Poli aziendali EdC

Image

Poli aziendali EdC

Tra gli elementi base della prima intuizione sull'EdC era presente l'idea dei poli produttivi: Chiara Lubich propone di far nascere, nei pressi delle Cittadelle del Movimento - che, con loro presenza, avrebbero aiutato a tener sempre vivo lo spirito del progetto - una concentrazione di imprese, un laboratorio visibile e un punto di riferimento, ideale e anche operativo, delle altre imprese EdC.

Polo Solidaridad

Polo Spartaco

Polo Solidaridad

Polo Solidaridad

Polo Solidaridad

Polo Solidar

Polo Solidaridad

Polo Lionello

Polo Solidaridad

Polo Ginetta

Polo Solidaridad

The Box

Polo Solidaridad

Polo Giosi Guella

Polo Solidaridad

Polo Mariapoli Faro

Polo Solidaridad

B6748 O'Higgins, Buenos Aires, Argentina

+54 236 453-2003 (Mariàpolis Lia)

Nel mese di luglio 1991, a due mesi della nascita di EdC in Brasile, inizia in Argentina, accanto alla Mariapoli Lia, il Polo imprenditoriale "Solidaridad", su 34 ettari di terra.

Si costituisce una S.p.a. che prende il nome UNIDESA (Unità e Sviluppo) per gestire il Polo, per creare le condizioni per l'insediamento di aziende che diano visibilità al Progetto di Economia di Comunione.

Per partecipare al progetto si segue l'indicazione "siamo poveri ma tanti" e si propone l'azionariato popolare di basso valore nominale, così tutti possono partecipare.

Nel 1995 nasce il quartiere per le famiglie che vorranno spostarsi lì, in una parte del terreno (circa 5 ettari) e si preparano le infrastrutture necessarie (acqua, luce, telefono, ecc.) per le aziende.

Ogni anno migliaia di visitatori vengono al Polo per conoscere l'aspetto culturale del progetto e le aziende collegate.

Polo Spartaco

Estrada da Água Espraiada, 5480, Água Espraiada – Cotia – SP CEP: 06726-400 Brasile

Intitolato a Spartaco Lucarini, il Polo Spartaco fu il primo ad essere costituito negli anni immediatamente successivi al lancio del progetto EDC, nelle vicinanze della  Mariapoli Araceli, ora Mariapoli Ginetta, a Cotia (SP).

Una serie di esperti diedero vita alla Espri S.A., società per azioni a capitale diffuso (attualmente circa 4000 azionisti), che si occupò di acquistare il terreno e di edificare i capannoni per le aziende che nel frattempo decidevano di installarsi al Polo. Da allora la società gestisce il Polo concedendo in locazione alle aziende Edc installate i capannoni del Polo e fornendo ad esse una serie di servizi.
L’Associazione dei dipendenti delle aziende del Polo Spartaco si è costituita per concorrere ad una una migliore qualità della vita dei suoi dipendenti, che oggi sono circa un centinaio. L’Associazione offre servizi di assistenza medica e odontoiatrica, microcredito, attività ricreative, sportive e culturali.

Polo Lionello Bonfanti

Loc. Burchio snc, 50063 Figline e Incisa Valdarno (FI)

Italiano

Français

English

Portugais

Español

Deutsch

Polo Ginetta Recife

Estrada do Monjope, 5100 Cruz de Rebouças Igarassu – PE Cep: 53.645 - 337 (Brasile)

Indirizzo uffici: (Mariápolis Santa Maria)
Av. Alfredo Bandeira de Melo, 01 Ana de Albuquerque Igarassu – PE Cep: 53.630-030 Brasile

The Box

Werner-Heisenberg-Straße 4, 86156 Augsburg, Germania

Italiano

Français

English

Portugais

Español

Deutsch

Polo Giosi Guella

R. Sra. da Graça, 2580 Abrigada, Portugal

Polo Mariapoli Faro

Udruga za Ekonomiju zajednistva - Rackog 26 - 48260 Krizevci (Croazia)

#FEEL14: al Polo, un capodanno speciale!

 I Giovani per un Mondo Unito hanno scelto il Polo Lionello Bonfanti per festeggiare il capodanno all'insegna della solidarietà

131231 Loppiano GMU 01 ridLo scorso 31 dicembre il Polo Lionello Bonfanti ha aperto le porte ad un evento del tutto particolare, il capodanno Y4UW, protagonisti i Giovani per un mondo Unito di tutta Italia. Fraternity, Emotion, Energie & Love. Questi gli ingredienti  della serata, riassunti nell’acronimo  “#FEEL14” .

Scelto per la sua dimensione internazionale  e  la  sua predisposizione  alla  divulgazione  di  un  nuovo  modo d’intendere  il  lavoro, il Polo  ha  “aperto  le  danze” accogliendo  nel  pomeriggio  circa  100  giovani  e coinvolgendoli  in  4  workshop:  "Speranza  e  le  sue sorelle", "Etica nella finanza o finanza etica" , "Passione per la terra e specificità", "La comunità Aziendale".

La  serata vera e propria  ha  avuto  inizio  alle  20.30  con l’apertura  delle  porte  131231 Loppiano GMU 02 riddel  capannone,  completamente rivisitato  ed  allestito  in  stile  Urban/HipHop.  All’ottima cena è seguito un momento musicale live, quindi si sono ripercorsi  i  principali  eventi  che  hanno  caratterizzato  il 2013 soffermandosi in particolar modo sul tifone Hiayan che il 7 novembre scorso ha colpito le Filippine.  

#FEEL14 infatti è nato dall’adesione a  “#giveuptogiveback”, il progetto internazionale  lanciato dai giovani che vivono in quei  luoghi  e che ha lo scopo di restituire  un futuro al loro Paese: il ricavato della serata è stato destinato a quest’iniziativa.

131231 Loppiano GMU 07 ridDopo aver festeggiato l’arrivo del nuovo anno per i circa 350  giovani  provenienti da tutta  Italia  (più  alcune presenze  Europee!), la festa è proseguita fino  alle  prime ore  dell’alba  grazie a 3 DJ che si sono alternati ininterrottamente in consolle!

#FEEL14: un progetto al quale i Giovani per un mondo Unito di Loppiano pensavano da novembre, lavorandovi in ogni momento libero. Le  difficoltà  non  sono ovviamente  mancate ma ciascuno hanno dato il massimo  per la buona riuscita della serata prestandosi di volta in volta  ai  compiti  più  svariati:  dall’allestimento  della scenografia allo spillare le birre al bar. Da 131231 Loppiano GMU 06 ridsottolineare l’aiuto dei GMU di varie zone italiane che online e/o  fisicamente  hanno  concretamente contribuito a  costruire “#FEEL14”:  un’esperienza  intensa… sotto  tutti  i punti  di  vista! “In  fondo”, -commentano i giovani per un Mondo unito di Loppiano-  “l'unico  posto  in  cui "successo" arriva prima di "sudore" è il dizionario. “

Un video-assaggio di #FEEL14:

Tags:

Seguici su:

Seguici su:

Corsi di Economia Biblica 2019

scuola biblica box

14-15 settembre 2019
(Libro di Qoélet)
vedi volantino - Per maggiori informazioni - iscriviti qui

Rapporto Edc 2017

Rapporto Edc 2017

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Chi è online

Abbiamo 399 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.