Brasile - Belem, 30/01-05/02/2010

Per la prima volta un seminario di formazione per tutto il Brasile che coinvolge Edc, AMU, AFN e GMU, dal 30 gennaio al 5 febbraio 2010

A Belem, nel Nord del Brasile, Seminario di formazione sulla gestione dei progetti di cooperazione allo sviluppo

Parte il 30 gennaio a Belem il seminario di formazione sulla gestione dei progetti di cooperazione allo sviluppo. Un seminario che per la prima voltan28_pag._12_leo_andringa_3 viene svolto per tutto il Brasile e che nasce dalla collaborazione fra Commissione Internazionale Edc, AMU, AFN e GMU. Chiediamo a Leo Andringa della Commissione Internazionale Edc di raccontarci qualcosa di più in merito.

Come è nata questa iniziativa?
Nasce da una esigenza concreta: infatti, nell'ambito della collaborazione attiva ormai da alcuni anni fra la Commissione internazionale Edc e Amu  per la gestione degli utili delle imprese destinati alle attività di aiuto agli indigenti del progetto, si è resa sempre più evidente la necessità di avere sul posto persone adeguatamente preparate per gestire i progetti di sviluppo che ne conseguono. Da più parti è sorta l’esigenza di formare le persone incaricate localmente di questo aspetto così importante. E' nato così un progetto formativo in più fasi, attivo già da aprile 2009.

E il progetto in cosa consiste?
Logo_AMUUna prima fase, appena conclusa, ha visto un fitto dialogo a distanza con le controparti locali con particolare riguardo ad argomenti quali  la gestione dell'aiuto, le realizzazioni concrete dello stesso (progetti di sviluppo, azioni di assistenza, emergenza, ecc.), l’esistenza e la capacità di accesso a finanziamenti alternativi a quelli di EdC, gli aspetti positivi e negativi dell'attuale organizzazione, le esigenze e le proposte per il miglioramento nella gestione delle attività. Con il seminario di formazione sui progetti di cooperazione allo sviluppo che si terrà nei prossimi giorni a Belem si concretizzerà la seconda fase di questo percorso.

Come si svolgerà il seminario?
Il seminario vuole avere lo stile tutto particolare della "fraternità", attraverso una formazione congiunta che nasca dall'arricchimento reciproco: infatti è previsto un intenso scambio di conoscenze professionali ed esperienze sul campo, che sia le organizzazioni promotrici sia le controparti locali hanno acquisito negli anni di lavoro nell'ambito della cooperazione allo sviluppo e dell'assistenza. Questo "scambio"coinvolgerà - insieme Logo_AFN_leggeroagli enti localmente responsabili dei progetti, ad AMU e EdC - anche l'Associazione Azione per Famiglie Nuove Onlus (AFN) e il Movimento Giovani per un Mondo Unito (GMU), che operano nel campo della solidarietà internazionale condividendo lo stesso stile di azione.

Quali contenuti prevedete per il seminario?
Dal punto di vista dei contenuti, il corso verterà principalmente su tre aspetti:
• modalità e tecniche di gestione dei progetti di cooperazione allo sviluppo;
• rapporto di reciprocità con i beneficiari nelle attività realizzate;
Logo_GMU
• ricerca ed elaborazione di caratteristiche specifiche di un progetto di sviluppo "di comunione".

Il seminario avrà un seguito?
Si, a seminario concluso inizierà la terza ed ultima fase del percorso, che proseguirà per tutto il 2010. Essa consisterà in un “accompagnamento” a distanza delle persone che hanno partecipato al seminario formativo, nell'applicazione delle conoscenze e competenze acquisite.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.