Alla Lumsa la "Promessa Genovesi" è una realta

"È legge dell’universo che non si può far la nostra felicità senza far quella degli altri”  (Antonio Genovesi, 1763)

Roma Universita Lumsa ridI medici hanno il “Giuramento di Ippocrate”, i laureati in Economia avranno la “Promessa Genovesi”. E’ la proposta che arriva dall’ Università Lumsa al mondo accademico, politico e all’intero sistema dell’economia.

«Anche gli economisti hanno una responsabilità etica notevole nelle scelte che fanno -  spiega il prof. Luigino Bruni, docente presso il dipartimento di Scienze economiche, politiche e delle lingue moderne della stessa Lumsa - e ci sembra opportuno di proporre, per la prima volta in Italia e forse nel mondo, di far recitare e firmare un impegno etico per la futura professione di economisti».

Si è parlato della “Promessa Genovesi” alla conferenza stampa svoltasi stamane presso l’Università Lumsa in contemporanea alla Conferenza Internazionale InterdisciplinareEconomic Theology, Theological Economics", in corso oggi e domani nella stessa Università.

La proposta di un “Giuramento per i manager”, nata lo scorso anno nell’ambito dell’ Anno Genovesiano, diventa quindi una realtà: a partire dalla prossima sessione di Laurea estiva ogni laureato in Economia della LUMSA pronuncerà la sua “Promessa”:

Nel ricevere oggi questa laurea in Economia prometto che mi impegnerò a:

1. Guardare al mercato come un insieme di opportunità di mutuo vantaggio senzaLogo Lumsa
discriminazioni di lingua, sesso, credo, colore della pelle, e non come una lotta né
una gara dove qualcuno vince a spese di altri.

2. Trattare i lavoratori mai solo come un costo, né solo come un capitale o una risorsa dell’impresa.

3. Riconoscere nella mia pratica professionale che lavoratori, soci, colleghi, fornitori, clienti sono prima di tutto persone, e con questa dignità vorrò rispettarle, valorizzarle, onorarle.

4.Rapportarmi con i miei interlocutori con benevolenza, fiducia, correttezza, giustizia, magnanimità, moralità e rispetto di ogni persona, convinto/a che l’etica della persona sia anche la migliore strada per una economia buona e sostenibile.

5. Vivere il mio lavoro come luogo di realizzazione contributo al Bene comune.

Un impegno preso con serietà, in un momento solenne della vita di un giovane come quello della Laurea: l’auspicio è che diventi davvero un programma per la vita lavorativa e professionale delle nuove generazioni di manager, funzionari, imprenditori.

Antonio Genovesi ritratto ridAntonio Genovesi (Salerno 1713, Napoli 1769), è stato il primo cattedratico di economia nella storia,  nel 1754. Fu filosofo, teologo, e il fondatore della tradizione italiana ed europea dell’Economia civile. Al centro della sua visione dell’economia e della società ci sono i principi di reciprocità (“Mutua assistenza”), fiducia e pubblica felicità. Fu grande educatore di giovani, e anche il primo professore  a tenere le sue lezioni in  lingua italiana, come scelta etica ed educativa per contribuire con il suo insegnamento all’incivilimento del suo popolo: “E’ inutile di pensare ad arte, commercio, a governo, se non si pensa di riformar  gli uomini troveranno il lor conto ad essere birbi, non bisogna aspettar gran cosa dalle fatiche metodiche. N’ho troppo esperienza” (da una sua lettera del 1765).

Seguici su:

Rapporto Edc 2018

Rapporto Edc 2018

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Il dado per le aziende!

Il dado per le aziende!

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Scarica la APP per Android!

Chi è online

Abbiamo 655 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.