Progetti di contrasto alla povertà AMU

Image

Progetti di contrasto alla povertà AMU

Le imprese che aderiscono all’EdC condividono i propri utili annuali per tre finalità: progetti di sviluppo e assistenza a favore di persone in necessità, percorsi di formazione alla cultura del dare, consolidamento e crescita dell’impresa.

Per la prima di queste finalità, EdC collabora strettamente con AMU - Azione per un Mondo Unito ONLUS, la quale gestisce parte degli utili messi in comune dalle imprese, per realizzare progetti di sviluppo che restituiscano lavoro e dignità a persone in condizioni di vulnerabilità sociale ed economica.

Insieme sviluppiamo e realizziamo progetti per l’avvio ed il consolidamento di attività produttive ad elevato impatto sociale, che creino nuova occupazione per persone in condizioni di vulnerabilità. In questo modo, persone che altrimenti dipenderebbero dall'aiuto esterno hanno l'opportunità di migliorare e valorizzare le proprie competenze lavorative, arrivando a guadagnare con il proprio lavoro il giusto compenso che consenta a loro e alle loro famiglie di vivere degnamente.

I progetti partono sempre dalle proposte delle nostre associazioni partner locali che, ispirandosi ai valori dell'EdC, lavorano a stretto contatto con le situazioni di miseria nel mondo.

L’esperienza maturata sul campo e i valori alla base del nostro lavoro hanno consentito di sviluppare in questi anni quello che definiamo “sviluppo di comunione”: una prospettiva di sviluppo fondata sulla capacità di ciascuno di donare qualcosa di sé e dei beni a propria disposizione, anche in condizioni di grave necessità. Per questo in ogni progetto prevediamo forme e strumenti specifici per attuare la reciprocità del dono, segno di protagonismo da parte delle persone coinvolte e garanzia di un genuino percorso di sviluppo umano integrale.

Bilancio sociale

A giugno 2023 AMU ha pubblicato il Bilancio Sociale 2022, lo strumento che intende comunicare con incisività e sincerità la vita del' associazione, l’impegno di soci e collaboratori, gli impatti del suo lavoro, ma soprattutto mantenere viva e diffondere la tensione verso un Mondo Unito.

0

#AMU - Cuba, Hub EoC-IIN: nella fattoria del maestro Iván

Il maestro Iván, dopo aver conosciuto il progetto EdC, crea lavoro per sé e per la sua famiglia e sogna di includere nel suo progetto anche altri contadini e lavoratori della zona, nel solco della reciprocità e dell’inclusione

fonte: AMU

Iván vive a Tabor, a Cuba, e lavorava da diversi anni come insegnante di lingua inglese. Con il sostegno del progetto Hub-EdC Cuba che supporta chi vuole rimanere sull’isola avviando una propria attività imprenditoriale, Iván ha deciso di intraprendere una nuova strada: «La mia esperienza inizia a gennaio del 2020, quando ho partecipato al congresso EdC». Da allora Iván ha iniziato con una piccola produzione di ortaggi di appena mezzo ettaro, poi con il supporto di Economia di Comunione ha potuto aumentare la coltivazione fino a raggiungere i ventiquattro ettari: «L’ulteriore terreno da poter coltivare mi è stato assegnato in usufrutto dall’amministrazione comunale, grazie ai buoni rapporti costruiti e ai risultati conseguiti con il lavoro già svolto».

Iván ora coltiva fiori, ma anche fagioli, riso, mais, arachidi, melone, yucca, banana. E ancora: alberi da frutto come cocco, mango, avocado e guava. I suoi progetti però non si arrestano qui, ha in mente di sviluppare ancor di più la sua attività imprenditoriale: «Vorrei espandere la produzione, costruire una casa per migliorare le condizioni di vita nella fattoria e costruire anche un piccolo locale per la vendita di succhi di frutta».

Insomma, le idee per il futuro non mancano di certo all'insegnante di Tabor. E non mancano nemmeno i sogni:

«Sogniamo di acquistare un trattore per facilitare il lavoro e migliorare il settore commerciale, vendendo non solo i nostri prodotti, ma anche quelli di altri agricoltori della regione. Sono convinto che insieme raggiungeremo questo obiettivo».

I fratelli di Iván lavorano con lui nella fattoria. In alcuni periodi dell'anno, quando il raccolto lo richiede, si aggiungono altre dodici persone alla forza lavoro; l'attività agricola, con la sua capacità di offrire posti di lavoro, ha quindi un impatto Progetti AMU EdCCuba Maestro Ivanpositivo sulla comunità.

In questa regione del territorio cubano si registra una notevole carenza di prodotti alimentari. Per questo motivo, e per mettere in pratica il concetto di reciprocità, Iván ha donato alcuni dei suoi prodotti agricoli ad alcune istituzioni del territorio - come gli ospedali - per rispondere alle esigenze della comunità in cui vive.

L'impresa di Iván fa anche parte di un Fondo di reciprocità volto a collaborare allo sviluppo di altre attività imprenditoriali sull'isola di Cuba, e lui ne è grato e orgoglioso: «Vorrei esprimere la mia gratitudine a tutte le persone che hanno contribuito a questo progetto agroforestale; al coordinamento dell'Edc a Cuba, i cui membri sono stati al mio fianco, accompagnandomi e consigliandomi in tutte le sfide e gli ostacoli che si sono presentati. La mia gratitudine va anche a tutte le persone e le istituzioni che mi hanno sostenuto volontariamente da altri Paesi»

Tags:
Image

SFOGLIA L'ARCHIVIO

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie Archivio

Seguici su:

Rapporto Edc 2018

Rapporto Edc 2018

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Il dado per le aziende!

Il dado per le aziende!

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Scarica la APP per Android!

Chi è online

Abbiamo 1005 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2024 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.