Notiziario EdC

Economia di Comunione una cultura nuova rivista diretta da Alberto Ferrucci

Periodico quadrimestrale nato per collegare quanti aderiscono al progetto di Chiara Lubich per una economia di comunione nella libertà.

Cover_32Una economia per persone che si realizzano nella relazionalità, anziché nell'egoismo razionale, basata - anziché su una lotta per prevalere - su un "impegno per crescere insieme", rischiando risorse economiche, inventiva e talenti, per condividere la cultura del dare del Vangelo.

Cultura del dare che si dimostra sempre più fondamentale per orientare l'umanità negli anni Duemila, alla ricerca di nuove strade per affrontare la sfida ambientale e scongiurare nuove atrocità tra gli uomini causate dalla globalizazione dell'economia.

EdC n. 32 scarica il notiziario in formato di stampa

vedi anche: documenti PDF/notiziario EdC (archivio PDF, n°20 ad oggi)

I numeri precedenti del Notiziario possono essere scaricati dal sito:
http://tesi.ecodicom.net/notiziario.phplink.gif

Una raccolta degli articoli più significativi dei primi 10 anni e 20 numeri del Notiziario "Economia di Comunione - Una cultura nuova" (dal 1994 al 2004) ha costituito il N.1 dei "Quaderni di Economia di Comunione" disponibile adesso online.

Lo stile di un’azienda EdC

Quali strumenti sono necessari per creare in un’impresa il giusto stile di vita?

di Giuseppe Argiolas

da  "Economia di Comunione - una cultura nuova" n.41 - Inserto redazionale allegato a Città Nuova n.13/14 - 2015 - luglio 2015

Il fatto che l’impresa sia costituita da persone e inserita in un particolare contesto le N41 Pag 13 Giuseppe Argiolas Autore ridimprime una caratteristica fondamentale: l’unicità. Così ogni impresa di comunione è per l’Economia di Comunione come un figlio, una figlia, un fratello, una sorella. Per quanto i figli e i fratelli possano assomigliare ai genitori o possano assomigliarsi tra loro, non sono mai esattamente uguali, neanche se gemelli. Allora, quando ci accostiamo a un’impresa, qualunque impresa, e a maggior ragione a un’impresa di comunione, dovremmo farlo con la stessa cura, rispetto, stupore, oserei dire la stessa sacralità con cui ci si accosta ad una “rarità”.

La più rilevante innovazione che, a mio avviso, accomuna le imprese EdC risiede proprio nel coniugare due parole apparentemente antitetiche: economia e comunione. La prima richiama l’impresa a svolgere le proprie attività in un’ottica di economicità, cioè dando soluzione ai problemi dei clienti traendone un profitto soddisfacente; la seconda implica impostare su dialogo, fiducia e reciprocità ogni relazione che essa intesse al suo interno e all’esterno.

Se l’economia evidenzia l’importanza di “far quadrare i conti”, la comunione ricorda che non tutti i modi sono uguali per farlo, sottolinea quindi la centralità che occorre dare alla qualità delle relazioni.  

Bisogna dunque dotarsi di strumenti necessari a fare in modo che la comunione diventi stile di vita dell’impresa. Gli strumenti, che propongo nel libro Il valore dei valori. La governance nell’impresa socialmente orientata (Città Nuova), sono cinque: il Patto sulla N41 Pag 13 Koen Lieve ridmissione dell’impresa; la condivisione di sé; la condivisione di conoscenze ed esperienze; il colloquio periodico; la verifica.

Le imprese di comunione, quindi, informano di essa anche le strutture e i processi aziendali, valorizzando la diversità, assicurando l’espressione della libertà e orientando ogni azione al bene comune; interrogandosi con creatività per individuare le opportunità di miglioramento e sviluppo (dell’economia e della comunione) non solo dell’impresa stessa, ma anche del contesto esterno a livello locale e internazionale di cui si sente parte.

Queste imprese si dimostrano così sensibili nel percepire e far propria la ricerca di senso dei diversi interlocutori interni ed esterni; responsabili nella coerenza tra ciò che percepiscono, quanto dichiarano di fare e quanto fanno effettivamente nella quotidianità; generative nella capacità di creare e ricreare spazi di condivisione in cui ciascuno possa offrire il proprio contributo alla costruzione, al rafforzamento e al miglioramento qualitativo delle relazioni sociali.

Seguici su:

Seguici su:

Chi è online

Abbiamo 655 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.