Editoriali Avvenire92

 

 

In questa categoria sono contenuti tutti gli editoriali di Luigino Bruni su Avvenire da luglio 2011.

 

L'attesa dell'innocente

Un uomo di nome Giobbe/12 - Nostalgia di futuro, dove cielo di Dio e orizzonte umano coincidono

di Luigino Bruni

Pubblicato su Avvenire il 31/05/2015

logo GiobbeIo ti sbircio / come una scacchiera / di battaglia navale / non so ancora dove / mi affonderai"/ segnerai una fenditura / con la biro nera / degli occhi / e mi porterai in salvo / su una terra consegnata.

Chandra Livia Candiani

Le grida delle vittime aumentano la loro forza quando sono ripetute. Nel suo discorso finale Giobbe continua a ripetere le sue domande e le sue grida, difende per l’ennesima volta la sua innocenza, lancia ancora una volta il suo urlo verso il cielo: il povero non è povero perché è colpevole. Un uomo può essere povero, sventurato e innocente. E se è innocente, qualcuno deve aiutarlo a rialzarsi. Dio per primo, se vuole essere diverso dagli idoli. Il vero delitto di cui si sono spesso macchiate anche le religioni è uccidere i poveri convincendoli che sono colpevoli e che hanno meritato le loro condizioni sventurate; e così noi siamo giustificati nella nostra indifferenza, alla quale cerchiamo di associare anche Dio.

Leggi tutto...

La miniera della sapienza

Un uomo di nome Giobbe/11 - Cerchiamo il cielo che è in noi, fedeli alla verità che ci abita

di Luigino Bruni

Pubblicato su Avvenire il 24/05/2015

logo GiobbeGiobbe continua ad interrogare il cielo. Per merito suo noi sappiamo che all’uomo è dato trasformare l’ingiustizia divina in giustizia umana. C’era una volta, in un paese lontano, un uomo leggendario, giusto e generoso, che, nella solitudine e nella disperazione, trovò il coraggio di affrontare Dio. E di obbligarlo di guardare la sua Creazione.

Elie Wiesel, Personaggi biblici attraverso il Midrash

La storia delle religioni e dei popoli è il dispiegarsi di una vera e propria lotta tra chi imprigiona Dio dentro le ideologie e chi cerca di liberarlo. I profeti appartengono alla categoria dei liberatori di Dio, che svolgono la funzione essenziale di critica di tutti i poteri che in ogni epoca subiscono il fascino invincibile di usare le religioni e le ideologie per rafforzare le proprie posizioni di dominio.

Leggi tutto...

Fedeli al Dio del non ancora

Un uomo di nome Giobbe/10 - Non ci si salva accettando logiche e parole sbagliate

di Luigino Bruni

Pubblicato su Avvenire il 17/05/2015

logo GiobbeNel giorno del giudizio sarà Dio a dover rendere conto di tutta la sofferenza del mondo

Ermanno Olmi, Centochiodi

Un giorno un passero finì all’interno di una grande casa luminosa, e vi volò libero e felice. Ad un certo punto qualcuno chiuse la finestra dalla quale era entrato, e tutte le altre finestre della casa. L’uccellino vedeva oltre i vetri trasparenti il suo cielo: cercava di raggiungerlo ma picchiava solo la testa sulle finestre chiuse. Provò più volte, finché non vide, sul lato opposto, una porta che dava in un corridoio buio, buissimo. Preso dalla disperazione intuì che se c’era una via di salvezza per tornare nel suo cielo quella doveva trovarsi solo dentro quel buio, al di là della porta scura. E così si gettò giù per il nero delle scale. Urtò per molti spigoli, si ferì, spezzò la punta di un’ala, ma non smise di continuare a sprofondare, non si fece vincere dalla paura del buio e dal dolore. Finché, in fondo al grande buio, intravvide una luce: era la stessa luce dalla quale era venuto.

Leggi tutto...

L'economia cerca custodi

Ci stiamo convincendo che per agire servono incentivi e le persone rispondono soltanto a interessi...Mentre la difesa dei beni comunivuole gratuità: un lago non s’inquina solo perché non conviene!

di Luigino Bruni

pubblicato su  Avvenire il 12/05/2015

Adamo Eva Poussin cropLa custodia è vocazione universale, di tutti e di ciascuno. L’economia, nonostante la sua etimologia (oikos nomos) rimandi all’oikos, all’ambiente, alla casa, negli ultimi decenni sta tradendo questa vocazione di custodia, perché troppo schiacciata sulle rendite e sui profitti di breve periodo. L’homo oeconomicus non ha, per come è stato pensato fin qui dalla scienza e prassi economica, luoghi da abitare, ma solo spazi da occupare. Il luogo, lo sappiamo, dice identità, specificità, radici; lo spazio è la dimensione razionale dei luoghi: è uniforme, senza radici né destino. E così il nostro capitalismo speculativo sta eliminando le specificità e le identità dei luoghi, delle loro tradizioni sociali ed economiche, per poterli controllare e orientare al mercato, dando vita ad un mondo piatto senza biodiversità nelle forme di impresa, di lavoro, di vivere.

Leggi tutto...

Il veleno della falsa misericordia

Un uomo di nome Giobbe/9 - Con lo sguardo dei poveri, oltre la notte dell’uomo e di Dio

di Luigino Bruni

Pubblicato su Avvenire il 10/05/2015

logo Giobbe"Sono un uomo ferito. / E me ne vorrei andare / E finalmente giungere, / Pietà, dove si ascolta / L’uomo che è solo con sé. / […] Una traccia mostraci di giustizia. / La tua legge qual è? / Fulmina le mie povere emozioni, / liberami dall’inquietudine. / Sono stanco di urlare senza voce."

Giuseppe Ungaretti La pietà

Ogni generazione produce il suo scarto tra le domande nuove e difficili delle vittime e le risposte insufficienti degli amici di Giobbe. Qualche volta, questo scarto è diventato una feritoia dove abbiamo appoggiato lo sguardo per cercare di scorgere un orizzonte umano più largo e un cielo più alto. Molte altre volte, lo spazio dello scarto viene negato e annullato, cancellando le domande dolorose e feconde dei poveri. Per sperare di incontrare ‘Giobbe e i suoi fratelli’ dovremmo, semplicemente, imparare ad abitare, in silenzioso ascolto, questo inevitabile vuoto. Potrebbe fiorirvi una solidarietà nuova con il nostro tempo; forse, finalmente, la fraternità.

Leggi tutto...

La rivoluzione dell’ascolto

Un uomo di nome Giobbe/8 - La verità della vita sta nelle domande giovani e povere

di Luigino Bruni

Pubblicato su Avvenire il 03/05/2015

logo Giobbe"… E non aspetto nessuno: / fra quattro mura / stupefatte di spazio / più che un deserto / non aspetto nessuno: / ma deve venire; / verrà, se resisto, / a sbocciare non visto, / verrà d'improvviso, / quando meno l'avverto: / verrà quasi perdono / di quanto fa morire, / verrà a farmi certo / del suo e mio tesoro, / verrà come ristoro / delle mie e sue pene, / verrà, forse già viene il suo bisbiglio."

Clemente Rebora, Canti Anonimi

Nelle persone, nelle comunità, nelle civiltà, nelle fedi, esiste un ciclo che alterna fede e ideologia, religione e idolatria. All’inizio del cammino si è sedotti da una voce che ci chiama: si crede, si parte. Ma dopo aver percorso un certo tratto di strada, a volte molto lungo, ci si ritrova quasi sempre dentro una ideologia, se non una idolatria. È un esito molto probabile, forse inevitabile, perché l’ideologia e l’idolatria sono prodotti naturali delle fedi e delle religioni. La lettura onesta e nuda del libro di Giobbe – non a caso posto al centro di una Bibbia che ha nell’idolatria il suo principale nemico – è una potente cura di queste gravi malattie delle religioni, perché costringe ad abbandonare le risposte che abbiamo maturato e conquistato a fatica per buona parte di vita, per tornare, umili e veri, alle prime domande della giovinezza.

Leggi tutto...

Che la festa ritorni

Il messaggio del giorno dei lavoratori

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 1/05/2015

primo maggio 2015Ogni primo maggio è un messaggio, che va cercato, scoperto e decifrato nelle pieghe del nostro presente, nelle sue contraddizioni, nei suoi dolori e nelle sue speranze.

Dopo anni molto duri, stiamo cercando di ripartire, e dobbiamo essere coscienti che il primo indicatore che ci dirà se è arrivata veramente l’alba di un nuovo giorno sarà la capacità di tornare a generare lavoro per tutti, prima di tutto per i giovani. Quando un Paese non riesce a occupare i giovani, che sono sempre la sua parte migliore e più creativa, produce due danni molto gravi: perde l’energia più potente che possiede e priva il suo presente migliore e il suo futuro della possibilità di fiorire.

Leggi tutto...

La parola che vince la morte

Un uomo di nome Giobbe/7 - Il riscattatore del povero serve il fratello e il Dio dei vivi

di Luigino Bruni

Pubblicato su Avvenire il 26/04/2015

logo Giobbe"L'ultimo mio anelito sarà per te, nel tuo nome di mamma vi è tutta la mia vita. Sono sereno e innocente. Del motivo che muoio vai a testa alta e dì pure che il tuo bambino non ha tremato e che è morto per la libertà e ora perdono a tutti, ciao mamma, papà, Stefano, Alberto, ciao a tutti, tutto è pronto sono sereno. Addio mamma, mamma, mamma, mamma …

(Lettere dei condannati a morte della resistenza, Domenico, 29 anni)."

Sono molte le fedi rinate da fraternità solidali capaci di accompagnare fino al fondo del suo buio l’uomo che grida verso un cielo che gli appare vuoto o ostile. Ma attorno ai disperati seduti sui mucchi di letame del mondo, non sono meno frequenti le chiacchiere e le persecuzioni di ‘amici’ non solidali, che non vedono la verità che spesso si nasconde dentro i silenzi della fede e i ‘litigi’ con Dio, e vogliono riempire il cielo vuoto degli altri con le loro parole vuote. E così continua a riecheggiare sulla nostra terra il lamento di Giobbe: “Perché mi perseguitate con le vostre chiacchiere?” (Giobbe 19, 2).

Leggi tutto...

La memoria viva della terra

Un uomo di nome Giobbe/6 - Si fa giustizia quando non si "ricopre" la sofferenza dei giusti

di Luigino Bruni

Pubblicato su Avvenire il 19/04/2015

logo Giobbe"Laudato si’, mi Signore, per sora nostra madre terra.
Laudato si’ mi Signore per sora nostra morte corporale"

(San Francesco, Il cantico delle creature)

La colpa e il debito sono grandi temi della vita di tutti. In tedesco sono quasi la stessa parola: schuld e schuldig. Nasciamo innocenti, e possiamo restarci tutta la vita. Come Giobbe. La morte di ogni bambino è morte innocente, ma anche molte morti di vecchi sono altrettanto innocenti. E Dio, diversamente dagli idoli, deve essere il primo ad ‘alzare la sua mano’ in nostra difesa, a credere nella nostra innocenza contro tutte le accuse dei nostri amici, delle religioni, delle teologie. Le prigioni continuano ad essere piene di schiavi accusati di debiti inesistenti, e i carcerieri ad arricchirsi trafficando con le loro vittime innocenti anelanti liberazioni.

Leggi tutto...

Crisi aziendali, serve il «noi» per ripartire

Regole per affrontare le difficoltà

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 15/04/2015

Azienda 300Sono ormai in tanti a parlare di ripresa dell’economia e del Pil, come se il Pil fosse capace di parlare da solo di cose buone. La realtà vera della nostra economia dice che le imprese soffrono e continueranno a soffrire a lungo, e con esse il mondo del lavoro. E non soffrono e chiudono soltanto per mancanza di mercati e di vendite. Una causa comune di sofferenza e di fallimento si trova, infatti, in alcuni tipici errori nella gestione dei lavoratori durante le crisi. Quando si attraversano fasi difficili e lunghe, infatti, commettiamo più facilmente molti errori gravi nelle relazioni tra classe dirigente e lavoratori.

Leggi tutto...

Attenti ai ruffiani di Dio

Un uomo di nome Giobbe/5 - Il falso amore di chi difende il Signore per lodare se stesso

di Luigino Bruni

Pubblicato su Avvenire il 12/04/2015

logo Giobbe"Usciamo. Chiediamo che passi tutto lo star male. A chi chiediamo? Alla vigna che è tutta
uno scoppio di foglie nuove
al ramo dell'acacia con gli spini all'edera e all'erba
sorelle imperatrici che sono
manto disteso e potentissimo trono"

(Mariangela Gualtieri, da Ai miei maestri immensi)

Sono molti gli economisti, i filosofi, gli intellettuali che costruiscono teorie per legittimare la miseria nel mondo, che ci viene raccontata come conseguenza della pigrizia dei poveri, e magari iscritta nei loro geni. Giobbe e le sue grandi richieste di spiegazioni sono emarginate, non ascoltate, ridicolizzate, e chi prova a difendere la verità dei poveri e le loro ragioni si trova circondato da mille ‘amici di Giobbe’ che lo condannano e lo sbeffeggiano. I falsi amici di Giobbe non si sono estinti, e continuano con le loro ideologie, ad umiliare, a disprezzare, a condannare i poveri.

Leggi tutto...

La responsabilità di Dio

Un uomo di nome Giobbe/4 - Il giusto può dirlo: nessun figlio merita di morire

di Luigino Bruni

Pubblicato su Avvenire il 05/04/2015

logo Giobbe"Tu non scendesti dalla croce quando, per schernirti e per deriderti, ti gridavano: ‘Scendi dalla croce e allora crederemo che sei tu’. Tu non scendesti perché ancora una volta non volesti rendere schiavo l’uomo con un miracolo e bramavi la fede libera … Ti giuro, l’uomo è stato creato più debole e più vile di quanto tu pensassi … Se lo avessi stimato di meno, avresti preteso anche meno da lui, perché più lieve sarebbe stato il suo fardello"

(Fedor Dostoevskij, “Il grande inquisitore”, I fratelli Karamàzov).

L’umanesimo biblico non assicura la felicità ai giusti. Mosè, il profeta più grande di tutti, muore solo e fuori della terra promessa. Per i giusti ci deve essere qualcosa di più vero e profondo della ricerca della propria felicità. Alla vita chiediamo molto di più, soprattutto il senso delle infelicità nostre e di quelle degli altri. Il libro di Giobbe è dalla parte di chi ostinatamente cerca un senso vero per la delusione delle promesse grandi, la sventura degli innocenti, la morte delle figlie e dei figli, la sofferenza dei bambini.

Leggi tutto...

L’arca del duro canto

Un uomo di nome Giobbe/3 - La sofferenza vista e compresa dell’innocente è inizio di resurrezione

di Luigino Bruni

Pubblicato su Avvenire il 29/03/2015

logo Giobbe"Stordito, Giobbe si rivolge a Dio e gli dice: ‘Padrone dell’universo, non può essere che una tempesta abbia infuriato davanti a te e ti abbia fatto confondere Iyov (Giobbe) con Oyév (nemico)?’ Per quanto strano possa sembrare, di tutte le domande poste da Giobbe questa è l’unica a meritare una risposta

(Elie Wiesel, Personaggi biblici attraverso il Midrash).

I discorsi più alti e veri che si levano dalla terra sono quelli dei poveri, le cui carni ferite contengono una verità che i trattati dei professori non possono conoscere. È la verità di Giobbe, che dà forza ai suoi discorsi di maledizione e di imprecazione. Le sue grandi domande senza risposta sono molto più convincenti e vere delle risposte senza grandi domande degli esperti del suo tempo e del nostro. Se oggi fossimo capaci di ascoltare le domande, spesso mute, dei poveri feriti dalla vita e dalla nostre strutture di peccato, potremmo avere qualche barlume di luce per rischiarare le tante crisi del nostro tempo, che non capiremo finché non reimpareremo a leggere le parole incise nelle pelle delle vittime.

Leggi tutto...

La risposta dell’intoccabile

Un uomo di nome Giobbe/2 - Resistere senza maledire, scoprire la «libertà del letame»

di Luigino Bruni

Pubblicato su Avvenire il 22/03/2015

logo GiobbeLa nostra civiltà attuale, scesa dal Nord e dall’Occidente, ha visto il sole e l’azzurro; non ha visto le tenebre del mare, il fango secco, i deserti di sabbia gialla, le rocce spaccate, le fiumane asciutte, il groviglio dei cespugli polverosi, la crudeltà della luce, il sale e il sudore, i gridi e il silenzio, la rapida putrefazione. In questo veder male, in questa illusione, sta la nostra cultura, che è per questo – di fronte alla morte e quindi alla vita – il ritratto dell’impotenza.”.

Sergio Quinzio Cristianesimo dell’inizio e della fine

La ricchezza, ogni ricchezza umana, tutta la nostra ricchezza, è prima di tutto dono. Veniamo al mondo nudi, e iniziamo il nostro cammino sulla terra grazie alla gratuità di due mani che ci raccolgono quando ci affacciamo sul mondo. Riceviamo in dono l’eredità di millenni di civiltà, di genialità, di bellezza, che ci vengono donati senza alcun merito nostro. Nasciamo dentro istituzioni che c’erano prima che arrivassimo, che ci accudiscono, proteggono, amano. Il nostro merito è sempre sussidiario al dono, ed è molto più piccolo. E noi invece continuiamo a creare ingiustizie crescenti in nome della meritocrazia, e a vivere come se la ricchezza e i consumi potessero cancellare la nudità dalla quale veniamo e che ci attende sempre fedele nei crocicchi di tutte le strade della vita.

Leggi tutto...

Nudo è il dialogo con Dio

Un uomo di nome Giobbe/1 - In cammino, oltre la visione “retributiva” della fede

di Luigino Bruni

Pubblicato su Avvenire il 15/03/2015

logo GiobbeChe cosa state facendo? Ditemelo, voglio sapere”. Non le ho risposto. Il cieco ha detto: “Stiamo disegnando una cattedrale. Ci stiamo lavorando insieme, io e lui. Premi più forte”, ha detto, rivolto a me. “Sì, così. Così va bene”, ha aggiunto. “Certo. Ce l’hai fatta, fratello. Si capisce bene, adesso. Non credevi di farcela, eh? Ma ce l’hai fatta, ti rendi conto? Adesso sì che vai forte. Capisci cosa voglio dire? Tra un attimo qui avremo un vero capolavoro”.

Raymond Carver Cattedrale

Il mondo è popolato da un numero sterminato di Giobbe. Pochissimi, però sono quelli che hanno il dono di attraversare le proprie sventure in compagnia del libro di Giobbe. La lettura e la meditazione di questo capolavoro assoluto di tutte le letterature, è anche una compagnia spirituale ed etica per chi si trova nella vita a rivivere l’esperienza di Giobbe: una persona giusta, integra e retta, che nel pieno della sua felicità viene colpito da una grande sventura, senza nessuna spiegazione.

Leggi tutto...

La povertà rigenera il futuro

La grande transizione/10 - È nelle periferie che s’impara a far sorgere e risorgere vocazioni

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 08/03/2015

Marea ridDio ha creato l’uomo come il mare crea i continenti: ritirandosi.

Friedrik Holderlin

I grandi processi di cambiamento, quelli capaci di rigenerare l’intero corpo e dare il via ad una nuova primavera, non sono mai innescati e guidati dalle élite che hanno governato la fase dell’emergere della crisi. Questa dinamica è nota e di portata generale, quindi vale anche per quelle realtà che abbiamo chiamato comunità e movimenti carismatici (perché nati da un carisma, da un dono di "occhi diversi" sul mondo).

Leggi tutto...

La libertà dei profeti ci libera

La grande transizione/9 - Gli incontri che "accendono" vocazioni spirituali e civili

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 01/03/2015

Jeremiah lamenting ridPer nascondermi da te ho spento la mia luce,
ma tu m’hai sorpreso con le stelle

Rabindranath Tagore

Le comunità e i movimenti generativi sono stati quelli che hanno messo le persone che li costituiscono nelle condizioni di ripetere, in varie forme, la stessa esperienza del fondatore. Gli stessi miracoli, la stessa libertà, gli stessi frutti. La storia del cristianesimo ne è eloquente dimostrazione: la fecondità dell’esperienza cristiana sono le migliaia di comunità e movimenti generati dalla stessa radice, che hanno rivissuto nel tempo e nello spazio le stesse esperienze dei primi tempi: pani che si moltiplicano, storpi che camminano, crocifissi che risorgono. Le esperienze carismatiche capaci di futuro sono state plurali, pluraliste, frutteti con tanti alberi, giardini popolati da centinaia, migliaia di fiori tutti uguali e tutti diversi, fioriti dallo stesso humus, con colori e profumi simili e diversissimi. Il seme che assume le forme del terreno dove cresce, generando personalità sempre nuove, che arricchiscono la terra.

Leggi tutto...

Non consegnarsi al successo

La grande transizione/8 - L’insidia dell’ "imbrunire nel mezzodì" e il suo antidoto

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 22/02/2015

Sole di mezzanotte ridErano rimasti due uomini nell'accampamento, uno chiamato Eldad e l'altro Medad. E lo spirito si posò su di loro... Si misero a profetizzare nell'accampamento. Un giovane corse ad annunciarlo a Mosè e disse: «Eldad e Medad profetizzano nell'accampamento». Ma Mosè gli disse: «Sei tu geloso per me? Fossero tutti profeti nel popolo»

Libro dei Numeri, 11.

Le organizzazioni, le comunità, i movimenti sono organismi viventi: nascono, crescono, muoiono, si ammalano, si curano. Una malattia, che domenica scorsa abbiamo chiamato “auto-immune”, è particolarmente grave e di difficile cura, soprattutto perché i suoi primi sintomi vengono letti come segnali di successo e di salute. Come in tutte le malattie auto-immuni, anche qui i fattori che avevano fatto crescere e protetto una OMI (organizzazione a movente ideale), a un certo punto cominciano a infettare quel corpo sociale che per tanto tempo avevano alimentato.

Leggi tutto...

Il coraggio di pensare il frutteto

La grande transizione/7 - Si può curare la malattia auto-immune delle organizzazioni

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 15/02/2015

Creatività 02 ridNon faccio che seguire un comando divino, sappiatelo: sono convinto, anzi, che la missione che svolgo per il Dio sia il bene massimo che sia toccato a questa città”.

Platone, Apologia di Socrate

Molte imprese e organizzazioni nascono per cogliere un’opportunità di mercato, per rispondere a un bisogno, per erogare un servizio. Altre, invece, sono l’emanazione della personalità, delle passioni, degli ideali di una o più persone, che in quella loro organizzazione mettono e incarnano le parole più alte e i progetti più grandi della loro vita. Di queste organizzazioni e comunità “altre” è piena la terra, e molte delle cose belle e alte della nostra vita si svolgono all’interno di queste organizzazioni e comunità, dove le motivazioni delle persone diventano progetti, i progetti si fanno storia, la storia si arricchisce di colori e di sapori.

Leggi tutto...

Lo spirito delle differenze

La grande transizione/6 - Il futuro umano è creatività, non cinica omologazione

di Luigino Bruni

pubblicato su  Avvenire il 08/02/2015

Motivation ridNon solo nel mondo degli affari ma anche in quello delle idee, il nostro tempo sta attuando un’autentica liquidazione. Tutto si ottiene a un prezzo talmente vile, che vien da chiedersi se alla fine ci sarà ancora qualcuno disposto a offrire qualcosa.”

Søren Kierkegaard, Timore e tremore

La bellezza della vita sociale dipende soprattutto dal gioco e dall’intreccio delle differenze. La terra non è bella solo per la varietà di farfalle e fiori. C’è molta bellezza generata dalle differenze nei modi e nelle forme di fare economia, impresa, banca. E ancor più grande è la bellezza che nasce dalle differenze tra le persone, dall’incontro dei loro talenti diversi, dal dialogo tra le loro motivazioni.

Leggi tutto...

Forte è la fiducia vulnerabile

La grande transizione/5 - Far crescere alternative generative alle logiche di casta

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 01/02/2015

Fiducia 01 ridCommunitas è l’insieme di persone unite non da una “proprietà”, ma da un dovere o da un debito. Non da un “più”, ma da un “meno”, da una mancanza, da un limite che si configura come un onere, o addirittura come una modalità difettiva per colui che ne è “affetto”, a differenza di colui che ne è invece “esente” o “esentato

(Roberto Esposito, Communitas).

Le comunità e le organizzazioni che si sono mantenute nel tempo creative e feconde hanno saputo convivere con la vulnerabilità; non l’hanno eliminata interamente dai loro territori ma l’hanno accudita.

Leggi tutto...

Sottocategorie

IT- Il nuovo lessico del ben vivere sociale

Il nuovo lessico del ben vivere socialeLogo nuovo lessico header

 

 

In questa categoria sono disponibili tutti gli editoriali di Luigino Bruni della serie "Il nuovo lessico del ben vivere sociale" pubblicati su Avvenire dal 29 settembre 2013 al 9 febbraio 2014

 

IT - L'albero della vita

L'albero della vitaLogo Albero della vita header

 

 

In questa categoria sono disponibili tutti gli editoriali di Luigino Bruni della serie "L'albero della vita" a commento del libro della Genesi, pubblicati su Avvenire dal 16 febbraio al 3 agosto 2014

 

IT - Le levatrici d'Egitto

Le levatrici d'EgittoLogo Levatrici d Egitto header

 

 

In questa categoria sono disponibili tutti gli editoriali di Luigino Bruni della serie "Le levatrici d'Egitto" a commento del libro dell'Esodo, pubblicati su Avvenire dal 10 agosto 2014

 

 

IT - La grande transizione

La grande transizione

 In questa categoria sono disponibili tutti gli editoriali di Luigino Bruni della serie "La grande transizione", pubblicati su Avvenire dal 4 gennaio all'8 marzo 2015

 

IT - Un uomo di nome Giobbe

Un uomo di nome Giobbe

In questa categoria sono disponibili gli editoriali di Luigino Bruni della serie "Un uomo di nome Giobbe" a commento del libro di Giobbe, pubblicati su Avvenire dal 15 marzo 2015

Congresso EdC 2015

Logo Nairobi 2015 red rid modMariapoli Piero
Nairobi (Kenya)
27-31 maggio 2015

vedi programma

Dirette streaming: vedi orari
Dirette streaming: vai al link

facebook nsl vai alla pagina Facebook

EoC International School Nairobi 2015

Logo Nairobi Scuola EoC rid modFirst Pan African and International EoC School for Young People
Mariapolis Piero Nairobi (Kenya) 22-26 Maggio 2015

vedi flyer

Le imprese del patriarca

Le imprese del patriarca ridMercato, denaro e relazioni umane nel libro della Genesi

di Luigino Bruni, Dehoniane, 2015

Raccolti nel volume Dehoniane gli articoli sulla Genesi della serie "L'albero della vita"

Leggi tutto...

Summer School EoC Praga 2015

Edc aderisce a Slotmob!

Logo Slotmob rid mod

Tutte le info alla pagina dedicata

facebook nslSlotmob a Ancona 06/06/2015

facebook nslSlotmob a Milano 05/06/2015

facebook nslSlotmob a Chioggia 02/06/2015

Le Levatrici d’Egitto

Logo Levatrici d Egitto rid modIl commento dell' Esodo, dagli editoriali domenicali su Avvenire di Luigino Bruni

La morte di Mosè - 28/12/2014
Il lavoro delle mani - 21/12/2014
Il velo del profeta - 14/12/2014
Il volto e le spalle di Dio - 07/12/2014
Profeti, carismi, artisti - 30/11/2014
Il vitello d'oro - 23/11/2014
Il settimo giorno - 16/11/2014
Parole di cielo, parole di terra - 09/11/2014
Il decalogo - 02/11/2014
Le parole della terra - 26/10/2014
I famigliari del profeta - 19/10/2014
La manna-gratuità - 12/10/2014
La danza di Miriam - 05/10/2014
I muri del mare
- 28/09/2014
La liberazione e gli idoli
- 21/09/2014
Piaghe e imperi invisibili - 14/09/2014
Capisquadra leali
- 07/09/2014
Il cielo e le piramidi - 31/08/2014
La vocazione di Mosè - 24/08/2014
Il grido-preghiera - 17/08/2014
Le levatrici d'Egitto - 10/08/2014

Lessico del ben vivere sociale

Cooperazione, mercato e altre parole in un mondo che cambia

lessico-del-benvivere riddi Luigino Bruni, Ecra editore


Leggi tutto...

"La Ferita dell'altro" è nuovamente disponibile

la_ferita_dell_altro.jpgdi Luigino Bruni, Il Margine, 2007

Acquista su Il Margine

Leggi tutto...

Fidarsi di uno sconosciuto

Fidarsi di uno sconosciuto ridEconomia e virtù nel tempo delle crisi

di Luigino Bruni, Dehoniane, 2015

Leggi tutto...

Il nuovo lessico del ben vivere sociale

Logo nuovo lessico rid modLe "parole" del Nuovo Lessico, dagli editoriali domenicali su Avvenire di Luigino Bruni

Comunione - 09/02/2014
Istituzioni - 02/02/2014
Comunità
- 26/01/2014
Tempo - 19/01/2014
Mitezza - 12/01/2014
Economia
- 05/01/2014
Consumo
- 29/12/2013
Carismi
- 22/12/2013
Innovazione
- 15/12/2013
Mercato - 08/12/2013
Beni comuni
- 01/12/2013
Cooperazione - 24/11/2013
Beni d'esperienza - 17/11/2013
Punto critico - 10/11/2013
Capitali - 03/11/2013
Povertà - 27/10/2013
Beni relazionali - 20/10/2013
Beni - 13/10/2013
Ricchezza - 06/10/2013
Nuovo lessico - 29/09/2013

Aderisci a EdC

EoC Companies crop banner rid modRegistrando la tua azienda sul nuovo sito dedicato: eoc-companies.org

Scopri di più...

L’altra metà dell’economia

altra-metà-dell economia ridDa Città Nuova è uscito il libro di Luigino Bruni e Alessandra Smerilli sulle comunità carismatiche e a movente ideale e il femminileLeggi tutto...

Ascolta Presentazione su Radio 24

Unable to embed Rapid1Pixelout audio player. Please double check that:  1)You have the latest version of Adobe Flash Player.  2)This web page does not have any fatal Javascript errors.  3)The audio-player.js file of Rapid1Pixelout has been included.

Download

Fondati sul lavoro

Fondati-sul-lavoro ridE' uscito da Vita e Pensiero l'ultimo libro di Luigino Bruni
Leggi tutto...

Ascolta presentazione su Radio 24

Unable to embed Rapid1Pixelout audio player. Please double check that:  1)You have the latest version of Adobe Flash Player.  2)This web page does not have any fatal Javascript errors.  3)The audio-player.js file of Rapid1Pixelout has been included.

Download

Scritti ed altro di: Luigino Bruni

Ricchezze

Beati quelli che investiranno in economie di comunione.

Ricchezzedi Luigino Bruni, dall'Editrice San Paolo per la collana: Nuove Beatitudini, Ipotesi di felicità Futura
Leggi tutto...

L’albero della vita

Logo Albero della vita rid modIl commento della Genesi, dagli editoriali domenicali su Avvenire di Luigino Bruni

La morte di Giacobbe - 03/08/2014
Il figlio ritrovato - 27/07/2014
La riconciliazione - 20/07/2014
Il perdono di Giuseppe - 13/07/2014
Vacche grasse, vacche magre - 06/07/2014
La lealtà di Giuseppe - 29/06/2014
Giuda e Tamar - 22/06/2014
Giuseppe il sognatore - 15/06/2014
La morte di Isacco - 08/06/2014
Dinah, la vendetta e la gratitudine - 01/06/2014
Ferita e benedizione - 25/05/2014
La carestia da fondamento - 18/05/2014
Il sogno e la vocazione - 11/05/2014
Esaù e Giacobbe - 04/05/2014
Il primo contratto - 27/04/2014
Isacco - 20/04/2014
Agar
- 13/04/2014
Abramo - 06/04/2014
Babele - 30/03/2014
Noè - 23/03/2014
Caino e Abele - 16/03/2014
Il serpente - 09/03/2014
Incroci di sguardi - 02/03/2014
Adam - 23/02/2014
L'albero della vita - 16/02/2014

Il dado per le aziende!

Logo cube IT 150

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Costruiscilo! Leggilo! Vivilo! Condividilo! Fanne esperienza!

Il dado per le aziende oggi anche in italiano! Scarica la APP per Android!

Newsletter Edc-online

logo newsletter ridPurtroppo da alcuni mesi, per problemi tecnici che stiamo cercando di risolvere, la nostra newsletter non vi raggiunge più. Ci scusiamo con tutti e con ciascuno, sperando presto di poter tornare ad aggiornarvi regolarmente sulla vita EdC.

Seguici su:

facebook-logotwitter-logoLogo_vimeo_rid_mod

Editoriali Avvenire

Chi è l'imprenditore Edc?

Logo Summer School ITA 2012 rid mod

Ascolta la lezione di Luigino Bruni al Workshop School Edc 2012 a Loppiano, 30 giugno 2012

Unable to embed Rapid1Pixelout audio player. Please double check that:  1)You have the latest version of Adobe Flash Player.  2)This web page does not have any fatal Javascript errors.  3)The audio-player.js file of Rapid1Pixelout has been included.

Download

Economia con l'anima

Economi con l anima rid

E' uscito da EMI l'ultimo libro di Luigino Bruni
Leggi tutto...