Eventi Internazionali

News

Una nuova azienda al Polo Spartaco: DALLA STRADA al mondo!

Inaugurata lo scorso 8 aprile a Vargem Grande Paulista

Una nuova azienda al Polo Spartaco: "DALLA STRADA" al mondo!

di Carla Cotignoli

110408_Dalla_Strada__inaug_06Dall’esposizione delle borse esposte nella vetrina all’ingresso del luminoso laboratorio, si ha subito l’impressione dell’alta qualità e originalità  della produzione artigianale siglata “DALLA STRADA”. Borse, accessori e persino giubbotti, sono prodotti da quella che sino a  una settimana fa  era una scuola professionale, ospitata in un quartiere dove visibili sono i segni della povertà, il barrio Jardin Margarida, a Vargem Grande Paulista. Da venerdì 8 aprile è diventata una azienda con sede nel Polo imprenditoriale Spartaco, che ospita altre 9 imprese di produzione. Tutte gestite secondo i principi dell’Economia di comunione.

L’inaugurazione è un momento di grande emozione. Ciò che più colpisce è la forte connotazione sociale: ben visibile,  pur a misura di laboratorio,  la ricchezza di quel nuovo umanesimo che fiorisce quando l’economia si coniuga con la comunione capace di rendere tutti protagonisti. Qui i lavoratori  sono tutti giovani del barrio, meno abbienti, a cui viene offerto uno sbocco di lavoro e quindi di futuro. Non solo:  i loro prodotti hanno un tocco di classe e di linea, che prende forma con grande creatività, da quelli che sono considerati scarti come i ritagli di jeans.  Ne è arrivato qui un camion. Gratis. 

Qui il primo posto ce l’hanno loro, i giovani, la loro formazione, non la produzione,  pur puntando alla qualità”. Lo afferma João Bosco Lima de 110408_Dalla_Strada__inaug_04Santana, che ha avviato questa iniziativa coraggiosa. Lo testimonia una delle giovani lavoratrici, Divani, 18 anni. E’ qui dopo  un anno di addestramento professionale, ed uno stage nel nord-est, a  Recife, dove un’azienda similare è avviata da tempo. In un altro Polo dell’Economia di Comunione.  “La nostra è più che una impresa – ci racconta. “Tra noi ci aiutiamo. Il nostro è un lavoro di gruppo. C’è un clima di famiglia. Iniziamo ogni giorno con la parola di vita tratta dal Vangelo.  Ci aiuta a superare le difficoltà. Ogni venerdì, ci raccontiamo come l’abbiamo vissuta durante la settimana, che cosa è cambiato in noi”.

Qui si intrecciano qui le storie più diverse e toccanti. Come quella di Miguel20 anni.  “La mia vita era vuota. Adesso ho una prospettiva, un motivo per vivere”. “La nostra era  una vita normale, persino agiata. Mio padre era proprietario di un ristorante. Poi la separazione. Lui si è portato via tutto.  Proviamo i morsi della fame. Per noi c’è posto solo nella favela. Avevo  11 anni. Come aiutare la mamma e i miei due fratelli? Lo spaccio di droga sembra la soluzione”. Entra in una spirale che in 6 anni lo porta a diventare il principale distributore della favela. Ma non tossicodipendente. Poi le fughe, l’arresto. “Ma ho avuto la vita salva, grazie a Dio.  Solo io  dei 26 miei amici, sono sopravvissuto. Gli altri tutti distrutti dalla droga”. Poi la decisione: “Devo uscirne. Mi sentivo lontano da tutti coloro che amavo. Non era facile”. Chiede aiuto. Lo trova in P. Renato Chiera, nella sua casa famiglia per ragazzi di strada, a Recife. Poi, sempre a Recife, l’incontro con Bosco, l'inserimento nella sua prima azienda di borse, nel Polo nei pressi della Mariapoli Santa Maria. Non solo trova  un 110408_Dalla_Strada__inaug_05lavoro. Ma molto di più. “Pur non conoscendo nessuno mi sono sentito subito bene. Con una forza nuova. Mi sono sentito felice, a casa”. Ed eccolo ora qui. nel Polo Spartaco, nel Sud-est del Brasile, nei pressi di San Paolo.  E’  responsabile del laboratorio.  “Adesso mi pento di tutto. Ma l’ho fatto per sopravvivere. Tra noi ci proteggevamo, ci aiutavamo, ma eravamo costretti… E’ una cosa molto brutta. Ora ho molto da dare. Sento la responsabilità di aiutare chi ha passato le stesse cose che ho vissuto io. Voglio dare tutto di me per far andare avanti questo progetto. A nome dei miei amici che non ce l’hanno fatta, voglio farcela”.

Tu parli di Dio, c’è un momento della tua vita che hai fatto la scoperta di Dio? – gli chiedo. “Sono sempre stato 110408_Dalla_Strada__inaug_03cattolico, ma di quelli che pregano solo quando hanno bisogno di aiuto. Ma quando ho messo piede a Recife nel Polo della cittadella, sin dal primo giorno ho incontrato Dio veramente, ed ho capito che quello che dobbiamo fare qui sulla terra è amare Gesù nell’altro". Ora è pronto a partire per l’Africa. Si profila infatti un nuovo progetto: impiantare anche  in Costa D’Avorio una di queste aziende. “Sono molto contento di poter lavorare con i ragazzi di strada in Africa. E’ una opportunità per amare!" Dalla Strada sta diventando … una multinazionale… Com’è il sogno di Bosco.

Le belle Eco-borse di DALLA STRADA sono commercializzate in Italia dalla Cooperativa Edc EquiVerso, la prima cooperativa che unisce Economia di Comunione, Commercio Equo e Solidale e Turismo Responsabile: www.equiverso.it

Seguici su:

Rapporto Edc 2018

Rapporto Edc 2018

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Il dado per le aziende!

Il dado per le aziende!

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Scarica la APP per Android!

Seguici su:

Corsi di Economia Biblica 2019

scuola biblica box

14-15 settembre 2019
(Libro di Qoélet)
vedi volantino - Per maggiori informazioni - iscriviti qui

Rapporto Edc 2017

Rapporto Edc 2017

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Chi è online

Abbiamo 617 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.