Grecia: la cultura del dare è già realtà nell'isola di Syros

Di passaggio in Grecia, i coniugi francesi Grevin e Thomas hanno trovato un terreno assai fertile per il messaggio Edc

160309 Syros 02 ridDi passaggio in Grecia, lo scorso 9 marzo Josè e Chantal Grevin, responsabili dell'EDC in Francia e Jean-Guy e Regine Thomas, imprenditori francesi,  hanno raccolto l’invito del Vescovo locale, Padre Petros Stefanou a presentare l'Economia di Comunione nell’isola di Syros.

I presenti, una trentina di persone, hanno accolto l'annuncio dell’ EdC con molta serietà. Con l’ausilio di un power-point i Grevin hanno mostrato come nell’organizzazione di una qualunque attività commerciale – di ristorazione, dell’ambito della salute ecc – se manca lo spirito di gratuità, prevale un feroce antagonismo, un modo di perseguire profitti scorretto che finisce col mantenere metà dell’umanità in una povertà indegna, in un mondo in cui la ricchezza è molta.

Il primo punto dell'EDC è allora quello di mobilitare le imprese a riscoprire la chiamata a mettersi al servizio della società umana.  Nell' EdC più di 800 aziende in tutto il mondo 160309 Syros 04 ridhanno sviluppato la loro organizzazione e le attività per creare ricchezza aggiuntiva, perché con il  loro profitto, siano in grado non solo di  aiutare  famiglie ad avere un alloggio dignitoso, di mandare i figli a scuola, di avere l'assistenza sanitaria ma anche di includere chi è in necessità nelle attività produttive, fornendo la dignità di un lavoro.
Ciò che è caratteristico dell'EdC è che questo aiuto materiale è dato attraverso una vita di fraternità tra chi riceve e chi dà: questo crea un rapporto in cui chi dà non si sente superiore a chi viene aiutato perché ognuno vive la cultura del dare.

Alla presentazione è seguito uno scambio sulla grave situazione economica che vive il Paese aggravata anche dall'emergenza dei rifugiati. Sono emerse iniziative concrete che già si vivono sul posto e veniva in rilievo la “cultura del dare”: Chantal, Josè, Jean e Regine si sono trovati di fronte un popolo che nonostante le difficoltà in cui si trova a vivere, apre cuore e mani ai più bisognosi donando viveri, vestiti e ogni genere di prima necessità.

160309 Syros 01 ridMolto significativo l’incontro con una giovane coppia che gestisce un Bar-Pasticceria in centro. Da un anno avevano sentito la spinta a coinvolgere la gente verso i più bisognosi, persone sole, famiglie in difficoltà, con varie iniziative, raccolta di medicine, vestiti, o come  quella di: ”un caffè in attesa...” nella quale le persone  lasciano un caffè pagato per chi non può permetterselo. A Natale sono arrivati a 235 cafè... Seguendo questo esempio, "contagioso", alcuni panettieri hanno lanciato l’operazione: “un pane in attesa...”.

Lo scambio fra queste esperienze e quelle EdC è stato un vero dono reciproco: “per noi -diceva Chantal- è una vera lezione vedere la generosità, la solidarietà, la creatività di queste persone che pur nella crisi più dura guardano a chi ha meno di loro e si industriano per DARE”.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.