Terza giornata di scuola: un viaggio nella cultura d'impresa EdC

Che cos'è una azienda Edc? Si entra sempre più nel vivo nella terza giornata di scuola.

di Lili Mugombozi

150524 Nairobi EoC School 37 ridUn viaggio nella cultura dell’impresa. Anche la sessione di oggi inzia in maniera del tutto originale. Dal mattino si alternano al microfono o con video messaggi, imprenditori  che raccontano le proprie vicende personali nell’avventura dell’impresa dalla prospettiva della cultura dell’Economia di Comunione.

Dall’Italia alla Germania, alla Repubblica Democratica del Congo, gli imprenditori  affascinano l’ audience per l’integrità con cui vivono i loro sogni. Se da una parte si arriva ad alleviare la povertà, a vivere la cultura del dare, è importantissimo anche puntare a costruire rapporti di fiducia con fornitori, i lavoratori, i consumatori dei propri prodotti e servizi, con i concorrenti...

Colpisce anche la dinamicità e creatività con cui si affrontano le sfide. “Come si fa quando una società è dilaniata dalla corruzione?” “E quando lo Stato non è abbastanza forte da proteggere i diritti umani? O quando ci scoraggia e ci vessa con tasse eccessive senza 150524 Nairobi EoC School 32 ridnemmeno offrire le infrastrutture necessarie?”  “Come si fa quando ci rendiamo conto che nella nostra società i soldi diventano un piccolo dio?

Un dialogo animato e riflessivo coinvolge in primo luogo giovani professionisti e imprenditori  ai  primi passi della loro attività di impresa. E non si può che constatare, con una certa ammirazione, che la International EoC School è costituita da un gruppo di persone del tutto singolare: studenti universitari ma sono anche giovani professionisti e imprenditori.  

Un’ aspetto da non sottovalutare è anche il fatto che, in Africa, non è raro che, per “arrivare alla fine del mese”, individui o anche intere famiglie debbano avere attività collaterali per aumentare i loro stipendi mensili; questo per coloro che uno stipendio lo hanno, e che dire di quelli che non ne hanno nessuno?

I giovani che sono qui, non sfuggono a questa esperienza. Da adolescenti, tanti di loro hanno dovuto cercare di guadagnare un po’ di soldi per aiutare i propri genitori a sovvenire almeno ai loro bisogni personali. Quelli che frequentano il College, se non fanno un 150524 Nairobi EoC School 38 Anouk rid lavoro part-time, hanno comunque qualche attività per guardare oltre i propri bisogni: le esigenze familiari: tasse scolastiche, affitto, spese mediche, alimentari ecc. Per tanti motivi il piccolo business è vita quotidiana. Ma in che modo fare business? Solo per la sopravvivenza? O per far crescere la propria attività e produrre tantissime ricchezze? Le sfide di povertà del continente sono sotto gli occhi di tutti…

Anouk Grevin e Giuseppe Argiolas trascinano l’aula nella scoperta di un nuovo modo di concepire l’impresa: una cultura vera e propria. Le imprese dell’EdC non sono macchine per produrre soldi, “che cosa sono allora?” chiede un giovane del Madagascar, tra risate e perplessità.

Dalla cultura del dare al produrre con creatività beni e servizi per puro servizio 150524 Nairobi EoC School 36 LB ridall’umanità che ci circonda, al rinnovamento di rapporti, i giovani scoprono la loro “chiamata” a creare un mondo nuovo, rinnovato dai rapporti di reciprocità a tutti i livelli. Un vero capovolgimento di mentalità!

Quando Luigino Bruni precisa che Chiara, nel 1991 in Brasile non fu scandalizzata dalla povertà ma dalle disugualianze tra ricchi e poveri, il focus diventa chiaro. Cosi dice un giovane giornalista: “incomincio a vederci sempre più chiaro. E capisco che l’EdC ha tante definizioni”. E un giovane avvocato del Congo: “Ho un piccolo studio, ed il mio sogno contempla già una grande impresa dell’edc. Appena conclusi gli studi, mi sono reso conto che ho delle responsabilità verso la società.  Questi giorni sono per me un momento di riflessione profonda”. Un giovane nigeriano anch'esso avvocato che lavora come consulente per una impresa agricola, vede questi giorni come uno stimolo per migliorare il suo lavoro soprattutto in favore dei poveri del suo Paese. L'avventura continua!

Seguici su:

Chi è online

Abbiamo 578 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.