Cuba: Edc, promuovere alternative alle offensive del capitalismo

Lo scorso 29 aprile si è svolto a L’Avana un partecipato incontro di lancio dell’Economia di comunione.

di Paola Monetta

160502 Cuba Edc 01 ridEravamo presenti 30 persone tra cui esponenti di gruppi locali di formazione al “cuenta propismo”, membri di team di scambio su nuove proposte economico-sociali, economisti, imprenditori, commercialisti, un vescovo, un sacerdote, persone sensibili e particolarmente interessate al tema.

Per l’occasione sono venuti appositamente: Gaetano Giunta e Steni di Piazza della MECC dall’Italia, John Mundell imprenditore di Indianapolis membro della Commissione Internazionale Edc, Francesco Marini dell’AMU e Francesco Tortorella, Direttore del settore progetti dell’AMU.

Ha aperto la giornata il Nunzio Apostolico Mons. Giorgio Lingua che attraverso sue 160502 Cuba Edc 03 ridesperienze personali ci ha messo o rimesso in cuore il vivere l’amistad social a cui ci ha invitati il Papa lo scorso settembre nel parlare ai giovani, per poter discernere insieme -nella diversità- come vivere ed aiutare gli altri a vivere per il bene comune. Parole appropriate visto che eravamo laici e sacerdoti impegnati in varie Chiese, non credenti formatisi nelle fila del socialismo e persone alla ricerca del bene comune ma tutti mossi dal desiderio di vivere uno stile di vita di comunione.

Dopo una panoramica sul tema dell’Economia civile, si è presentato il nuovo pensiero economico che sta nascendo dall’EdC. Le esperienze di imprenditori EdC cubani e non, hanno aiutato a vedere che è possibile uno stile di impresa di 160502 Cuba Edc 16 ridcomunione, che si possono rispettare i parametri di produttività insieme a quelli del rispetto per l’ambiente mentre al contempo si vive come “generatori” di reciprocità, di comunione dentro e fuori l’impresa. Temi importanti anche per promuovere alternative alle offensive del capitalismo. Le esperienze della MECC e dell’AMU hanno aperto nuovi orizzonti lasciando spazio ad un dialogo importante e fruttuoso.

La giornata si è rivelata quello che voleva essere, un moltiplicatore di reciprocità e di esperienze di comunione ed un incubatore di idee e nuove proposte.

Tornando da Cuba John Mundell ci ha confidato: "Sebbene siano tante le sfide che Cuba 160502 Cuba Edc 05 ridha davanti a sè, mi è sembrato che EdC sia fatta proprio per Cuba e sono certo che Dio abbia dei progetti in questo senso. Sulla via dell ritorno ero sull'aereo insieme a molti uomini e donne d'affari americani invitati singolarmente per viaggi "people to people", tutti intenti a parlare delle opportunità di business che si stanno aprendo a Cuba. Se sono in un aereo pieno di capitalisti americani - mi sono detto- questa volta Edc si sta muovendo al momento giusto!!"

Prossimo appuntamento a novembre per coinvolgere chi con noi vuole costruire sinergie a favore della comunione a vari livelli con lo sguardo fisso verso il mondo unito. Vi terremo aggiornati!

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.