Milano: il laboratorio EdC continua

In preparazione in Lombardia il terzo anno della “Scuola popolare”. Primo appuntamento il prossimo 19 novembre.

di Andrea Penazzi

141129 Milano 02 ridOgni nuovo capitolo di un libro è sempre un voltare pagina ma anche un proseguire una storia: la storia della Scuola popolare di economia civile e di comunione, promossa in Lombardia/NO/VB dalla Commissione EdC e dai soci AIPEC, è incominciata nel novembre 2014. Dello scorso anno, il secondo della scuola, oltre a quanto già condiviso (vedi primo appuntamento su sostenibilità e finanza), sottolineiamo che tutti gli appuntamenti sono stati interessanti occasioni di dialogo e di confronto.

In particolare (oltre all'ultima giornata, a giugno, per così dire “riepilogativa” e che ha permesso di approfondire il tema della “felicità” e, prima, il coinvolgimento in occasione della partecipazione EdC a “Fa' la cosa giusta! 2016"), rammentiamo qui l'appuntamento su sostenibilità ambientale e quello su sostenibilità sociale con un “grazie” in particolare a Luca Costamagna, Andrea Baldo, Raffaele Cardarelli e Massimo Zampollo per gli spunti iniziali.

Giunti al terzo anno, proseguiamo voltando pagina. Manteniamo le caratteristiche del metodo scelto per questi appuntamenti -laboratorio di studio e di scambio di idee ed esperienze- e gli obiettivi -formazione di una cultura di base sull’economia civile e di comunione e creazione di un forte legame tra i partecipanti, perché essi stessi diventino tutti promotori di un’economia sostenibile, attraverso azioni concrete generative di cambiamenti sociali- concentrandoci però sulle specificità dell'Economia di Comunione: desideriamo approfondire gli elementi fondativi dell'esperienza ormai venticinquennale dell'EdC dedicando particolare attenzione anche alle più recenti novità (rete di incubatori, microcredito, progetti di inclusione...). Con il desiderio di ancora più opportunità di sperimentazione assieme.

Anteprima il 19/11/2016 a Milano (vedi evento) e successivamente a Brescia. Queste poi le altre date previste: 21/01/2017, 18/02/2017 (anziché 25/02/2017 come precedentemente ipotizzato), 22/04/2017 e 10/06/2017.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.