Editoriali Avvenire92

 

 

In questa categoria sono contenuti tutti gli editoriali di Luigino Bruni su Avvenire da luglio 2011.

 

La risposta dell’intoccabile

Un uomo di nome Giobbe/2 - Resistere senza maledire, scoprire la «libertà del letame»

di Luigino Bruni

Pubblicato su Avvenire il 22/03/2015

logo GiobbeLa nostra civiltà attuale, scesa dal Nord e dall’Occidente, ha visto il sole e l’azzurro; non ha visto le tenebre del mare, il fango secco, i deserti di sabbia gialla, le rocce spaccate, le fiumane asciutte, il groviglio dei cespugli polverosi, la crudeltà della luce, il sale e il sudore, i gridi e il silenzio, la rapida putrefazione. In questo veder male, in questa illusione, sta la nostra cultura, che è per questo – di fronte alla morte e quindi alla vita – il ritratto dell’impotenza.”.

Sergio Quinzio Cristianesimo dell’inizio e della fine

La ricchezza, ogni ricchezza umana, tutta la nostra ricchezza, è prima di tutto dono. Veniamo al mondo nudi, e iniziamo il nostro cammino sulla terra grazie alla gratuità di due mani che ci raccolgono quando ci affacciamo sul mondo. Riceviamo in dono l’eredità di millenni di civiltà, di genialità, di bellezza, che ci vengono donati senza alcun merito nostro. Nasciamo dentro istituzioni che c’erano prima che arrivassimo, che ci accudiscono, proteggono, amano. Il nostro merito è sempre sussidiario al dono, ed è molto più piccolo. E noi invece continuiamo a creare ingiustizie crescenti in nome della meritocrazia, e a vivere come se la ricchezza e i consumi potessero cancellare la nudità dalla quale veniamo e che ci attende sempre fedele nei crocicchi di tutte le strade della vita.

Leggi tutto...

Nudo è il dialogo con Dio

Un uomo di nome Giobbe/1 - In cammino, oltre la visione “retributiva” della fede

di Luigino Bruni

Pubblicato su Avvenire il 15/03/2015

logo GiobbeChe cosa state facendo? Ditemelo, voglio sapere”. Non le ho risposto. Il cieco ha detto: “Stiamo disegnando una cattedrale. Ci stiamo lavorando insieme, io e lui. Premi più forte”, ha detto, rivolto a me. “Sì, così. Così va bene”, ha aggiunto. “Certo. Ce l’hai fatta, fratello. Si capisce bene, adesso. Non credevi di farcela, eh? Ma ce l’hai fatta, ti rendi conto? Adesso sì che vai forte. Capisci cosa voglio dire? Tra un attimo qui avremo un vero capolavoro”.

Raymond Carver Cattedrale

Il mondo è popolato da un numero sterminato di Giobbe. Pochissimi, però sono quelli che hanno il dono di attraversare le proprie sventure in compagnia del libro di Giobbe. La lettura e la meditazione di questo capolavoro assoluto di tutte le letterature, è anche una compagnia spirituale ed etica per chi si trova nella vita a rivivere l’esperienza di Giobbe: una persona giusta, integra e retta, che nel pieno della sua felicità viene colpito da una grande sventura, senza nessuna spiegazione.

Leggi tutto...

La povertà rigenera il futuro

La grande transizione/10 - È nelle periferie che s’impara a far sorgere e risorgere vocazioni

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 08/03/2015

Marea ridDio ha creato l’uomo come il mare crea i continenti: ritirandosi.

Friedrik Holderlin

I grandi processi di cambiamento, quelli capaci di rigenerare l’intero corpo e dare il via ad una nuova primavera, non sono mai innescati e guidati dalle élite che hanno governato la fase dell’emergere della crisi. Questa dinamica è nota e di portata generale, quindi vale anche per quelle realtà che abbiamo chiamato comunità e movimenti carismatici (perché nati da un carisma, da un dono di "occhi diversi" sul mondo).

Leggi tutto...

La libertà dei profeti ci libera

La grande transizione/9 - Gli incontri che "accendono" vocazioni spirituali e civili

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 01/03/2015

Jeremiah lamenting ridPer nascondermi da te ho spento la mia luce,
ma tu m’hai sorpreso con le stelle

Rabindranath Tagore

Le comunità e i movimenti generativi sono stati quelli che hanno messo le persone che li costituiscono nelle condizioni di ripetere, in varie forme, la stessa esperienza del fondatore. Gli stessi miracoli, la stessa libertà, gli stessi frutti. La storia del cristianesimo ne è eloquente dimostrazione: la fecondità dell’esperienza cristiana sono le migliaia di comunità e movimenti generati dalla stessa radice, che hanno rivissuto nel tempo e nello spazio le stesse esperienze dei primi tempi: pani che si moltiplicano, storpi che camminano, crocifissi che risorgono. Le esperienze carismatiche capaci di futuro sono state plurali, pluraliste, frutteti con tanti alberi, giardini popolati da centinaia, migliaia di fiori tutti uguali e tutti diversi, fioriti dallo stesso humus, con colori e profumi simili e diversissimi. Il seme che assume le forme del terreno dove cresce, generando personalità sempre nuove, che arricchiscono la terra.

Leggi tutto...

Non consegnarsi al successo

La grande transizione/8 - L’insidia dell’ "imbrunire nel mezzodì" e il suo antidoto

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 22/02/2015

Sole di mezzanotte ridErano rimasti due uomini nell'accampamento, uno chiamato Eldad e l'altro Medad. E lo spirito si posò su di loro... Si misero a profetizzare nell'accampamento. Un giovane corse ad annunciarlo a Mosè e disse: «Eldad e Medad profetizzano nell'accampamento». Ma Mosè gli disse: «Sei tu geloso per me? Fossero tutti profeti nel popolo»

Libro dei Numeri, 11.

Le organizzazioni, le comunità, i movimenti sono organismi viventi: nascono, crescono, muoiono, si ammalano, si curano. Una malattia, che domenica scorsa abbiamo chiamato “auto-immune”, è particolarmente grave e di difficile cura, soprattutto perché i suoi primi sintomi vengono letti come segnali di successo e di salute. Come in tutte le malattie auto-immuni, anche qui i fattori che avevano fatto crescere e protetto una OMI (organizzazione a movente ideale), a un certo punto cominciano a infettare quel corpo sociale che per tanto tempo avevano alimentato.

Leggi tutto...

Il coraggio di pensare il frutteto

La grande transizione/7 - Si può curare la malattia auto-immune delle organizzazioni

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 15/02/2015

Creatività 02 ridNon faccio che seguire un comando divino, sappiatelo: sono convinto, anzi, che la missione che svolgo per il Dio sia il bene massimo che sia toccato a questa città”.

Platone, Apologia di Socrate

Molte imprese e organizzazioni nascono per cogliere un’opportunità di mercato, per rispondere a un bisogno, per erogare un servizio. Altre, invece, sono l’emanazione della personalità, delle passioni, degli ideali di una o più persone, che in quella loro organizzazione mettono e incarnano le parole più alte e i progetti più grandi della loro vita. Di queste organizzazioni e comunità “altre” è piena la terra, e molte delle cose belle e alte della nostra vita si svolgono all’interno di queste organizzazioni e comunità, dove le motivazioni delle persone diventano progetti, i progetti si fanno storia, la storia si arricchisce di colori e di sapori.

Leggi tutto...

Lo spirito delle differenze

La grande transizione/6 - Il futuro umano è creatività, non cinica omologazione

di Luigino Bruni

pubblicato su  Avvenire il 08/02/2015

Motivation ridNon solo nel mondo degli affari ma anche in quello delle idee, il nostro tempo sta attuando un’autentica liquidazione. Tutto si ottiene a un prezzo talmente vile, che vien da chiedersi se alla fine ci sarà ancora qualcuno disposto a offrire qualcosa.”

Søren Kierkegaard, Timore e tremore

La bellezza della vita sociale dipende soprattutto dal gioco e dall’intreccio delle differenze. La terra non è bella solo per la varietà di farfalle e fiori. C’è molta bellezza generata dalle differenze nei modi e nelle forme di fare economia, impresa, banca. E ancor più grande è la bellezza che nasce dalle differenze tra le persone, dall’incontro dei loro talenti diversi, dal dialogo tra le loro motivazioni.

Leggi tutto...

Forte è la fiducia vulnerabile

La grande transizione/5 - Far crescere alternative generative alle logiche di casta

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 01/02/2015

Fiducia 01 ridCommunitas è l’insieme di persone unite non da una “proprietà”, ma da un dovere o da un debito. Non da un “più”, ma da un “meno”, da una mancanza, da un limite che si configura come un onere, o addirittura come una modalità difettiva per colui che ne è “affetto”, a differenza di colui che ne è invece “esente” o “esentato

(Roberto Esposito, Communitas).

Le comunità e le organizzazioni che si sono mantenute nel tempo creative e feconde hanno saputo convivere con la vulnerabilità; non l’hanno eliminata interamente dai loro territori ma l’hanno accudita.

Leggi tutto...

Le tenaglie dell'ingratitudine

La grande transizione/4 - Lavoratori non più "visti", dirigenti ridotti a tecnici

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 25/01/2015

Lavoro in ufficio ridDovremmo abituarci a riflettere a fondo sul fatto che il mio io è comunione. Se possiamo definire le comunità come il ritrovarsi, in un tempo e in uno spazio, di alcuni individui ma nella loro tensione a farsi persona, dovremmo allora sentire l'insufficienza radicale delle comunità, e tendere continuamente a scioglierle, superandole, nella comunione”.

Giuseppe Maria Zanghì  Poche riflessioni sulla persona

In tutte le grandi epoche di passaggio la prima indigenza è quella delle parole. In questa veloce età di transizione, il mondo del lavoro soffre anche per la mancanza di poeti, di artisti, di maestri di spiritualità che ci donino nuove parole per capire le nostre gioie, sofferenze, speranze. Ci manca il linguaggio per dire quanto stiamo vivendo, per narrarle e, narrandole, curarle.

Leggi tutto...

Organizzazione di consumo

La grande transizione/3 - Giovani dirigenti sacrificati, come in eserciti e culti pagani

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 18/01/2015

Burnout 01 ridNel capitalismo bisogna scorgervi una religione, perché nella sua essenza esso serve a soddisfare quelle medesime preoccupazioni, quei tormenti, quelle inquietudini, cui in passato davano risposta le cosiddette religioni.

Walter Benjamin, Il capitalismo come religione, 1921

In questa fase dove da più parti si sta riflettendo, a volte anche in profondità, sulla insostenibilità dei modelli economici e finanziari che abbiamo messo in piedi negli ultimi decenni, c’è un aspetto che è troppo trascurato se lo mettiamo in rapporto al peso che ha nella nostra vita politica, nella democrazia, nel nostro star bene e star male. È la cultura manageriale delle organizzazioni, che sta diventando una vera e propria ideologia globale, sviluppata e insegnata nelle principali università e implementata capillarmente dalle multinazionali e dalle società globali di consulenza.

Leggi tutto...

Alle radici dello sviluppo

La grande transizione/2 - Le innovazioni cruciali germinano tra giovani e poveri

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire l'11/01/2015

Due prigionieri, in due celle vicine, che comunicano con colpi battuti nel muro. Il muro è ciò che li separa ma anche quel che permette loro di comunicare. Così tra Dio e noi. Ogni separazione è un legame

Simone Weil  (L’ombra e la grazia)

Innesto ridInnovazione è parola della botanica. La si usa per i germogli e per i nuovi rami. Le innovazioni hanno quindi bisogno di radici, di terreno buono e di una pianta viva. Sono vita che fiorisce, generatività in atto. E quelle innovazioni che diventano cibo, giardini, parchi, richiedono anche il lavoro e la pazienza del contadino o del giardiniere, che le accompagnano e accudiscono durante i geli dei duri inverni. È così che il germoglio sviluppa e diventa fiore, la vigna produce buon vino, la pianta di fico torna a generare frutti dopo anni di sterilità, e si salva.

Leggi tutto...

È meticcio il genio del futuro

La grande transizione/1 - Quattro (e più) economie diverse, alleanze nuove

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 4/01/2015

Con quale mezzo salverete il mondo e quale via normale gli avete saputo trovare, voi Giovani Start up 01 riduomini di scienza, fautori dell’industria, delle assicurazioni, del salario e del resto? Con quale mezzo? Col credito? Che cos’è il credito? A che cosa vi condurrà il credito?

Fëdor Dostoevskij (L’idiota)

Mentre soffriamo per una crisi che sembra (ed è) troppo lunga, per coltivare una speranza non vana dobbiamo riuscire a vedere il vivace pullulare di nuova vita, di imprese, di lavoro, di innovazioni nel sottobosco della nostra economia. Perché c’è realmente. La qualità della nuova fase del nostro capitalismo dipenderà però da quale economia sarà capace oggi di “attrarre”, assorbire e valorizzare tutta l’energia giovane, intellettuale e tecnologica che si sta sprigionando dentro e fuori “la tela” (web).

Leggi tutto...

Nessun liberatore si fa mai re

Le levatrici d’Egitto/21 - La vicenda di Mosè ci ripete una grande parola: gratuità

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 28/12/2014

Logo Levatrici d EgittoNessuno conosce il luogo in cui riposa. Per gli uomini della montagna, la sua tomba si trova nella valle; per gli uomini della valle, si trova sulla montagna. È dappertutto e altrove, sempre altrove. Nessuno era presente al momento della sua morte. In un certo senso, egli vive ancora in noi, in ognuno di noi. Perché, finché un figlio di Israele, da qualche parte, proclama la sua Legge e la sua verità, Mosè vive attraverso di lui, in lui, come vive il roveto ardente, che consuma il cuore degli uomini senza consumare la loro fede nell’uomo e nei suoi richiami strazianti

(Elie Wiesel, Personaggi biblici attraverso il Midrash).

Per imparare a rinascere dobbiamo reimparare a morire, lo abbiamo dimenticato. La civiltà dei consumi è prima di ogni altra cosa un gigantesco tentativo di esorcizzare la morte, il limite, la vecchiaia, un’enorme sofisticatissima industria d’intrattenimento perpetuo, che non deve lasciarci tempo e spazio per pensare che un giorno il grande gioco dei consumi finirà, la giostra arriverà al suo ultimo giro.

Leggi tutto...

Il lavoro è già terra promessa

Le levatrici d’Egitto/20 Il senso della comunità e del perdono. L’intelligenza e la preghiera delle mani

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 21/12/2014

Logo Levatrici d EgittoÈ bello vedere un pugno di muratori, arrestati da una difficoltà, riflettere ciascuno per proprio conto, indicare diversi mezzi d'azione, e applicare unanimemente il metodo concepito da uno di loro, il quale può avere o non avere una autorità ufficiale sugli altri. In simili momenti l'immagine di una collettività appare pura.

(Simone Weil, in G. Borrello, Il lavoro e la grazia).

Esiste un profondo rapporto tra comunità e perdono. Non si dà comunità senza perdono, ed è il perdono il grande generatore e rigeneratore delle comunità. Cum-munus (dono reciproco) e per-dono. Le relazioni sociali che non hanno bisogno di perdono sono quelle funzionali, burocratiche, anonime, contrattuali, dove non essendoci incontri im-mediati non c’è bisogno del perdono, che diventa solo una parola stonata e straniera.

Leggi tutto...

C’è un velo che svela il falso

Le levatrici d’Egitto/19 - Il vero profeta serve sempre una parola che non è la sua

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 14/12/2014

Logo Levatrici d EgittoFra un comandamento e l’altro furono segnati sulle tavole tutti i precetti della Torah fin nei minimi particolari, e malgrado fossero di pietra granitica esse potevano essere arrotolate come un foglio. Quando l’Eterno le afferrò per consegnarle a Mosè coprì con le mani la terza parte superiore di esse, mentre questi ne coprì la terza parte inferiore: dalla terza parte rimasta libera scaturirono le scintille divine che irradiarono il volto di Mosè” (L. Ginzberg, Le leggende degli ebrei).

Il perdono non riporta indietro il tempo, né cancella atti e parole. Ma ha la forza di farci rinascere, di risuscitarci a vita nuova, di raccogliere e accogliere il corpo ferito e farne un corpo nuovo e diverso, dove le stigmate diventano volto raggiante di luce.

Leggi tutto...

Le spalle e il volto di Dio

Le levatrici d’Egitto/18 - Promesse e patti fanno la speranza, la "sequela" li realizza

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 07/12/2014

Logo Levatrici d Egitto‘Gloria’ è presenza troppo violenta per i sensi dell’uomo. Iod (YWHW) lascia attraversare il volto di Mosè dalla brezza forse tollerabile di un’altra sua emanazione, la bontà. Per quanto immensa, essa non è più di una carezza per l’uomo (Erri de Luca, Esodo - Nomi).

La speranza vera di poter ricominciare dopo le grandi crisi si trova attingendo alle parole più vere che abbiamo detto nei momenti migliori della nostra vita, ai gesti più grandi e generosi che abbiamo fatto, ritornando alle promesse delle madri e dei padri che ci hanno generato.

Leggi tutto...

Il peso delle parole comuni

Le levatrici d’Egitto/17 - I profeti placano persino Dio. E non dissimulano gli errori

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 30/11/2014

Logo Levatrici d EgittoCon l’ebraismo condivido il viaggio, non l’arrivo. Non in terra promessa, la mia residenza è in margine all’accampamento … Scegliessi un dove e un come di nascita, ribadirei gli stessi: al Sinai, da straniero” (Erri de Luca, E disse).

Senza profeti, carismi e artisti siamo destinati all’adorazione perpetua di vitelli d’oro. Ridurremmo le religioni a idolatrie, le comunità religiose a consumismo spirituale, l’opera d’arte a pura merce. Questi testimoni di ‘gratuità per vocazione’ ricordano con la loro sola esistenza la natura di dono della vita, perché ci costringono ad alzare lo sguardo al di sopra di essi se vogliamo trovare la sorgente dei doni che li abitano.

Leggi tutto...

La voglia di intrappolare Dio

Le levatrici d’Egitto/16 - La banalità degli idoli trionfa quando i profeti sono assenti

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 23/11/2014

Logo Levatrici d EgittoIl re Geroboamo preparò due vitelli d'oro e disse al popolo: «Siete già saliti troppe volte a Gerusalemme! Ecco, Israele, i tuoi dèi che ti hanno fatto salire dalla terra d'Egitto».
Ne collocò uno a Betel e l'altro lo mise a Dan. Questo fatto portò al peccato; il popolo,infatti, andava sino a Dan per prostrarsi davanti a uno di quelli.

Primo libro dei Re, 12

La fede biblica non è necessaria soltanto agli uomini: serve anche a YWHW per non essere trasformato in un idolo, per non tornare un ordinario Elohim senza nome.

Leggi tutto...

Il tesoro del settimo giorno

Le levatrici d’Egitto/15 - La terra e il tempo sono dono. Non facciamoceli rubare

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 16/11/2014

Logo Levatrici d EgittoA Montgomery, Alabama, in una piccola chiesa battista, ascoltai il sermone più straordinario che avessi mai ascoltato: l’argomento era il libro dell’Esodo e la lotta politica dei neri del sud. Dal suo pulpito il predicatore mimò l’uscita dall’Egitto e ne espose le analogie col presente; piegò la schiena sotto la frusta, sfidò il Faraone, esitò timoroso davanti al mare, accettò l’alleanza e la legge ai piedi della montagna.

M. Walzer Esodo e rivoluzione

Gli umanesimi che si sono mostrati capaci di futuro, sono fioriti grazie a rapporti non predatori con il tempo e con la terra. Il tempo e la terra non li produciamo; li possiamo solo ricevere, custodire, accudire, gestire, come dono e promessa. E quando non lo facciamo, perché usiamo tempo e terra a scopo di lucro, l’orizzonte futuro di tutti si annuvola e si accorcia.

Leggi tutto...

Puro dono è la dote della terra

Le levatrici d’Egitto/14 - La "legge del mantello del povero" fonda un'altra economia

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 09/11/2014

Logo Levatrici d EgittoSe un uomo ha contratto un debito e se ha dato per denaro moglie, figli, figlie, o se li ha consegnati in servitù, durante tre anni essi lavoreranno nella casa del loro compratore o di colui che li tiene in servitù; ma nel quarto anno recupereranno la loro libertà” (Codice di Hammurabi).

Per capire e rivivere, qui ed ora, il grande messaggio delle ‘dieci parole’ donate da Elohim-YHWH, ci sarebbe bisogno di una cultura dell’alleanza, di una civiltà delle promesse fedeli, capace di patti, che riconosca il valore del ‘per sempre’. Una grande nota del nostro tempo è invece la trasformazione di tutti i patti in contratti, una nota che risuona sempre più forte fino a coprire tutti gli altri suoni del concerto della vita in comune. Lo vediamo con estrema nitidezza nell’ambito dei rapporti famigliari, ma anche nel mondo del lavoro, dove le relazioni lavorative che nel XX secolo erano state concepite e descritte ricorrendo al registro relazionale del patto, oggi si stanno sempre più appiattendo sul solo contratto.

Leggi tutto...

Ecco la sola immagine vera

Le levatrici d’Egitto/13 - Dio ci parla e ci ricorda la nostra libertà. Gli idoli ci fanno servi

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 02/11/2014

Logo Levatrici d EgittoIl Signore vi parlò dal fuoco; voi udivate il suono delle parole ma non vedevate alcuna figura: vi era soltanto una voce” (Deuteronomio, 4,12)

La storia umana non è una linea retta uniforme e monotòna. Alcuni eventi possiedono la forza di curvare il tempo, di piegarne, a volte spezzarne, le traiettorie, dischiudendo all’umano nuove dimensioni. La voce del Sinai è uno di questi eventi. Quelle parole dette e donate ad un popolo di ex schiavi liberati e pellegrini in un deserto, hanno fatto entrare l’umanità in una nuova epoca morale e religiosa. Un’era tutta ancora da compiere, che resterà sempre incompiuta. Quindi sempre di fronte a noi, ad attenderci, a chiamarci.

Leggi tutto...

Sottocategorie

IT- Il nuovo lessico del ben vivere sociale

Il nuovo lessico del ben vivere socialeLogo nuovo lessico header

 

 

In questa categoria sono disponibili tutti gli editoriali di Luigino Bruni della serie "Il nuovo lessico del ben vivere sociale" pubblicati su Avvenire dal 29 settembre 2013 al 9 febbraio 2014

 

IT - L'albero della vita

L'albero della vitaLogo Albero della vita header

 

 

In questa categoria sono disponibili tutti gli editoriali di Luigino Bruni della serie "L'albero della vita" a commento del libro della Genesi, pubblicati su Avvenire dal 16 febbraio al 3 agosto 2014

 

IT - Le levatrici d'Egitto

Le levatrici d'EgittoLogo Levatrici d Egitto header

 

 

In questa categoria sono disponibili tutti gli editoriali di Luigino Bruni della serie "Le levatrici d'Egitto" a commento del libro dell'Esodo, pubblicati su Avvenire dal 10 agosto 2014

 

 

IT - La grande transizione

La grande transizione

 In questa categoria sono disponibili tutti gli editoriali di Luigino Bruni della serie "La grande transizione", pubblicati su Avvenire dal 4 gennaio all'8 marzo 2015

 

IT - Un uomo di nome Giobbe

Un uomo di nome Giobbe

In questa categoria sono disponibili gli editoriali di Luigino Bruni della serie "Un uomo di nome Giobbe" a commento del libro di Giobbe, pubblicati su Avvenire dal 15 marzo 2015

Iscriviti a Nairobi 2015!

Logo Nairobi 2015 red rid modPer partecipare agli eventi Edc di Nairobi 2015

Iscriviti online qui!

vedi flyer
facebook nsl vai alla pagina Facebook

EoC International School Nairobi 2015

Logo Nairobi Scuola EoC rid modFirst Pan African and International EoC School for Young People
Mariapolis Piero Nairobi (Kenya) 22-26 Maggio 2015

Iscriviti online qui!

vedi flyer

Summer School EoC Praga 2015

Nairobi 2015

Africa EoC Logo Final rid modSi terrà a Nairobi dal 27 al 31 maggio 2015,

il Congresso Internazionale Edc 2015 dal titolo: 

"Diciamo Sì ad una economia di comunione"

vedi flyer
facebook nsl vai alla pagina Facebook iscrizioni online qui!

Edc aderisce a Slotmob!

Logo Slotmob rid mod

Tutte le info alla pagina dedicata

facebook nslSlotmob a Monte Urano 18/04/2015

facebook nslSlotmob a Alba 11/04/2015

facebook nslSlotmob a Cagliari 28/03/2015

facebook nslSlotmob a Pisa 28/03/2015

Le Levatrici d’Egitto

Logo Levatrici d Egitto rid modIl commento dell' Esodo, dagli editoriali domenicali su Avvenire di Luigino Bruni

La morte di Mosè - 28/12/2014
Il lavoro delle mani - 21/12/2014
Il velo del profeta - 14/12/2014
Il volto e le spalle di Dio - 07/12/2014
Profeti, carismi, artisti - 30/11/2014
Il vitello d'oro - 23/11/2014
Il settimo giorno - 16/11/2014
Parole di cielo, parole di terra - 09/11/2014
Il decalogo - 02/11/2014
Le parole della terra - 26/10/2014
I famigliari del profeta - 19/10/2014
La manna-gratuità - 12/10/2014
La danza di Miriam - 05/10/2014
I muri del mare
- 28/09/2014
La liberazione e gli idoli
- 21/09/2014
Piaghe e imperi invisibili - 14/09/2014
Capisquadra leali
- 07/09/2014
Il cielo e le piramidi - 31/08/2014
La vocazione di Mosè - 24/08/2014
Il grido-preghiera - 17/08/2014
Le levatrici d'Egitto - 10/08/2014

Lessico del ben vivere sociale

Cooperazione, mercato e altre parole in un mondo che cambia

lessico-del-benvivere riddi Luigino Bruni, Ecra editore


Leggi tutto...

"La Ferita dell'altro" è nuovamente disponibile

la_ferita_dell_altro.jpgdi Luigino Bruni, Il Margine, 2007

Acquista su Il Margine

Leggi tutto...

Fidarsi di uno sconosciuto

Fidarsi di uno sconosciuto ridEconomia e virtù nel tempo delle crisi

di Luigino Bruni, Dehoniane, 2015

Leggi tutto...

Il nuovo lessico del ben vivere sociale

Logo nuovo lessico rid modLe "parole" del Nuovo Lessico, dagli editoriali domenicali su Avvenire di Luigino Bruni

Comunione - 09/02/2014
Istituzioni - 02/02/2014
Comunità
- 26/01/2014
Tempo - 19/01/2014
Mitezza - 12/01/2014
Economia
- 05/01/2014
Consumo
- 29/12/2013
Carismi
- 22/12/2013
Innovazione
- 15/12/2013
Mercato - 08/12/2013
Beni comuni
- 01/12/2013
Cooperazione - 24/11/2013
Beni d'esperienza - 17/11/2013
Punto critico - 10/11/2013
Capitali - 03/11/2013
Povertà - 27/10/2013
Beni relazionali - 20/10/2013
Beni - 13/10/2013
Ricchezza - 06/10/2013
Nuovo lessico - 29/09/2013

Aderisci a EdC

EoC Companies crop banner rid modRegistrando la tua azienda sul nuovo sito dedicato: eoc-companies.org

Scopri di più...

L’altra metà dell’economia

altra-metà-dell economia ridDa Città Nuova è uscito il libro di Luigino Bruni e Alessandra Smerilli sulle le comunità carismatiche e a movente ideale e il femminile.

Leggi tutto...

Ascolta Presentazione su Radio 24

Unable to embed Rapid1Pixelout audio player. Please double check that:  1)You have the latest version of Adobe Flash Player.  2)This web page does not have any fatal Javascript errors.  3)The audio-player.js file of Rapid1Pixelout has been included.

Download

Fondati sul lavoro

Fondati-sul-lavoro ridE' uscito da Vita e Pensiero l'ultimo libro di Luigino Bruni
Leggi tutto...

Ascolta presentazione su Radio 24

Unable to embed Rapid1Pixelout audio player. Please double check that:  1)You have the latest version of Adobe Flash Player.  2)This web page does not have any fatal Javascript errors.  3)The audio-player.js file of Rapid1Pixelout has been included.

Download

Scritti ed altro di: Luigino Bruni

Ricchezze

Beati quelli che investiranno in economie di comunione.

Ricchezzedi Luigino Bruni, dall'Editrice San Paolo per la collana: Nuove Beatitudini, Ipotesi di felicità Futura
Leggi tutto...

L’albero della vita

Logo Albero della vita rid modIl commento della Genesi, dagli editoriali domenicali su Avvenire di Luigino Bruni

La morte di Giacobbe - 03/08/2014
Il figlio ritrovato - 27/07/2014
La riconciliazione - 20/07/2014
Il perdono di Giuseppe - 13/07/2014
Vacche grasse, vacche magre - 06/07/2014
La lealtà di Giuseppe - 29/06/2014
Giuda e Tamar - 22/06/2014
Giuseppe il sognatore - 15/06/2014
La morte di Isacco - 08/06/2014
Dinah, la vendetta e la gratitudine - 01/06/2014
Ferita e benedizione - 25/05/2014
La carestia da fondamento - 18/05/2014
Il sogno e la vocazione - 11/05/2014
Esaù e Giacobbe - 04/05/2014
Il primo contratto - 27/04/2014
Isacco - 20/04/2014
Agar
- 13/04/2014
Abramo - 06/04/2014
Babele - 30/03/2014
Noè - 23/03/2014
Caino e Abele - 16/03/2014
Il serpente - 09/03/2014
Incroci di sguardi - 02/03/2014
Adam - 23/02/2014
L'albero della vita - 16/02/2014

Il dado per le aziende!

Logo cube IT 150

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Costruiscilo! Leggilo! Vivilo! Condividilo! Fanne esperienza!

Il dado per le aziende oggi anche in italiano! Scarica la APP per Android!

Newsletter Edc-online

logo newsletter ridPurtroppo da alcuni mesi, per problemi tecnici che stiamo cercando di risolvere, la nostra newsletter non vi raggiunge più. Ci scusiamo con tutti e con ciascuno, sperando presto di poter tornare ad aggiornarvi regolarmente sulla vita EdC.

Seguici su:

facebook-logotwitter-logoLogo_vimeo_rid_mod

Editoriali Avvenire

Chi è l'imprenditore Edc?

Logo Summer School ITA 2012 rid mod

Ascolta la lezione di Luigino Bruni al Workshop School Edc 2012 a Loppiano, 30 giugno 2012

Unable to embed Rapid1Pixelout audio player. Please double check that:  1)You have the latest version of Adobe Flash Player.  2)This web page does not have any fatal Javascript errors.  3)The audio-player.js file of Rapid1Pixelout has been included.

Download

Economia con l'anima

Economi con l anima rid

E' uscito da EMI l'ultimo libro di Luigino Bruni
Leggi tutto...