• Economia di Comunione
    Persone e imprese che attivano processi di comunione.
    Idee e pratiche per un agire economico improntato alla reciprocità e all’accoglienza.
    Un ambito di dialogo e di azione per chiunque voglia impegnarsi per una civiltà più fraterna guardando il mondo a partire dagli esclusi e dalle vittime
    scopri di più...
  • The Economy of Francesco
    Nuove date per "The Economy of Francesco", 19-21 Novembre 2020scopri di più...
  • Rapporto Edc 2018
    Disponibile il Rapporto Edc 2018. Guarda il video e scopri di più con la scheda di approfondimento.scopri di più...

Economia di Comunione

Persone e imprese che attivano processi di comunione.

Idee e pratiche per un agire economico improntato alla reciprocità e all’accoglienza.

Un ambito di dialogo e di azione per chiunque voglia impegnarsi per una civiltà più fraterna guardando il mondo a partire dagli esclusi e dalle vittime.

Scuola Interamericana Edc: cronaca del 1° giorno

Dalle origini di Edc, al significato di "comunione" in economia, per finire con un dialogo con gli imprenditori: un inizio davvero promettente per la scuola in corso alla Mariapoli Ginetta

di Ana Cassiópia, Regina da Luz Vieira e Rodrigo Apolinário

151026 Ginetta Scuola Interamericana 05Ha preso il via la Scuola Interamericana dell’Economia di Comunione (EdC) rivolta ai giovani. Circa 60 i partecipanti giunti alla Mariapoli Ginetta (Vargem Grande Paulista- San Paolo, Brasile) da vari Paesi dell’America Latina, come: Argentina, Messico, Colombia, Bolivia, Guatemala, Cuba e Brasile, oltre ad una rappresentanza europea della Commissione internazionale Edc. Una “scuola di vita” dove ognuno, in questa settimana, è impegnato a costruire innanzitutto una esperienza di comunione.

In apertura una riflessione su “Le origini: l’EdC nasce da un carisma”. Andréa Cruz, un dottorato in Scienze Religiose e membro della Commissione Internazionale dell’Edc,  ha richiamato il contesto storico in cui è nata l’Edc e ne ha evidenziato il pensiero e le prassi innovative che immettono nuove relazioni nel sistema economico a partire dall’”amore agapico”.

L’EdC è nata in questa Mariapoli ed è inserita nel contesto del Movimento dei Focolari - ha ricordato Andréa Cruz – è quindi espressione di un carisma ed è sorta come risposta alle domande storiche e sociali, per far sì che le imprese contribuiscano al superamento delle disuguaglianze, non limitandosi alla sola dimensione materiale".

Una dinamica collettiva, condotta dalla musicista Nani Barbosa 151026 Ginetta Scuola Interamericana 06ha portato i partecipanti ad armonizzarsi reciprocamente e con la natura in cui è immersa la Mariapoli Ginetta, esercitandosi nell’ascolto, stimolati dai versi di Rubem Alves dal titolo “Escutatoria”.

Nel pomeriggio Vittorio Pelligra, docente all’Istituto Universitario Sofia di Loppiano e all’Università di Cagliari, ha posto tre interrogativi: “Che cosa significa vivere la comunione in economia? Chi è chiamato ad attuarla? Come vivono la comunione le imprese dell’EdC?"L’uomo – ha affermato -  è un essere in relazione e pertanto è impossibile pensarlo dissocialto dalla relazione con gli altri”. Ed ha presentato esperimenti e risultati di ricerche suddivisi per età, stadi di sviluppo, che hanno messo in rilievo motivazioni e valori della cultura della condivisione. “La vocazione delle imprese dell’Edc – ha aggiunto -  è di far emergere il meglio di ogni persona, creando spazi di condivisione, empatia e uguaglianza”.

151026 Ginetta Scuola Interamericana 07Una tavola rotonda ha concluso questa prima giornata, imprenditori di vari Paesi in dialogo con i giovani: ne è emerso un ricco scambio di esperienze e riflessioni sulle attuali problematiche e sulle prospettive future dell’Edc, che ha toccato questioni di natura etica, scelte e realizzazioni diverse dell’EdC nel continente latinoamericano.

In conclusione, l’imprenditore del Paraná Armando Tortelli, (Brasile Sud) ha evidenziato quanto è importante allearsi con organizzazioni civili che sono ugualmente impegnate a favore della riduzione delle disuguaglianze sociali e del rinnovamento della società.

Novembre 2020, Assisi
"The Economy of Francesco"

 i giovani, un patto, il futuro

www.francescoeconomy.org

i giovani,un patto,il futuro

Seguici su:

Rapporto Edc 2018

Rapporto Edc 2018

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Il dado per le aziende!

Il dado per le aziende!

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Scarica la APP per Android!

28-10-2020

Tornare (o andare) oggi all’economia di Francesco significa prendere sul serio l’«agape», l'amore...

24-05-2020

I provvedimenti del governo mettono in campo notevoli risorse necessarie per risollevare le sorti...

17-04-2020

Il dibattito sulle misure da adottare per attenuare gli effetti economici della pandemia da...

28-10-2020

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul...

31-05-2020

Editoriali - Lavoro e cura per questo tempo di Alessandra Smerilli pubblicato su Avvenire il...

COME FARE PARTE

Image
Opla
AMU
Eoc
aipec

Seguici su:

Corsi di Economia Biblica 2019

scuola biblica box

14-15 settembre 2019
(Libro di Qoélet)
vedi volantino - Per maggiori informazioni - iscriviti qui

Rapporto Edc 2017

Rapporto Edc 2017

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Chi è online

Abbiamo 535 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.