benedetta economia! in onda su Tv2000 (canale 28 e 157 Sky) ogni mercoledì alle ore 21.50, a partire dal 28 ottobre. Conduce Eugenia Scotti, insieme al professore Luigino Bruni, docente di economia civile alla Lumsa di Roma e direttore scientifico di “The Economy of Francesco”.

Nella prima puntata, dal titolo ‘Il virus delle diseguaglianze” ospiti Fabrizio Barca, presidente del coordinamento del Forum per le disuguaglianze e le diversità, e l’ex premier Enrico Letta, direttore della Scuola di Affari internazionali Sciences Po di Parigi. Chiamati a confrontarsi con le storie di chi ha visto crollare le proprie certezze economiche in questi mesi di pandemia, di chi è costretto a fare i conti con l’aumento crescente delle diseguaglianze territoriali, educative e sanitarie.

 L’economia reale alla luce della Bibbia: tasse, corruzione, lavoro e ambiente: dal 20 ottobre ogni domenica alle 18.30 su Tv2000

 fonte: Ufficio Stampa Tv2000

Torna su Tv2000 ‘Benedetta economia!’, il programma che propone una lettura inedita dell’economia dei nostri giorni. Dal 20 ottobre in onda ogni domenica alle 18.30 su TV2000, la prima puntata è dedicata alle tasse e al valore che assume la contribuzione di ogni cittadino nella promozione di una società più giusta e più equa. Ospite Carlo Cottarelli direttore dell’Osservatorio dei conti pubblici italiani dell’Università Cattolica di Milano.

Condizioni economiche, livello di istruzione, uguaglianza delle opportunità sono i temi al centro della puntata di “Benedetta economia!”, andata in onda domenica 1° dicembre alle 18.30 su Tv2000, che si apre con la lettura di un brano biblico tratto dal Libro del profeta Ezechiele, sulle “colpe dei padri”.

La parabola del Buon samaritano offre lo spunto per parlare di fiducia nei luoghi di lavoro. E’ il tema della quinta puntata di “Benedetta economia!” in cui il professore Luigino Bruni offre una rilettura inedita e completa del brano dal Vangelo di Luca (Cap. 10, 25-37). Perché oltre che ragionare sul ruolo del samaritano, ragiona sull’altra figura presente nella parabola: quella dell’albergatore.

Sesta puntata della quarta stagione di Benedetta economia!"andata in onda il 2 dicembre 2020 dal titolo: "Donne ed economia: lo sguardo che manca". Le donne lavoratrici guadagnano circa 3 mila euro annue lorde in meno rispetto ai colleghi maschi. Per superare il gender pay gap, serviranno, con le tendenze attuali, 99 anni. Eppure qualche azienda attenta al giusto compenso fra i lavoratori c’è. La Ferrari ha ottenuto la certificazione Equal Salary. Benedetta Economia!, il programma di Tv2000 (canale 28 e 157 Sky), è entrata negli stabilimenti di Maranello cercando di capire come il talento femminile viene valorizzato un ambiente solo apparentemente maschile

Luigino Bruni ed Eugenia Scotti ne hanno discusso in trasmissione con  la giornalista, già inviata di guerra, Carmen Lasorella,la segretaria generale della Cisl, Anna Maria Furlan, Claudia Parzani, partner del colosso inglese Linklaters e vicepresidente di Borsa italiana, Riccarda Zezza, ceo di Life Based Value e ideatrice del programma Maam, Maternity as a master, e Josè Rallo, amministratore delegato di Donnafugata. Logo Benedetta Economia 2019 A stimolare, con dati e statistiche, il dibattito in studio, c’è Renato Amoroso, dottoranda di ricerca del corso di economia civile dell’Università Lumsa di Roma.

Pubblicato sul Canale Youtube di TV 2000 il 3 dicembre 2020

È un brano dal libro dell’Esodo (capitolo 16) che ricorda il dono della manna, il pane che il Signore ha offerto come cibo agli Israeliti contro la fame e la carestia, ad aprire la terza puntata di “Benedetta economia!” andata in onda domenica 3 novembre alle 18.30 su Tv2000.

Logo Benedetta Economia 150 rid'Beati i poveri’, ‘Guai a voi ricchi’: dalla lettura del brano dell’evangelista Luca (Capitolo 6, 17-28) la sesta puntata di “Benedetta economia!” dedicata a povertà e ricchezza. La provocazione delle beatitudini in un mondo economico che sembra voler nascondere i volti, il valore e il senso della povertà. Il professor Luigino Bruni dialoga con Suor Giuliana Galli, una religiosa che ha saputo portare la sua esperienza di povertà in uno dei salotti buoni della finanza italiana. Per oltre 23 anni alla guida dei volontari del Cottolengo di Torino, Suor Giuliana Galli, dal 2008 al 2016, è stata membro del Consiglio di amministrazione della Compagnia di San Paolo, la fondazione bancaria che è il maggiore azionista del gruppo Intesa Sanpaolo. Oggi è presidente dell’Associazione Mamre, che si occupa di assistenza psicologica delle persone migranti. Con loro in studio anche Bruno Moro, 83 anni, ex dirigente della Usl di Treviso, ex sindaco di Preganziol (Treviso), una vita spesa all’insegna della sobrietà e dell’accoglienza. Valori al centro delle diverse esperienze comunitarie promosse e vissute dalla famiglia Moro, che oggi condivide spazi e risorse economiche con quanti vivono e lavorano nella biofattoria Rio Selva di Preganziol. Nella storia filmata la sfida dei soci che a Genova hanno dato vita alla trattoria sociale Vico Mele: dove mangiare può costare meno di 5 euro e dove lavorano persone in situazione di difficoltà sociale ed economica.

Pubblicato il 05 dicembre 2017 sul canale Youtube di TV2000

Seconda puntata della quarta stagione di Benedetta economia!"conun format e un palinsesto nuovo. Titolo della puntata di mercoledì 4 novembre, "Non sprecate i soldi pubblici": il tema affrontato è quello delle opportunità offerte dal Recovery Fund ed alla assoluta necessità di utilizzare al meglio le risorse che l'Europa ci mette a disposizione, con una attenzione parlticolare alle nuove generazioni.

Logo Benedetta Economia 150 ridE’ possibile la misericordia nel mondo delle imprese? C’è spazio per il perdono sui luoghi di lavoro? Sono gli interrogativi intorno ai quali ruota la seconda puntata di “Benedetta economia!”, - andata in onda il 5 novembre  2017- nella quale il professor Luigino Bruni offre una lettura “economica” della parabola del Figliol Prodigo (Luca 15, 11 -32). A confrontarsi con lui in studio, Brunello Cucinelli, fondatore dell’omonima casa di moda italiana conosciuta in tutto il mondo, convinto sostenitore di un “capitalismo umanistico” sul quale si fonda il modello di impresa realizzata nell’antico borgo umbro di Solomeo. Accanto a lui Anas Bedda, giovane marocchino, arrivato in Italia a 12 anni, passato attraverso un difficile percorso di integrazione, oggi piccolo imprenditore nel settore della ristorazione. A salvarlo dai rischi di un abbandono scolastico, la “misericordia” con la quale i docenti e i tutor della Fondazione “Piazza dei mestieri” di Torino lo hanno accolto alcuni anni fa, come fanno ogni anno con decine di giovani alla ricerca di fiducia e di futuro. E oggi fra quei tutor c’è anche Anas Bedda. E di misericordia e di riconoscenza parla anche il filmato dedicato alla Bruver di Livorno, piccola società di forniture edili dove tre soci hanno assunto il loro ex datore di lavoro, dopo il fallimento della sua azienda, dedicandogli persino il nome della nuova ditta.

Pubblicato il 6 novembre 2017 sul canale Youtube di TV2000

Una riflessione sui salari ingiusti, sui lavoratori pagati poco e molto sfruttati. Su questo tema partono le riflessioni di“Benedetta economia!” La lettura scelta da Luigino Bruni è un brano del Vangelo di Matteo (Capitolo 20) noto come “la parabola dell’operaio dell’ultima ora” per riflettere sul valore del lavoro e sulla giustizia salariale.

Un “nuovo patto per l’economia del futuro”. E’ quello che propone Papa Francesco ai giovani economisti e imprenditori, ragazzi e ragazze, che ha chiamato a raccolta da tutto il mondo ad Assisi per l’evento “The Economy of Francesco” in programma dal 26 al 28 marzo del 2020. Il professore Luigino Bruni è fra i coordinatori scientifici dell’evento e l'ultima puntata di “Benedetta economia!”, andata in onda domenica 8° dicembre alle 18.30 su Tv2000, è l’accompagnamento ideale a questo evento mondiale.

Ricchezza, proprietà privata, condivisione e giustizia sociale. Sono i temi della sesta puntata diBenedetta economia!” che parte dal racconto di un’economia della condivisione opposta all’economia della proprietà: quella prima comunità di credenti rinuncia alla proprietà privata e mette tutto in comune.

Settima puntata della quarta stagione di Benedetta economia!"andata in onda il 9 dicembre 2020 dal titolo: "Dal campo alla tavola, chi ci guadagna davvero?" L'economia più antica, quella del cibo e della terra è ancora oggi in molti luoghi una economia malata, basata cioè sul sopruso, sullo sfruttamento e sull'iniqua divisione del guadagno. Quali sono le cause di questa ingiustizia? Come incide questa ingiustizia sulla qualità del cibo che mangiamo? Cosa possiamo fare noi consumatori per cambiare le cose?

Luigino Bruni ed Eugenia Scotti ne hanno discusso in trasmissione con  Luisanna Messeri, cuoca e scrittrice, Giorgio Calabrese, medico nutrizionista, Aboubakar Soumahoro, attivista sociale e sindacale della Lega dei braccianti, Carlo Petrini, fondatore di Slow Food Italia. Logo Benedetta Economia 2019 A stimolare, con dati e statistiche, il dibattito in studio, c’è Katia Laffusa, dottoranda di ricerca del corso di economia civile dell’Università Lumsa di Roma.

Pubblicato sul Canale Youtube di TV 2000 il 10 dicembre 2020

È possibile costruire luoghi di lavoro che siano comunità di persone? E’ la domanda che affronta la quarta puntata di “Benedetta economia!” andata in onda domenica 10 novembre alle 18.30 su Tv2000.

Logo Benedetta Economia 150 ridNon tutte le imprese, anche se costruite con spirito collaborativo, sono buone imprese. È uno degli insegnamenti che nella settima puntata di “Benedetta economia!” il professor Luigino Bruni trae dalla rilettura della Torre di Babele (Genesi 11, 1-9), la madre di tutte le imprese umane finite male, di tutte le imprese non benedette da Dio. Capire gli errori commessi dagli uomini di Babele, vuol dire capire gli errori che possono portare anche oggi le imprese verso il fallimento o verso scelte eticamente e socialmente sbagliate. Una deriva che ha segnato in questi ultimi anni anche alcune esperienze del mondo cooperativo italiano, chiamato oggi a rinnovarsi e a costruite nuove strade di futuro. È la convinzione di Johnny Dotti, storico imprenditore sociale, già Presidente del Gruppo Cooperativo Cgm, che con Luigino Bruni prova a delineare in questa puntata i caratteri di una buona impresa del terzo millennio: innovativa, creativa, generativa, capace di confrontarsi con la globalizzazione senza dimenticare il proprio legame con il territorio. È l’esperienza positiva dell’Antica fabbrica di confetti Pelino, l’azienda familiare di Sulmona raccontata in un filmato, che, anche negli anni più difficili della crisi, ha rinunciato alle ipotesi di delocalizzazione all’estero e ha rifiutato le offerte di acquisto di alcuni grandi marchi del settore dolciario. Ma la riflessione sulla Torre di Babele e sulle imprese senza etica, è anche l’occasione per parlare delle conseguenze sociali ed economiche della criminalità organizzata. In studio la testimonianza di Gennaro Del Prete, figlio di Federico Del Prete, fondatore del primo sindacato italiano degli ambulanti, ucciso dalla camorra nel febbraio del 2002.

Pubblicato il 10 dicembre 2017 sul canale Youtube di TV2000

Perché il lavoro manuale, il suo valore, la sua straordinaria eccellenza, nel tempo è stato declassato? Perché non si comprende che le professioni artigiane possono essere una scommessa, vincente, per il futuro dei giovani afflitti dalla disoccupazione in Italia? Sono le domande da cui parte la seconda puntata di “Benedetta economia!” per la quale il professore Luigino Bruni ha scelto una lettura di un brano dell’Esodo (Cap.35, 20-22; 25-28; 30-35) che racconta dell’ordine impartito da Mosè di costruire la dimora di Yhvh scegliendo per i lavori i più raffinati artigiani.

Terza puntata della quarta stagione di Benedetta economia!"andata in onda l'11 novembre 2020 dal titolo: "La vocazione dell'imprenditore". Per superare la crisi serve riscoprire la vocazione a fare impresa: si è parlato di lavoratori a rischio licenziamento e aziende in difficoltà, di cassintegrazione, blocco dei licenziamenti e equità fiscale.

Logo Benedetta Economia 150 ridÈ Cesare Romiti, ex amministratore della Fiat, l’ospite principale della terza puntata di “Benedetta economia!”. A lui il professor Luigino Bruni propone la lettura di un brano del libro di Isaia (Capitolo 1, 1-23) nel quale Dio rifiuta e contesta i sacrifici inutili. Il legame con la realtà dei giorni nostri è nella pratica di una economia che contempla l’ipotesi di imprese pronte a farsi “divinità” e a chiedere il sacrifico della vita privata ai dipendenti di più alto livello. Gli alti stipendi dei manager trovano dunque ragione in questi sacrifici? Giova davvero alle aziende una dedizione totale dei propri dipendenti? Quali meccanismi perversi di emulazione e di competizione si mettono in moto all’interno delle aziende che propongono un “modello sacrificale”? Sono alcuni degli interrogativi intorno ai quali ruota il confronto con Cesare Romiti, ma anche con Simone Perotti, ex manager nel settore del marketing e della comunicazione, che, come ricorda il titolo del suo libro più famoso, ha deciso ad un certo punto di dire “adesso basta”, ha fatto una scelta di libertà e di sobrietà e oggi vive con i frutti delle sue passioni: la scrittura e la vela. Una scelta in parte simili a quella di Angelo Santoro, il protagonista della storia filmata: abbandonata la sua carriera di agente di commercio, ha dato vita alla cooperativa sociale "Semi di vita” di Bari che, attraverso il lavoro in un orto biologico e la trasformazione di prodotti agricoli, offre progetti di inclusione a giovani in difficoltà e a persone con disabilità.

Pubblicato il 13 novembre 2017 sul canale Youtube di TV2000

Il lavoro come luogo di affermazione personale, il lavoro che travolge nella solitudine di certi nostri desideri di conquista e di affermazione. E all’opposto, il lavoro svolto in collaborazione nella ricerca di una condivisione degli obiettivi e della fatica. Sono i temi della settima puntata diBenedetta economia!” in cui il professore Luigino Bruni offre lo spunto di una nuova riflessione partendo da un brano del Qoelet (Cap. 4, 4-12).

Seguici su:

Chi è online

Abbiamo 740 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.