Conoscersi, creare legami, fare rete: un week end insieme al Polo

Una trentina di persone hanno partecipato il 21 e 22 gennaio scorsi all’incontro di aggiornamento e approfondimento su EdC al Polo Lionello.

di Paolo Maroncelli

120121-22_Polo_Marche_Emilia_01Erano imprenditori e operatori economici provenienti dall’ Emilia Romagna e dalle Marche. Obiettivo: rilanciare il progetto in tali regioni. Anzitutto, perché incontrarsi al Polo? Senz’altro per far conoscere quella che è la casa degli imprenditori Edc italiani a chi ancora non ne aveva avuto occasione, poi per incontrarne gli abitanti, ascoltarne le esperienze e fare comunione; certamente anche per cercare di orientare ad una comune azione di rete, quale fattore determinante per lo sviluppo delle nostre imprese.

Abbiamo iniziato il pomeriggio di sabato insieme a circa 15 operatori/imprenditori, di cui 4 incontravano la realtà Edc per la prima volta.

Abbiamo ripercorso la storia del Polo per poi passare in rassegna alcune delle aziende con i rispettivi imprenditori, in un dialogo sempre aperto: tutto questo, cena compresa, fino a oltre le 22,30. E’ stato uno stare insieme senza fretta, dove ciascuno ha potuto parlare ed è stato possibile conoscersi.

L’indomani mattina si sono aggiunte una decina di persone, fra cui sei giovani: la giornata è  iniziata 120121-22_Polo_Marche_Emilia_03_Leila_Schrottcon un ampio aggiornamento sulla grande assemblea Edc del Brasile di maggio 2011, svolto in maniera esemplare da Alberto Frassineti. In seguito, in un momento in cui l’interesse è stato vivo e intervallato da domande e risposte, Laura Di Francesco dell’Agenzia Formativa della Edic Spa ha fatto conoscere ai presenti i siti di edc-online e del pololionellobonfanti, evidenziandone tutte le potenzialità e gli strumenti, per restare aggiornati su eventi e news, per “viverli” direttamente partecipando con propri commenti, per conoscere i vari attori della realtà Edc italiana e intravedere l’opportunità di fare rete. Successivamente ha preso la parola Leila Schrott che ha illustrato in maniera molto efficace quelle che sono le modalità di sviluppo di un’azienda.

Il pomeriggio è continuato con un dialogo aperto, che ha permesso di conoscerci ulteriormente e di approfondire le tematiche del progetto EdC, sviscerando i dubbi emersi, ed esprimendo con forza il desiderio di aiutarci ad andare avanti insieme quale prerogativa indispensabile per non “smarrire” la via del progetto EdC.

120121-22_Polo_Marche_Emilia_05Facendo un bilancio del week end si possono mettere in evidenza tre aspetti in particolare:

- La costruzione di un legame, prima inesistente, fra il Polo Lionello e la realtà Edc di Emilia Romagna e Marche, che consentirà di mantenere un dialogo aperto e di immaginare future attività comuni, eventi, momenti di formazione: un fatto che, abbiamo avuto l’impressione, costituisce una tappa fondamentale per lo sviluppo del progetto EdC nel territorio nazionale.

- Il vivo interesse manifestato per lavorare in rete.
- La volontà di mettersi in gioco per diffondere con coraggio il progetto Economia di Comunione, quale dono prezioso per quanti oggi sono in attesa di una realtà socio/economica fatta di etica e valori.

Un week end dai molti frutti… il più importante dei quali è costituito dai rapporti costruiti o rafforzati: questa la “base sicura” per un effettivo rilancio del progetto Edc in Emilia Romagna e Marche.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.