Progetti di contrasto alla povertà AMU

Image

Progetti di contrasto alla povertà AMU

Le imprese che aderiscono all’EdC condividono i propri utili annuali per tre finalità: progetti di sviluppo e assistenza a favore di persone in necessità, percorsi di formazione alla cultura del dare, consolidamento e crescita dell’impresa.

Per la prima di queste finalità, EdC collabora strettamente con AMU - Azione per un Mondo Unito ONLUS, la quale gestisce parte degli utili messi in comune dalle imprese, per realizzare progetti di sviluppo che restituiscano lavoro e dignità a persone in condizioni di vulnerabilità sociale ed economica.

Insieme sviluppiamo e realizziamo progetti per l’avvio ed il consolidamento di attività produttive ad elevato impatto sociale, che creino nuova occupazione per persone in condizioni di vulnerabilità. In questo modo, persone che altrimenti dipenderebbero dall'aiuto esterno hanno l'opportunità di migliorare e valorizzare le proprie competenze lavorative, arrivando a guadagnare con il proprio lavoro il giusto compenso che consenta a loro e alle loro famiglie di vivere degnamente.

I progetti partono sempre dalle proposte delle nostre associazioni partner locali che, ispirandosi ai valori dell'EdC, lavorano a stretto contatto con le situazioni di miseria nel mondo.

L’esperienza maturata sul campo e i valori alla base del nostro lavoro hanno consentito di sviluppare in questi anni quello che definiamo “sviluppo di comunione”: una prospettiva di sviluppo fondata sulla capacità di ciascuno di donare qualcosa di sé e dei beni a propria disposizione, anche in condizioni di grave necessità. Per questo in ogni progetto prevediamo forme e strumenti specifici per attuare la reciprocità del dono, segno di protagonismo da parte delle persone coinvolte e garanzia di un genuino percorso di sviluppo umano integrale.

Bilancio sociale

A giugno 2023 AMU ha pubblicato il Bilancio Sociale 2022, lo strumento che intende comunicare con incisività e sincerità la vita del' associazione, l’impegno di soci e collaboratori, gli impatti del suo lavoro, ma soprattutto mantenere viva e diffondere la tensione verso un Mondo Unito.

0

#AMU – Da Caritas-Spes Ucraina, un augurio di pace!

Facciamo il punto sulle attività messe in atto in Ucraina dal Coordinamento Emergenze del Movimento dei Focolari-AMU-AFN con i partner locali. E sull’avvio oggi di una seconda fase dell’intervento di emergenza nel Paese colpito dalla guerra.

fonte: AMU

Un regalo che viene direttamente dall'Ucraina per ringraziare dei gesti di solidarietà e generosità verso questo popolo vessato dalla guerra. Sono le parole di Mira, focolarina slovena che vive in Ucraina e fa da tramite tra AMU ed il partner locale la Caritas-Spes, e sono dirette a tutti coloro che hanno contribuito in questi mesi alla raccolta fondi del Coordinamento emergenze del Movimento dei Focolari tramite le ONLUS AMU e AFN.

 «A nome di Caritas Spes Ucraina e di tutti i beneficiari ucraini, desidero inviare un caloroso saluto e un grande ringraziamento per la vostra pronta risposta. Devo dire che siete stati tra i primi ad aiutarci per sostenere l'accoglienza dei rifugiati interni. Siamo nel periodo natalizio e le festività del calendario bizantino si prolungano fino ai primi giorni di gennaio: a nome di tutti gli ucraini che hanno ricevuto il vostro sostegno concreto e soprattutto di tutti gli operatori di Caritas Spes Ucraina che hanno sentito il vostro amore, vi auguro un Buon Natale. Si, voi Avete fatto sì che non ci sentissimo soli. E questo è l'augurio più prezioso che possiamo farvi, e fare a tutti noi: che Gesù Bambino porti la pace nei nostri cuori e nessuno si senta solo e abbandonato».

Racconta Stefania Nardelli: «In questi 10 mesi dall’inizio della guerra con i fondi raccolti dal Coordinamento Emergenze del Movimento dei Focolari-AMU- AFN si è trattato in un primo momento di fornire assistenza generale per tutti coloro che erano in fuga e che Caritas-Spes riusciva a sostenere con alimenti e beni di prima necessità; in una seconda fase abbiamo sostenuto l’attività di Caritas-Spes di assistenza diretta alla popolazione di sfollati interni nei due centri di Yablonitsa (nei Carpazi, nella regione di Ivano-Frankivsk, circa 300 gli sfollati assistiti) e Bryukhovychi (nei pressi di Leopoli, circa 200 gli sfollati assistiti)».

Contemporaneamente, con un altro partner locale – la Diocesi di Kamianets-Podilskyj – si è avviata la ristrutturazione di un centro polifunzionale a misura di bambino da adibire ad accoglienza diurna, supporto educativo e psicologico aAMU Emergenza Ucraina Centro Bambini rid bambini e madri: un luogo dove i bambini possano crescere al riparo dai pericoli e dai traumi della guerra. Il centro vuole offrire ai bambini supporto psico-sociale attraverso diverse attività ricreative, artistiche, di educazione non formale e di sensibilizzazione sui temi della protezione dell’infanzia. Le attività aiutano i bambini incoraggiandoli a esprimere le loro paure, preoccupazioni e speranze e a ritornare a uno stile di vita più adatto alla loro età. Il centro si rivolge anche volontari, assistenti e genitori per accompagnarli e formarli attraverso corsi di riabilitazione e sessioni di sensibilizzazione della comunità su come affrontare i rischi legati alla protezione dell’infanzia e su come, eventualmente, cercare sostegno.

«Ora – conclude Stefania- abbiamo aperto una fase nuova, maggiormente in linea con le modalità operative tipiche di AMU, passando a fornire un supporto più specifico: assistenza sanitaria e supporto psicologico nella regione di Kiev rivolta ai residenti e agli sfollati dalle regioni limitrofe. Si tratta soprattutto di garantire visite mediche, esami diagnostici, consulenze mediche specialistiche, formazione alla prevenzione psico-fisica, in tre ambulatori fissi e in una clinica mobile che girerà nella regione. Gli aiuti di prima assistenza iniziati nella fase iniziale dell’intervento andranno comunque avanti».

 A questo link vengono resi via via disponibili gli aggiornamenti di AMU sull'Emergenza Ucraina.

Se vuoi continuare a sostenere la popolazione Ucraina o uno degli altri progetti AMU o AMU-EDC dona a questo link.

Tags:
Image

SFOGLIA L'ARCHIVIO

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie Archivio

Seguici su:

Rapporto Edc 2018

Rapporto Edc 2018

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Il dado per le aziende!

Il dado per le aziende!

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Scarica la APP per Android!

Chi è online

Abbiamo 315 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2024 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.