Lavoro

Intervista a Luigino Bruni

di Francesco Anfossi

pubblicato su L'Eco di Bergamo il 16/03/2012

Logo_eco_bergamoIl lavoro deve nascere dal basso, dalla << gente, dalle passioni, dagli incontri. E'accaduto dopo la crisi del ”29 o nel Dopoguerra. Deve accadere anche oggi››. Per Luigino Bruni, docente di Economia politica all”Università Milano Bicocca i veri «animal spirit›› della ripresa italiana appartengono a quella fascia intermedia tra Stato e mercato che si definisce «economia civile».

Nella prospettiva dell’economia civile il lavoro è un luogo decisivo per la crescita e il fiorire della persona: è ricerca di senso, autorealizzazione, condivisione, merito, una realtà promettente e necessaria alla promozione umana.

Siamo ancora fondati sul lavoro? Dimensioni e orizzonti del lavoro è il titolo del ciclo di webinar organizzato dalla LIUCin collaborazione con la Scuola di Economia Civile e promosso dal Centro Pastorale “Pier Giorgio Frassati”, a partire da giovedì 11 novembre 2021 con cadenza settimanale, sempre il giovedì dalle 17.30 alle 19, fino al 16 dicembre 2021. Relatore del primo appuntamento giovedì 11 novembre 2021, alle ore 17.30 sarà Vittorio Pelligra con una relazione dal titolo: «Lavoro e ricerca di senso: con gli altri e per gli altri»

Commenti - Il lavoro, i suoi non-luoghi, il valore

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il: 01/05/2016

Falegname ridUna grande utopia del nostro capitalismo è la costruzione di una società dove non ci sia più bisogno del lavoro umano. C’è sempre stata un’anima dell’economia che ha sognato imprese e mercati "perfetti" al punto da poter fare a meno degli esseri umani. Gestire e controllare uomini e donne è molto più difficile che gestire docili macchine e ubbidienti algoritmi. Le persone concrete attraversano crisi, protestano, entrano in conflitto tra di loro, fanno sempre cose diverse da quelle che dovrebbero fare secondo i mansionari, spesso le fanno migliori.

Questi i temi dell'intervento di Luigino Bruni, docente di economia politica, all’apertura dell’Incontro mondiale della famiglia. Ce ne parla in un'intervista

di Violetta Conti

pubblicato su: cittanuova.it il 01/06/2012

120530_Milano_Bruni_ridÈ la famiglia il cuore pulsante del sistema economico ed è sempre lei l'aspetto sofferente con le sue maternità e paternità precarie, le sue fragilità  ed incertezze in questo duro tempo di crisi economico-finanziaria. Ma è sempre alla stessa famiglia che si chiede "inopportunamente" di consumare di più per rilanciare la crescita e di lavorare poco e male.

Molti economisti sono arrivati alla conclusione che questi strumenti producono un effetto opposto, perché entrano spesso in conflitto con le motivazioni intrinseche di chi lavora. Per questo è ora di trovare meccanismi nuovi...

Lavoro: Motivare le persone non è questione di incentivi

di Luigino Bruni

pubblicato sul settimanale Vita del 18 febbraio 2011

Logo_virtu_new

Il lavoro inteso come virtù è una conquista della modernità. Nel mondo antico (greco-romano, ma anche in oriente) lavoravano gli schiavi, l’uomo libero, il cittadino, grazie agli schiavi (che lavoravano per lui) poteva affrancarsi dal bisogno di lavorare, e dedicarsi ad attività più degne dell’uomo libero, come la filosofia, la politica o la ginnastica. Durante il medioevo cristiano il lavoro inizia ad affermarsi come virtù (quindi come attività buona in sé, via di felicità) grazie ai carismi monacali, che iniziano ad affermare che il monaco è anche un lavoratore (anche questo è uno dei significati del benedettino ora et lavora).

Editoriali - La pandemia e il lavoro da più stimare

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenireil 01/05/2021

Una delle eredità della pandemia è lo svelamento della qualità del lavoro di cura e delle sue virtù. Virtù, una parola che avevamo dimenticato, che con il tempo aveva assunto una sfumatura di vecchio un po’ stantia, è tornata al centro della scena pubblica ed etica. Finalmente abbiamo visto molte cose che prima non vedevamo o non vedevamo abbastanza, e tra queste molte, moltissime virtù, soprattutto in lavori dove non riuscivamo a vederle.

Editoriali

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 30/07/2023

Il dibattito sul salario minimo tocca il cuore del patto sociale. Da quando il lavoro libero ha sostituito quello degli schiavi e dei servi, sappiamo che il “mercato del lavoro” non è sufficiente per definire il salario giusto. Il mercato, nel gioco di domanda e offerta, stabilisce un salario, ma affinché quel salario sia giustoc’è bisogno d’altro, il mercato da solo non basta, non è mai bastato per garantire la giustizia del salario e dell’economia. Perché il salario è il primo indicatore dei rapporti di potere in una data economia e società.

Logo Bee4Il 29 aprile 2021, l'Impresa sociale bee4 ha organizzato dall'interno del carcere di Bollate i "Dialoghi con Luigino Bruni: lavoro e fioritura umana". Ne è scaturita l'ora di dialogo sul lavoro fra Luigino Bruni ed alcuni detenuti-lavoratori -di rara intensità- che si può rivedere in questo video. Bee4nasce per rispondere in maniera seria e concreta alla domanda di lavoro qualificato proveniente da persone che vivono parentesi della loro vita all’interno di luoghi di pena;  sviluppa attività lavorative all’interno della II Casa di Reclusione di Milano a Bollate.

pubblicato il 05/05/2021 sul canale Archivio comunicazione bee4

Il 22 aprile 2021, Luigino Bruni ha aderito l'invito degli studenti di Psicologia dell' Università Cattolica di Milano che studiando il suo testo Fondati sul lavoro” durante l'epoca del primo lockdown si erano chiesti: "Come è possibile costruire la propria identità in questo periodo di pandemia in cui il lavoro viene negato o relegato dietro uno schermo senza la possibilità di vivere le relazioni con gli altri?. 

Ne è scaturito il dialogo dal titolo: "Smartworking: opportunità o condanna?" in cui si è compreso cosa voglia dire "lavoro" oggi, durante questo periodo di pandemia.

pubblicato il 26/04/2021 sul canale You Tube di Associazione Ateneo Studenti

Image

vá para O ARQUIVO

Lìngua: PORTUGUÊS

Filtrar por Categorias

Siga-nos:

A economia do dar

A economia do dar

Chiara Lubich

«Ao contrário da economia consumista, baseada numa cultura do ter, a economia de comunhão é economia da partilha...

Leia mais...

As tirinhas de Formy!

As tirinhas de Formy!

Conheces a mascote do site Edc?

O dado das empresas

O dado das empresas

A nova revolução para a pequena empresa.
Dobre! Jogue! Leia! Viva! Compartilhe! Experimente!

O dado das empresas agora também em português!

quem está online?

Temos 497 visitantes e Nenhum membro online

© 2008 - 2024 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Este site utiliza cookies, também de terceiros, para oferecer maiores vantagens de navegação. Fechando este banner você concorda com as nossas condições para o uso dos cookies.