Notiziario EdC

Economia di Comunione una cultura nuova rivista diretta da Alberto Ferrucci

Periodico quadrimestrale nato per collegare quanti aderiscono al progetto di Chiara Lubich per una economia di comunione nella libertà.

Cover_32Una economia per persone che si realizzano nella relazionalità, anziché nell'egoismo razionale, basata - anziché su una lotta per prevalere - su un "impegno per crescere insieme", rischiando risorse economiche, inventiva e talenti, per condividere la cultura del dare del Vangelo.

Cultura del dare che si dimostra sempre più fondamentale per orientare l'umanità negli anni Duemila, alla ricerca di nuove strade per affrontare la sfida ambientale e scongiurare nuove atrocità tra gli uomini causate dalla globalizazione dell'economia.

EdC n. 32 scarica il notiziario in formato di stampa

vedi anche: documenti PDF/notiziario EdC (archivio PDF, n°20 ad oggi)

I numeri precedenti del Notiziario possono essere scaricati dal sito:
http://tesi.ecodicom.net/notiziario.phplink.gif

Una raccolta degli articoli più significativi dei primi 10 anni e 20 numeri del Notiziario "Economia di Comunione - Una cultura nuova" (dal 1994 al 2004) ha costituito il N.1 dei "Quaderni di Economia di Comunione" disponibile adesso online.

L´EdC dopo 18 anni

L´EdC dopo 18 anni

Di Alberto Ferrucci
Da Economia di Comunione - una cultura nuova"  n.29 - settembre 2009

n28_pag._03_alberto_ferrucci

Il 29 maggio 2009 il progetto EdC  è diventato maggiorenne e ci sembra un segno che in questo stesso anno, con la enciclica "Caritas in Veritate", la Chiesa Universale lo abbia riconosciuto come proprio. Chiara, che diciotto anni fa lo annunciava consegnandocelo, oggi lo ammira dal cielo "già" nel suo dover essere, come una delle perle del suo Carisma. Adesso tocca a noi, portarlo avanti giorno per giorno "verso" il suo dover essere, consapevoli che esso non è solo per noi e che fin dal primo giorno è stato pensato per l'umanità di questo millennio, che,  in crisi, ogni giorno di più lo attende.

Per diffondere il progetto occorre saper elaborare, trasmettere ed avvalorare i suoi messaggi con la concretezza dell'esperienza di chi già lo applica: occorrono quindi  esperienze concrete, elaborazione teorica e mediatica e la disponibilità dei media: per questo ci impegniamo a tenere sempre aggiornato il sito web: www.edc-online.org, traducendone i contenuti in tempo reale attualmente in cinque lingue.

L'Economia di Comunione è nata per aiutare gli indigenti e formare alla cultura del dare, e la nostra rivista ne vuole documentare gli esiti spirituali e materiali e diffondere le riflessioni teoriche che ne originano, quale segno di reciprocità verso quanti sostengono il progetto:  essa è tradotta in varie lingue ed a partire da questo numero la versione in lingua italiana viene inviata a quanti hanno sottoscritto azioni della EdC Spa, l'azienda che gestisce il  Polo Produttivo EdC italiano intitolato a Lionello Bonfanti, situato accanto alla cittadella del Movimento di Loppiano.

Più volte in passato sulla nostra rivista abbiamo fornito notizie sull'ammontare e la destinazione degli utili condivisi dalle aziende e dei contributi dei privati: mentre nel 2008 su questo argomento si era pubblicato anche un rapporto specifico, quest'anno, per fare in modo che esso giunga ad un pubblico più vasto ed internazionale, si è dedicato a questo rapporto il presente numero della rivista.

Esso non è però solo un insieme di tabelle colme di numeri e grafici: abbiamo voluto riportare anche il risultato delle analisi e riflessioni di questi anni sui vari aspetti del progetto: lo abbiamo fatto presentando esperienze della vita di comunione, all'interno delle aziende e nell'ambiente in cui operano, assieme alle nostre riflessioni su come utilizzare quanto messo a disposizione per la formazione alla cultura del dare, e su come aiutare davvero, rispettando il paradigma della fraternità, le persone in difficoltà, per fare in modo che esse riescano appena possibile a riscattarsi da quella condizione, evitando di creare situazioni di assistenzialismo.

Si sono anche descritti vari progetti volti a creare posti di lavoro per persone in difficoltà, e attività di formazione alla cultura di comunione, in particolare quelle della università Sophia nella sua sede di Loppiano, dove 50 giovani laureati provenienti da varie parti del mondo iniziano adesso il secondo anno del Master in Cultura dell'Unità affrontando, dopo l'ambito teologico filosofico del primo anno, quello politico ed economico.
Nelle tabelle riassuntive delle entrate e delle uscite degli utili delle aziende e dei contributi personali sono disponibili tutti gli importi nazione per nazione, mentre nei grafici finali vengono aggiunte notizie anche riguardo ai settori di intervento.

Con piacere possiamo vedere che rispetto agli anni precedenti sono stati realizzati notevoli progressi nella creazione di posti di lavoro e grazie alla collaborazione con AMU, nella definizione, organizzazione ed assistenza ai progetti in varie parti del mondo.

Seguici su:

Seguici su:

Chi è online

Abbiamo 631 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.