Iniziative Italia

Iniziative, appuntamenti, convegni...

Italia - Firenze, 29-30/10/2009

Persone, popoli, stati per un mondo più unito. L’edizione italiana 2009 delle Giornate dell’Interdipendenza a Firenze il 29 e 30 ottobre

La globalizzazione alla prova dell’interdipendenza

Nei due giorni dedicati all’interdipendenza, Firenze diventa laboratorio di confronto sulle nuove relazioni che possono avvicinare i popoli, la condivisione delle risorse, il dialogo tra le culture, la ricerca dell’equità e della pace.

Firenze

29 e 30 ottobre 2009
Palazzo di Parte Guelfa
Salone del Brunelleschi
Via Pellicceria, 50123 Firenze

Esistono oggi strade percorribili capaci di avvicinare i popoli? Quali modelli di collaborazione sono in grado di suscitare relazioni tra i diversi Paesi orientate alla pace, alla giustizia, allo sviluppo sostenibile? In quale direzione lavorare per una più equa distribuzione delle risorse, per aprire vie di dialogo e di riconciliazione, per difendere la diversità culturale e allo stesso tempo tessere relazioni di fraternità universale?

vedi programma

Presso il Salone del Brunelleschi a Palagio di Parte Guelfa, sui temi in programma  dialogheranno Benjamin Barber, politologo statunitense e ideatore del primo meeting nel 2003 a Philadelphia; il cardinal Maradiaga, arcivescovo di Tegucigalpa in Honduras; Vinu Aram, leader hindu dello Shanti Ashram di Coimbatore, Luiz Carlos Hauly, economista brasiliano; Ugo Amaldi, fisico del CERN di Ginevra, insieme a rappresentanti dei Movimenti e delle Associazioni promotrici (Acli, Comunità di Sant’Egidio, Focsiv, Legambiente, Movimento Politico per l’unità – Focolari), Matteo Renzi, sindaco di Firenze e Massimo Toschi della Giunta regionale della Regione Toscana.

Venerdì 30 ottobre, alle ore 9.30 all'interno della prima sessione di lavori dal titolo: "Interdipendenza e crisi economica", Luigino Bruni terrà un intervento su: L’investimento nei beni relazionali per uscire dalla crisi economica.

Le Giornate dell’Interdipendenza, un’iniziativa ideata negli Stati Uniti dal politologo Benjamin Barber e dalla sua associazione Civ-World, sono laboratori di formazione ed hanno lo scopo di aiutare a leggere e capire meglio, al di là delle pre-comprensioni e degli stereotipi, temi di forte attualità; di far crescere nell’opinione pubblica, nel mondo dell’informazione e della cultura, la consapevolezza che solo nel segno dell’interdipendenza - tra le persone, i popoli, i governi, le culture, le religioni - sia possibile affrontare i grandi problemi del presente.

A distanza di 5 anni dalla prima edizione, nel dibattito che avrà al centro proprio l’iniziatore dell’evento, si punterà a rileggere il tema dell’interdipendenza nelle sue coordinate generali, attraverso le principali
sfide di oggi: la crisi economica, la crisi ambientale, l’urgenza della pace. Dimensione preminente di questa ricerca: le città del terzo millennio, con la forza e la criticità del loro peso specifico, là dove la convivenza tra persone e gruppi, tra popoli e culture, affronta più da vicino le sfide dell’interdipendenza e dove la globalizzazione chiede alle istituzioni e alla società civile nuovi modelli di governance, tra locale e globale, per rispondere alle grandi sfide della pace, della conservazione dell’ambiente, dello sviluppo sostenibile dei popoli.

Seguici su:

Seguici su:

Chi è online

Abbiamo 776 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.