Rassegna stampa

Avvenire - 03/06/2011 - box

Scenari - Circa ottocento le realtà che aderiscono all’«economia di comunione». Esperienza presente in tutti i continenti.

Aziende solidali, famiglia senza confini

di Laura Badaracchi

pubblicato su Avvenire il 03/06/2011

logo_avvenire

In due decenni, le aziende che nel mondo aderiscono ai principi dell’«Economia di comunione» sono cresciute in modo significativo, come mette in evidenza il «Rapporto Edc 2009-2010»: dal 2000, circa duecento nuove imprese sono entrate nel progetto.

Al numero 46 l’enciclica «Caritas in veritate» di Benedetto XVI cita la «cosiddetta economia civile e di comunione», richiamando così alla «necessità di valori diversi nell’ambito della vita economica, messa fortemente in risalto dall’attuale crisi», sottolinea lo studio, ricordando che in diverse occasioni l’Edc «è stata presentata nell’ambito di convegni interreligiosi».

I dati, aggiornati a settembre 2010, parlano chiaro: ben 797 le imprese aderenti all’Edc, 86 delle quali «simpatizzanti» e in linea con i capisaldi dell’esperienza. Fra queste, ben 506 operano in Europa (di cui 131 al Nord Italia, 79 al Centro e 32 al Sud; 34 sia in Francia sia in Svizzera; 27 in Portogallo, 26 in Spagna), 260 nelle Americhe (in cui spiccano il Brasile, con 145 aziende e l’Argentina con 52, mentre negli Stati Uniti se ne contano 25), 25 in Asia (nove delle quali sia nelle Filippine sia in Corea) e sei in Africa. Nel 55% dei casi, le imprese dell’«economia di comunione» si occupano di servizi; nel 26% di produzione e nel restante 19% di commercio. E degli utili, pari a 785.418,11 euro, il 52% viene impiegato in progetti di sviluppo e assistenza, il 44,5% in attività di formazione (pari a 349.415,68 euro, di cui il 61,5% destinati alla scolarizzazione), mentre i costi amministrativi incidono solo per il 3,5%.

Seguici su:

Seguici su:

Chi è online

Abbiamo 964 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.