Iniziative Italia

Iniziative, appuntamenti, convegni...

Italia - Padova, 13/04/2011

Il Centro Ricerca e Formazione Giuseppe Toniolo, in collaborazione con Fondazione Lanza e Fondazione Fontana organizzano la presentazione del libro:

La leggerezza del ferro

L’arte di tessere relazioni nell’economia al tempo della crisi.

leggerezza_rid

13 aprile 2011, ore 18.30
facoltà teologica del Triveneto,
Via del Seminario, 29

35122 Padova

Intervengono gli autori: Luigino Bruni e Alessandra Smerilli.
con la partecipazione di Mons. Giuseppe Benvegnù Pasini, Presidente Fondazione Emanuela Zancan Onlus

L’economia, e con essa la società, sta attraversando una fase di cambiamento epocale. Le imprese e i mercati attuali si allontanano sempre più dal modello con il quale li abbiamo immaginati, vissuti e descritti solo fino a pochi decenni fa.

vedi locandina

In particolare, ai fini del successo delle imprese, diminuisce il peso relativo dei capitali tecnologici e finanziari e aumenta quello delle persone, del capitale sociale, civile e motivazionale e quello dei beni relazionali. In un tale contesto, la risorsa più scarsa, e quindi più fragile, diventa l’arte di tessere relazioni, la capacità di far sì che la diversità umana, dentro e fuori le imprese, non imploda nel caos e nell’anarchia, ma dia luogo a nuove sinergie. Anche per queste ragioni il libro parla soprattutto di relazioni, di motivazioni e soprattutto di persone e lo fa a partire da quelle nelle quali è evi-dente il ruolo cruciale svolto dalle per-sone e dalle loro motivazioni: le cosiddette Organizzazioni a Movente Ideale (OMI).

Queste verranno analizzate soprattutto nei momenti di crisi relazionale e moti-vazionale, quando si rischia con più probabilità di perdere le persone migliori.

Luigino Bruni è professore associato di Economia politica all’Università di Milano-Bicocca. Si occupa di teoria economica, di filosofia dell’economia e di storia del pensiero economico. Tra le sue ultime pubblicazioni: L’impresa civile (Milano 2009), Dizionario di economia civile (con S. Zamagni, a cura di, Roma 2009), L’Ethos del mercato (Milano 2010).

Alessandra Smerilli è professore aggiunto di Economia politica presso la Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione ‘Auxilium’ di Roma e insegna Economia della cooperazione presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore - Sede di Roma. È membro del comitato scientifico e organizzatore delle settimane sociali dei cattolici.Tra le sue pubblicazioni: Benedetta economia (con Luigino Bruni, Roma 2008).

Si prega di segnalare la propria adesione:

tel:049 8701939 fax 049 760313 e-amil: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Seguici su:

Rapporto Edc 2018

Rapporto Edc 2018

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Il dado per le aziende!

Il dado per le aziende!

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Scarica la APP per Android!

Seguici su:

Corsi di Economia Biblica 2019

scuola biblica box

14-15 settembre 2019
(Libro di Qoélet)
vedi volantino - Per maggiori informazioni - iscriviti qui

Rapporto Edc 2017

Rapporto Edc 2017

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Chi è online

Abbiamo 492 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.