LoppianoLab

LoppianoLab

di Eva Gullo

da "Economia di Comunione - una cultura nuova" n.32 - dicembre 2010

Eva_GulloCittadella internazionale di Loppiano, Polo Lionello Bonfanti, Istituto Universitario Sophia, Gruppo editoriale Città Nuova, soggetti con identità diverse hanno dato vita ad una realtà nuova ‘LoppianoLab’, nata dal confronto su tematiche che ci riguardano: le sfide poste in essere dalla crisi economica, culturale ed educativa.   

Dal 16 al 19 settembre a Loppiano si sono svolti quattro giorni di meeting, tavole rotonde, dibattiti ed esposizioni aziendali.   
LoppianoLab ha così costituito una chance, per l’opportunità di interagire fra i quattro promotori e una sorpresa, toccando con mano quanto la gente sia interessata ed impegnata in prima persona a costruire una società animata dalla partecipazione, dall’apertura all’altro, al nuovo.

L’Expò 2010

Aziende in rete, una risposta innovativa alla crisi, ha avuto luogo al Polo Lionello. Hanno aderito oltre 70 aziende italiane più una di Malta, che operano nell’ambito manifatturiero, del commercio, del turismo e dei servizi alla persona, interessate al tema di “mettersi in rete” per sperimentare e testimoniare che si può puntare su qualità dei prodotti e servizi, etica, formazione, ambiente, sinergie per dare un volto solidale al business attraverso il modello economico e imprenditoriale proposto dall’Economia di Comunione.

Nei giorni 18 e 19 si è svolta la prima Convention dell’EdC italiana. Hanno partecipato più di 300 persone: imprenditori, dipendenti, operatori economici, studiosi e soprattutto tanti giovani interessati all’EdC. Nell’apertura della convention Luigino Bruni ha aggiornato sullo stato dell’EdC nel mondo, dei prossimi appuntamenti (Brasile 2011) e delle sfide da affrontare. Un momento significativo è stata la presentazione della figura dell’imprenditore François Neveux, anche attraverso una rappresentazione teatrale particolarmente suggestiva.
Il secondo giorno ha visto protagonisti i giovani che attraverso esperienze di vita in impresa e progetti in divenire hanno trasmesso a tutti nuovo entusiasmo e creatività per lo sviluppo del progetto EdC in Italia. Ci si è lasciati con l'auspicio di fare di questa Convention un appuntamento fisso, annuale.

La scacchiera di eventi della quattro giorni ha avuto come punto di convergenza il convegno del sabato all'Auditorio della cittadella: “Quale Paese, quale Unità? Innovare in economia, formazione, cultura” nel quale si sono approfondite, tramite vari esperti, le possibili piste per camminare verso una visione unitaria del Paese Italia che rispetti le identità culturali ed economiche regionali. Oltre 2000 i partecipanti.
In quei giorni, per gli abitanti del polo si è realizzato un sogno: vedere il polo trasformato concretamente nella “casa degli imprenditori”, con tanti che hanno avuto la possibilità di incontrarsi, conoscersi, avviare collaborazioni future.
E allo stesso tempo scoprire il forte desiderio di tutti di far emergere le aziende EdC presenti sul territorio in un luogo che diventi sempre più a servizio dei reali bisogni di imprenditori e giovani, che in modo specifico realizzi la sua vocazione di luogo di incontro per tutta l’economia civile.

E’ l’inizio di un percorso in cui il carisma dall’unità, anche attraverso LoppianoLab, può mettersi al servizio del Paese, accompagnando coloro che, cercatori di verità, si pongono domande sul presente per trovare insieme risposte capaci di futuro.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.