Buon Compleanno Edc!

La terza giornata del Congresso coincide con i 24 anni di EdC: alla Mariapoli Piero (Nairobi, Kenya) si festeggia.

di Alberto Sturla e Norma Sànchez

150529 Nairobi Congresso EdC 47 ridOggi è  un giorno speciale, perché  l' EdC compie 24 anni! Era infatti il 29 maggio 1991 quando Chiara Lubich lanciò l'idea di una economia nuova a una platea di brasiliani -almeno in prima battuta- più  perplessi che persuasi. Eppure la sfida è stata accolta: in Brasile oggi si contano circa 150 aziende EdC e 400 tra imprenditori, studenti e ricercatori di tutto il mondo si sono incontrati in Africa per guardare insieme al futuro. Chi avrebbe predetto, allora, quando la Mariapoli Piero nemmeno ancora esisteva, che un giorno il congresso dell'EdC si sarebbe tenuto nel cuore dell'Africa?

"Siamo pochi ma siamo il futuro dell'Economia" ha detto, un pò sull'onda dell' entusiasmo, Charles, il presentatore del congresso. Del resto le esperienze che ascoltiamo in questi giorni, pur piccola se non microscopica cosa al cospetto del Mercato mondiale, mostrano come ormai la strada sia segnata. La stiamo percorrendo insieme a tante altre realtà che 150529 Nairobi Congresso EdC 48 ridcredono in un'altra economia, con noi testimoni che i tempi sono maturi per un cambiamento.

La mattina si è aperta con la consueta carrellata di esperienze dal mondo. In modo piuttosto originale, al momento delle esperieze ne è seguito uno di approfondimento in cui Anouk Grevin, docente di management all' Università di Nantes, ha rimarcato le specificità  delle aziende EdC, partendo proprio dalle esperienze presentate: il focus di oggi è stato sull'Europa.

Frederick e Laurent, rispettivamente paesaggista e carpentiere, francesi, hanno raccontato dei loro sforzi per considerare la fiducia un valore centrale nella loro vita di imprenditori. Basare i rapporti professionali su tale sentimento può sembrare naive ma permette di far venire fuori il meglio dai propri dipendenti.  È  quindi una strategia più efficace di quella basata sul solito duo controllo/premio (bastone/carota) in quanto rende l'azienda una comunità partecipe. Le esperienze portate da una lavoratrice del laboratorio di ceramica " In vivo" di Bratislava ha ulteriormente rafforzato l'idea che la creazione di un ambiente collaborativo sia un valore aggiunto riconosciuto non solo all'interno dell'azienda, ma anche all'esterno, dai clienti.

150529 Nairobi Congresso EdC 46 crop ridSpostandoci in Italia, facciamo conoscenza della Comunità Chiara Luce, operativa dall'aprile 2014 nel Salento. Si tratta di una realtà dedicata a madri con minori e minori non accompagnati, che oggi occupa 17 persone e ospita 10 mamme coi loro 20 figli, oltre che 14 bambini. Il risultato è notevole se si pensa che tutto ciò  è stato realizzato con un autofinanziamento da parte dei 15 soci fondatori. Ecco venire in luce un'altra caratteristica dell'  imprenditore EdC: saper riconoscere un bisogno del territorio e cercare di dargli una risposta mettendosi assieme come comunità.

L'esperienza della nascente Mutua Assicurazione Etica, Sociale e di Comunione (MAESC), invece, ha mostrato come dall' EdC possano nascere modelli economici nuovi, completamente radicati nella logica comunitaria dell' Economia di Comunione. In questo caso Ornella e Alberto hanno dato vita a uno schema assicurativo nuovo, non più basato sul concetto individualistico "pago il premio quindi voglio un servizio" ma che permetta agli assicurati, che sono anche soci dell' impresa, di mettere in comune le risorse per prendersi cura l'uno dell'altro.

A Giuseppe Argiolas, dell' Università di Cagliari,  è toccato il difficile compito di 150529 Nairobi Congresso EdC 49 ridconcludere una mattina molto densa, discutendo del tema del giorno: pdf la Governance delle aziende EdC (92 KB) . Con il suo intervento si è  proposto di fornire alcune "dritte" per la gestione delle aziende, partendo dal concetto che ogni azienda è unica e l' approccio EdC non può semplicemente essere trasferito da un' impresa all'altra, ma si deve comunque tradurre in pratiche gestionali condivise adattabili a seconda delle esigenze. La cultura organizzativa a cui  fa riferimento l'EdC ha come oggetto la persona, perché crede che dalle relazioni nasca il cambiamento, come del resto testimoniato dagli imprenditori che si sono susseguiti sul palco. Tenendo in mente questo punto fermo Giuseppe ha individuato cinque strumenti per favorire la comunione in azienda, approfondendone poi uno: il patto sulla missione di impresa. Non si tratta di  un semplice contratto con diritti e doveri, ma della base per costruire una comunità organizzativa, dove ognuno è responsabile dell'impresa.

Oggi pomeriggio i lavori del congresso si sono fermati un paio d'ore per festeggiare l'Economia di Comunione. Abbiamo tagliato un'enorme torta di compleanno e i piu' disinibiti di noi hanno ballato al ritmo delle percussioni. In pieno stile africano. La festa è  proseguita in sala ed è stata dedicata alla Mariapoli Piero, alla sua storia e ai suoi abitanti. 150529 Nairobi Congresso EdC 44 ridUn ricordo speciale è andato a Piero Pasolini, focolarino a cui la Mariapoli é dedicata: uomo di Scienza e di Fede, che per la sua capacità di sguardo originale sui fenomeni sociali merita di essere annoverato tra i precursori dell'Economia di Comunione.

In ogni anniversario c'è un momento in cui si pensa al futuro. La festa dell'EdC non poteva essere da meno e infatti sono stati presentati, a livello assai embrionale, un progetto di scambio di idee imprenditoriali e il primo incubatore di aziende africano. Sorgerà a Nairobi e in una prima fase sperimentale avrà la struttura una scuola di un paio di settimane. Il progetto verra' avviato nel 2017 e non è detto che non possa presto diventare permanente.

Lasciamo alle foto il compito di raccontare la festa. A noi non resta che fare gli auguri all' EdC,  sperando di poter presto festeggiare un compleanno a Wall Street, nel cuore della finanza trasformato!

vedi Photogallery

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.