Nasce una 2a generazione di imprenditori alla Scuola Interamericana Edc

Nuovi segnali di vitalità a conclusione della Scuola Interamericana Edc

di Ana Cassiópia e Regina da Luz Vieira

151030 Ginetta Scuola Interamericana01Nonostante la crisi globale che colpisce il mondo economico e finanziario e che non risparmia le imprese dell’EdC, nuovi segnali di vitalità sono emersi a conclusione della Scuola interamericana dell’Economia di comunione che si è´svolta questa settimana nella Mariapoli Ginetta, nei pressi di San Paolo in Brasile. Motivati dallo storico intervento videoregistrato di Chiara Lubich che nel 1991 segnò la nascita dell’Economia di Comunione, numerosi partecipanti provenienti da Paraguay, Argentina, Messico, Guatemala, Cuba, Colombia, Bolivia e Brasile, hanno dato la propriadecisa adesione ad avventurarsi nell’imprenditoria secondo i principi innovativi presentati dalla fondatrice dei Focolari. 

A sostegno della realizzazione dei sogni e progetti di questi giovani, gli imprenditori 151030 Ginetta Scuola Interamericana02presenti hanno dichiarato la loro piena disponibilita’ ad accompagnare con la loro esperienza il cammino -certo non facile- che i giovani intendono intraprendere o proseguire con nuovo slancio. La proposta è stata accolta con entusiasmo. Già a conclusione della scuola, ogni studente ha ricevuto dal proprio ‘partner” il certificato di partecipazione.

Il giorno precedente erano stati approfonditi temi di grande attualità come: inclusione, povertà, reciprocità, nuovi movimenti che danno origine a nuove forme di economia.

In questo contesto è stata annunciata una nuova iniziativa. Maria Clézia Pinto (Dima), responsabile dei progetti dell’Anpecom (l'associazione che coordina le varie iniziative per 151030 Ginetta Scuola Interamericana03un’Economia di Comunione in Brasile) ha annunciato l’avvio di un Programma di sostegno economico rivolto a piccole imprese che operano in situazioni di vulnerabilità sociale, offrono prodotti di alimentazione o servizi a favore dell’educazione, salute e abitazioni e ad  iniziative tese allo sviluppo umano e sociale a favore delle classi C D E, cioè alle classi di reddito medio-basso, basso e a quelle più indigenti.  Si tratta di un programma ispirato ad iniziative già in atto in altre aree del mondo che offrono
finanziamento e sostegno ai portatori di progetti imprenditoriali.

Anouk Grevin, della Commissione Internazionale dell’EdC, nel suo intervento 151030 Ginetta Scuola Interamericana05conclusivo, ha confidato che, sin dalla fase preparatoria, era viva l’aspettativa che la Scuola fosse come un laboratorio che potesse aprire nuove strade per l’EdC non solo in America Latina, ma nel mondo. “Possiamo dire che quanto è avvenuto ha superato ogni attesa. D’altra parte – ha aggiunto – non poteva essere diversamente, essendosi questa scuola realizzata próprio nel luogo dove e’ nata l’EdC."

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.