Progetti di contrasto alla povertà AMU

Image

Progetti di contrasto alla povertà AMU

Le imprese che aderiscono all’EdC condividono i propri utili annuali per tre finalità: progetti di sviluppo e assistenza a favore di persone in necessità, percorsi di formazione alla cultura del dare, consolidamento e crescita dell’impresa.

Per la prima di queste finalità, EdC collabora strettamente con AMU - Azione per un Mondo Unito ONLUS, la quale gestisce parte degli utili messi in comune dalle imprese, per realizzare progetti di sviluppo che restituiscano lavoro e dignità a persone in condizioni di vulnerabilità sociale ed economica.

Insieme sviluppiamo e realizziamo progetti per l’avvio ed il consolidamento di attività produttive ad elevato impatto sociale, che creino nuova occupazione per persone in condizioni di vulnerabilità. In questo modo, persone che altrimenti dipenderebbero dall'aiuto esterno hanno l'opportunità di migliorare e valorizzare le proprie competenze lavorative, arrivando a guadagnare con il proprio lavoro il giusto compenso che consenta a loro e alle loro famiglie di vivere degnamente.

I progetti partono sempre dalle proposte delle nostre associazioni partner locali che, ispirandosi ai valori dell'EdC, lavorano a stretto contatto con le situazioni di miseria nel mondo.

L’esperienza maturata sul campo e i valori alla base del nostro lavoro hanno consentito di sviluppare in questi anni quello che definiamo “sviluppo di comunione”: una prospettiva di sviluppo fondata sulla capacità di ciascuno di donare qualcosa di sé e dei beni a propria disposizione, anche in condizioni di grave necessità. Per questo in ogni progetto prevediamo forme e strumenti specifici per attuare la reciprocità del dono, segno di protagonismo da parte delle persone coinvolte e garanzia di un genuino percorso di sviluppo umano integrale.

Bilancio sociale

A giugno 2023 AMU ha pubblicato il Bilancio Sociale 2022, lo strumento che intende comunicare con incisività e sincerità la vita del' associazione, l’impegno di soci e collaboratori, gli impatti del suo lavoro, ma soprattutto mantenere viva e diffondere la tensione verso un Mondo Unito.

#AMU - Pubblicato il Bilancio Sociale 2022: le sfide affrontate per un Mondo Unito

Costruire ponti di speranza è il titolo del Bilancio Sociale AMU per l'anno 2022, pubblicato alla fine del mese di giugno.

Che anno è stato? Lo riassume alla perfezione il presidente dell'AMU Stefano Comazzi, nella lettera di apertura che accompagna la lettura del bilancio: Eventi gravi e oscuri hanno toccato le nostre vite, generando apprensioni e amplificando le incertezze che ci accompagnano già da vari anni addietro (...) Immersi nell’attuale cambio epocale che rende il futuro incerto e misterioso, viviamo una sfida che è anche un’opportunità forte per riscoprire i veri e grandi valori della vita, quelli che orientano il nostro agire e ci rendono artefici (spesso inconsapevoli) di un futuro che potrà̀ essere migliore di ogni passato (...)

E così anche in questo tribolato 2022 la vita dell’AMU non si è fermata, anzi è proseguita con grande slancio.

Grande slancio, è esattamente questo il sentimento che anima tutte le azioni avviate dall'AMU nei cinque continenti - America Centrale e Latina, Europa, Africa, Medio Oriente e Asia - per favorire lo sviluppo completo di ogni persona, comunità e popolo e per raggiungere il più alto grado di reciprocità tra questi protagonisti.

Il contesto di riferimento in cui l'AMU si è mossa a livello internazionale è stato segnato da una data, il 24 febbraio 2022, giorno di avvio dell'invasione russa in Ucraina. Le conseguenze di questa situazione hanno generato una nuova e gravissima crisi umanitaria. In Italia, invece, anche nel 2022 è proseguita la strisciante campagna denigratoria contro le ONG per le loro azioni di salvataggio in mare. L'una e l'altra non hanno impedito all'AMU di proseguire con il suo impegno; sia con studi di fattibilità per nuovi progetti, che con progetti già avviati.

Tra questi ultimi ci sono:

  • RestarT in Siria
    Qui, dopo 11 anni di guerra e di interventi di emergenza, l'AMU ha accompagnato l’avvio e lo sviluppo delle prime 50 attività generatrici di reddito nelle città di Homs e Aleppo, che danno oggi lavoro e reddito a 50 famiglie.
  • Acqua fonte di vita e sviluppo a Ruyigi, in Burundi
    Sono stati completati i lavori di estensione dell’acquedotto per portare l’acqua a due scuole con 3.037 alunni. È stata avviata l’installazione di 24 latrine ecologiche e la popolazione ha partecipato a incontri di formazione sulla gestione dell’acqua, dell’igiene e dei beni comuni.
  • Si può fare! microfinanza comunitaria in Burundi
    Grazie a questo progetto nel corso del 2022 altre duemila persone – oltre alle duemila già attive – hanno avuto accesso ai gruppi di microcredito comunitario per avviare attività lavorative.
  • Una scuola per tutti, in Sierra Leone
    Un progetto per garantire la possibilità di studiare ai circa 1.500 ragazzi/e adolescenti di un distretto molto isolato del Paese. Qui, infatti, solo un adolescente su sei frequenta la scuola e - anche a causa della dispersione scolastica - il 30% delle ragazze affronta gravidanze e matrimoni precoci, e l’86% subisce la pratica delle mutilazioni genitali femminili. Ma grazie a questo progetto potranno studiare in un ambiente protetto e crescere nella consapevolezza dei propri diritti.
  • Fare Sistema Oltre l’Accoglienza, in Italia
    È stato portato a termine il terzo ciclo del programma di inclusione socio-lavorativa FSOA, che ha coinvolto 300 persone in uscita da centri e comunità di accoglienza; insieme all’azione straordinaria di accoglienza di profughi afghani avviata nel 2021.
  • È poi proseguito il lavoro di accompagnamento alle piccole attività generatrici di reddito in Ecuador, a Cuba e in Messico.
  • Mentre in Egitto e in Pakistan l'AMU ha portato avanti i progetti di istruzione di base ed educazione alla pace.
  • Infine le emergenze umanitarie. L'intervento principale nel 2022 è stato quello in Ucraina, dove, dalla settimana successiva all'invasione russa, sono state avviate azioni di accoglienza per circa mille sfollati interni. La ristrutturazione di un edificio diocesano da adibire a centro protetto per madri e bambini. E l’organizzazione di un servizio sanitario con tre ambulatori e una clinica mobile nella provincia di Kyev, per fornire esami clinici e cure mediche a circa diecimila persone che non vi hanno più accesso.

Altre emergenze umanitarie che hanno visto la presenza di AMU sono state quelle in Siria, in Libano, in Myanmar, in Pakistan e la partecipazione alla campagna vaccinale in India, che ha garantito l’accesso alla vaccinazione anti-Covid a 2.500 persone che ne erano escluse.

Approfondisci scaricando il Bilancio Sociale AMU 2022

Tags:
Image

SFOGLIA L'ARCHIVIO

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie Archivio

Seguici su:

Rapporto Edc 2018

Rapporto Edc 2018

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Il dado per le aziende!

Il dado per le aziende!

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Scarica la APP per Android!

Chi è online

Abbiamo 590 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2024 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.