• Governare i Carismi: edizione 2019: sono aperte le iscrizioni

    La Scuola per Religiosi e Religiose "Governare i carismi oggi", alla sua quinta edizione, propone il corso avanzato dal titolo:Le sfide, le opportunità e i dilemmi della cura delle vocazioni e del governo delle opere. 
    Qui la Scheda di iscrizione al Corso

    Leggi tutto...

  • Corsi di Economia Biblica 2019: aperte le iscrizioni

    Promossi dal Polo Lionello Bonfanti in collaborazione con SEC, sarà possibile anche seguirli online.
    Iscriviti qui

    Leggi tutto...

  • Prophetic Economy: una foresta che cresce in silenzio

    500 partecipanti provenienti da oltre 40 Paesi dei cinque continenti, si sono radunati dal 2 al 4 novembre per l’evento “Prophetic Economy”. Con sessioni plenarie, gruppi di lavoro, workshop creativi e sociali, l’evento ha permesso uno scambio interattivo e intergenerazionale. Tra gli ospiti Jeffrey Sachs.

    Leggi tutto...

  • La cooperativa EdC "Il sentiero di Arianna" è la più Family-Friendly

    Alla cooperativa sociale ligure il primo premio del Forum delle associazioni familiari del Lazio per le iniziative sull'equilibrio vita-lavoro dei dipendenti

    Leggi tutto...

  • Brasile, Cotia (SP): nuovo slancio al Forum Nazionale di Imprenditorialità

    Assumere la responsabilità della costruzione di un'economia più giusta, inclusiva e sostenibile, un'Economia di Comunione per tutti 

    Leggi tutto...

  • LoppianoLab ed EdC: gli appuntamenti al Polo

    Sono stati molti gli eventi EdC che hanno caratterizzato la nona edizione di LoppianoLab al Polo Lionello Bonfanti. Qui gli approfondimenti sui principali appuntamenti.

    Into The LABel - Edc e bambini - Il mestiere dell' economista civile - Lavoro e giovaniLa Convention Edc

  • Rapporto Edc 2017

    Finalmente disponibile, in una forma del tutto innovativa, il Rapporto Edc 2017. Guarda il video e scopri di più con la scheda di approfondimento.

    Leggi tutto...

  • Slovenia: alla Scuola per l'Infanzia "Raggio di Sole" si formano "uomini nuovi"

    In Slovenia c’è una realtà che considera l’educazione leva basilare per un futuro sostenibile ed un’umanità in armonia

    Leggi tutto...

  • Conosci la piattaforma online #EoC-IIN ?

    EoC-IIN è la rete internazionale dedicata all’incubazione di nuove aziende Edc, qui la sua piattaforma on-line www.eoc-iin.org

    Leggi tutto...

  • #EoCwiththePope: tutti i contenuti

    Alla pagina #EocwihthePope abbiamo raccolto il discorso di Papa Francesco sotto forma di testo e video e tutta la rassegna stampa relativa all'evento, diversificata per le varie lingue...

    vai alle pagine:  #EocwiththePope_IT #EocwiththePope_ES  #EocwiththePope_EN #EocwiththePope_PT #EocwiththePope_FR #EocwiththePope_DE

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10

IT - Serie bibliche

Serie bibliche

In questa categoria sono disponibili le raccolte degli articoli contenenti la rilettura di Luigino Bruni dei libri biblici: pubblicati ad oggi i commenti di:

 

I poveri non sono maledetti

L'esilio e la promessa/6 - La nuova e vera festa è là dove non sembra esserci alcun "merito"

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 16/12/2018

Ezechiele 06 rid«E forse pace avremo
quando tutto sarà perduto
e inutili sentiremo le parole
e questi incontri che ci illudono.

Allora l'angoscia sarà
d'avere scoperto ― troppo tardi ―
questa smarrita esistenza …»

David Maria Turoldo, da O sensi miei

Le vigilie segnano il ritmo delle feste e della loro attesa. È il tempo nel quale il giorno diverso si prepara e matura, quando si forma e cresce il desiderio. I bambini sono i grandi esperti delle vigilie – dei compleanni, del primo giorno di scuola, della gita. Loro sanno che nel “villaggio” il sabato è un giorno bello perché sarà seguito da un giorno ancora più bello. Perché sanno che le feste sono vere, che non sono soltanto l’illusione di un desiderio strozzato nel momento in cui si compie, perché veri sono i genitori, i maestri, i compagni, perché sono veri i doni. È la verità della festa che rende veri il desiderio e l’attesa nella sua vigilia. Una innovazione del nostro tempo è l’invenzione di vigilie senza festa, perché nell’era delle feste scandite dal business ci restano solo le vigilie. Non sapendo, collettivamente, chi e che cosa festeggeremo veramente, restiamo in una successione continua di “sabati del villaggio”. Alla viglia di Natale seguirà la vigilia dei saldi, e poi quella di san Valentino, e così via per tutto l’anno, dove nuove vigilie ci faranno dimenticare la tristezza della festa negata. E l’anno volerà via velocissimo, perché derubato del tempo diverso della festa, che starebbe lì per farci gustare un boccone di eternità – anche se vivremo più anni dei nostri nonni, stiamo vivendo giorni molto più brevi dei loro.

Leggi tutto...

La fede che «converte» Dio

L'esilio e la promessa/5 - Mestiere del profeta è pure la "seconda preghiera"

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 09/12/2018

Ezechiele 05 rid«La maldicenza uccide tre persone: colui che la diffonde, colui che l’ascolta e colui di cui si parla; ma chi l’ascolta ancor più di colui che la diffonde»

Mosé Maimonide, Norme di vita morale

Le religioni e le fedi sono anche luoghi di soddisfazione dei bisogni umani, perché nessuna religione ha trascurato la dimensione materiale e corporea della vita. Pesci, pane, manna, quaglie, acqua, focacce, schiacciate d’uva: la Bibbia potrebbe anche essere letta come una storia del cibo, della convivialità, dei beni. La terra promessa è una terra dove scorrono latte e miele. Ma anche per questa loro dimensione concreta e intera, le fedi hanno una tendenza intrinseca a rimpicciolirsi e ridursi a un mercato dove ogni bene domandato incontra la sua offerta pagando il relativo prezzo, trasformandosi così in idolatrie o magie. La preghiera autentica può vivere e crescere solo dentro un incontro di gratuità. La provvidenza non si compra, arriva come eccedenza sopra il nostro piccolo registro contrattuale. Il Dio biblico è il Dio del Patto, dove il vero bene offerto è una prossimità, una presenza. Come nelle comunità, che soddisfano bisogni essenziali (la sicurezza affettiva, il calore, anche bisogni concreti ed economici) se ciascuno sa attingere a una interiorità più profonda dei bisogni, dove si genera la parte più intima e bella delle comunità. I profeti sono gelosi custodi di questa bellezza più grande, che sa convivere con una indigenza che nutre il sogno e il bisogno di Dio.

Leggi tutto...

Ricordare è verbo di futuro

L'esilio e la promessa/4 - Saper essere fedeli al «resto» vero del nostro cuore»

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 02/12/2018

Ezechiele 04 rid«Col cercare le origini si diventa gamberi. Lo storico guarda a ritroso; e finisce anche per credere a ritroso»
Friedrich Nietzsche, Crepuscolo degli idoli

Sono i segni religiosi quelli che più incidono la terra e dicono il carattere di una cultura. Templi, altari, edicole, croci, steli separano nel territorio il sacro dal profano, rivelano e danno nomi e vocazioni alle terre, trasformano gli spazi in luoghi. La terra porta iscritte nelle sue ferite i nostri vizi e le nostre virtù. Accoglie mite le nostre tracce, si lascia, mansueta, associare alle nostre sorti, e con una sua misteriosa e reale reciprocità comunica con noi. Tra le note della profezia c’è anche la capacità di interpretate il linguaggio della creazione, di raccontarcelo, di parlare al nostro posto e in nostro nome. Cosa direbbero, oggi, i profeti di fronte piaghe che stiamo producendo nel nostro pianeta? Quali parole di fuoco pronunzierebbero di fronte alle nostre "alture" popolate di idoli? Come profetizzerebbero davanti alle nostre miopie e ai nostri egoismi collettivi? Forse griderebbero, comporrebbero nuovi poemi, canterebbero, cantano, Laudato si’.

Leggi tutto...

Tra il mantello e il cuore

L'esilio e la promessa/3 - Il compito di annunciare la dura prova e di seminare il futuro

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 25/11/2018

Ezechiele 03 rid«Il fatto paradossale è che il sacro si manifesta, e di conseguenza si limita e cessa di essere assoluto. È questo il grande mistero, il mysterium tremendum: il fatto che il sacro accetta di limitarsi»

Mircea Eliade, Miti, sogni e misteri

Siamo cercatori instancabili di consolazioni. Ne abbiamo un tale bisogno che le barattiamo quasi sempre con le illusioni. La profezia è una grande generatrice di consolazioni vere, ma siccome non sono né scontate né in saldo, noi ci mettiamo in coda nei grandi magazzini dove abbondano le illusioni a buon mercato. Le consolazioni non illusorie dei profeti convivono infatti con una esigenza assoluta di verità, arrivano solo dentro questa verità offerta a prezzo-valore pieno.

“Figlio dell'uomo, prendi una tavoletta d'argilla, mettila dinanzi a te, incidici sopra una città, e disponi intorno ad essa l'assedio: rizza torri, costruisci terrapieni, schiera gli accampamenti e colloca intorno gli arieti” (Ezechiele 4,1-2). Dopo le prime visioni, Ezechiele ora riceve il comando di realizzare una sorta di plastico per rappresentare l’assedio di una città. E una volta terminata l’opera sotto gli occhi certamente sorpresi dei suoi connazionali non dice ‘questa è Babilonia’, come forse i suoi compagni esiliati si attendevano e speravano, ma “questa è Gerusalemme” (5,5). È proprio la città santa che sta per essere assediata dai babilonesi. Nessuna consolazione per chi, seguendo gli oracoli dei falsi profeti, voleva credere nella inespugnabilità della città di Davide, perché protetta dal suo Dio diverso.

Leggi tutto...

Ma ogni chiamata è prova

L'esilio e la promessa/2 -È l’intero corpo lo strumento con il quale il profeta suona le sue melodie di cielo e di terra. E il primo mutismo di Ezechiele ci dice cose importanti sulla vita e sulle vocazione.  

Di Luigino Bruni

Pubblicato su Avvenire il 17/11/2018

Ezechiele"Non ci sono più profeti? Non possiamo dirlo; l’importante è distinguere i falsi dai veri profeti, e questo vale per tutte le epoche. Forse l’elemento fondamentale per distinguerli è questo: il falso profeta si sente profeta e il vero profeta non si sente profeta"

Paolo De Benedetti, Elia

Chiunque si ritrova a scrivere per rispondere a una chiamata interiore ha sperimentato, almeno una volta nella vita, che quelle parole che scrive sono state prima ricevute e "mangiate". Le parole scritte che non sono vanitas nascono dal sangue e dalla carne, e così riescono a raggiungere il sangue e la carne di chi le legge, e lasciare il segno (in-segnano). Quando, ogni tanto, sentiamo che una parola diversa ci tocca, ci insegna e ci cambia (e se non ci è mai capitato non abbiamo ancora iniziato veramente a leggere), quella parola aveva già toccato e segnato il corpo di chi l’aveva scritta, perché era uscita da una ferita. La profezia è un evento di parola, di parole e di corpo. Perché tra la parola ricevuta e quella detta e scritta c’è il corpo del profeta. È l’intero suo corpo lo strumento con il quale il profeta suona le sue melodie di cielo e di terra. Tutti i profeti, soprattutto Ezechiele.

Leggi tutto...

Resterà un grande candore

Più grandi della colpa/31 - Si può essere «re» quando non si smette di essere figli

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 19/08/2018

Piu grandi della colpa 31 rid«Io non vivo in me ma fuori
Io sono manchevole io faccio
continuamente errori
Non so perché forse non più degli altri
Ma a me pare di farne di più…
Oh fuori ci sono gli alberi
Ci sono gli uccelli e i fiori..»

Nicola Gardini, Io non vivo in me ma fuori

«Queste sono le ultime parole di Davide: "...Lo spirito di YHWH ha parlato attraverso di me, la sua parola è sulla mia lingua"... mi ha detto: "Chi governa gli uomini con giustizia, chi governa con timore di Dio, è come luce di un mattino quando sorge il sole, mattino senza nubi, che fa scintillare dopo la pioggia i germogli della terra"» (2 Samuele 23, 1-4). Anche se nella Bibbia Davide parlerà ancora (1 Libro dei re), per i Libri di Samuele queste sono "le ultime parole di Davide", come un testamento. Qui il re Davide parla da profeta, come chi ha ricevuto una nuova lingua con cui annunciare (nel suo caso anche cantare) la parola di YHWH – e terminerà il libro come sacerdote. L’autore sa che anche noi, giunti oramai alla fine della sua vita, possiamo testimoniare che Davide ha veramente detto parole diverse e più alte delle sue e delle nostre. Le ha dette mescolandole con parole basse, più basse e vili delle nostre; ma Dio ha parlato in Davide proprio dalle ferite della sua ambivalente umanità.

Leggi tutto...

Non è solo il Dio dei forti

Più grandi della colpa/30 - L’ultimo capitolo arriva spesso con un tempo diverso

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 12/08/2018

Piu grandi della colpa 30 rid«Mosè vide che il Signore scriveva la parola "Longanime" nella Torah e domandò: «Questo significa che tu sei paziente con i devoti?». «No, io lo sono anche con gli empi». «Come? – esclamò Mosè – Gli empi meritano di morire». L’Eterno non replicò.»

Louis Ginzberg, Le leggende degli ebrei

Anche nelle storie più grandi arriva l’ultimo capitolo. Qualche volta è il capitolo più bello, sempre è il distillato dell’intera vita. Ma mentre nei romanzi il bravo lettore sa individuare il momento in cui la linea del racconto subisce l’ultima torsione e si avvia alla conclusione, quando proviamo a leggere il nostro libro che stiamo scrivendo, non siamo quasi mai capaci di cogliere il momento dell’inizio del declino, e cambiare. Perché, semplicemente, amiamo troppo la vita e le sue parole, e perché amiamo troppo le illusioni. E così, l’ultima pagina ci coglie sovente impreparati, perché non siamo riusciti a inserirla all’interno dell’ultimo capitolo, che le avrebbe dato ritmo e senso. Perdiamo la trama della storia, e qualche volta ci smarriamo.

Leggi tutto...

È lievito il gesto della madre

pdf 180805 Avvenire Più grandi della colpa 29 È lievito il gesto della madre Bruni

Più grandi della colpa/29 - Per ricordarci sempre che ogni figlio è figlio di tutti

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 05/08/2018

Piu grandi della colpa 29 rid«In Cielo ella è sicura di ritrovare tua madre, ed è anche certa di ritrovare l’altra tua nonna. Donna Maria Vincenza m’assicurò che se il Padre Eterno non ti prende direttamente sotto la sua protezione, loro tre eleveranno tali proteste che il Paradiso si trasformerà in un vero e proprio inferno»

Ignazio Silone, Il seme sotto la neve

Molte patologie delle religioni ebraico-cristiane e della civiltà occidentale che da esse è originata, sono conseguenza diretta del matrimonio che si è venuto a creare tra fede ed economia. La comprensione del peccato come debito è all’origine e al cuore dell’umanesimo biblico, che ha determinato una visione mercantile della religione e della salvezza. E quando la logica debito-credito si estende dalla terra al cielo, prende corpo una organizzazione forse più astratta del nostro capitalismo finanziario.

Leggi tutto...

È femminile la parola di pace

Più grandi della colpa/28 - Sarebbe bello vedere la storia con occhi di madre

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 29/07/2018

Piu grandi della colpa 28 rid«Il gran visir il quale era suo malgrado il ministro di tanta ferocia, aveva due figlie, la maggiore delle quali aveva nome Scheherazade, e l’altra Dinarzade. Un dì che stavano insieme a colloquio, Scheherazade gli disse: Padre, io ho in animo di fermare il corso delle barbarie che il sultano esercita sulle famiglie di questa città; voglio dissipare il giusto timore che hanno tante madri di perdere le loro figliuole in sì funesta maniera»

Le Mille e una notte

Le parole possono uccidere, ma sanno anche allontanare la morte. È logos il primo nemico di tanatos. Finché abbiamo ancora qualcosa da raccontare, possiamo rinviare di un giorno il suo arrivo, e, forse, quando giungerà perché avremo terminato il nostro racconto, scopriremo che avevamo ancora una storia da raccontare, ed era quella per lei.

Leggi tutto...

Dio sta accanto alle vittime

Più grandi della colpa/27 - Impariamo a trovare il Padre dove non dovrebbe essere

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 22/07/2018

Piu grandi della colpa 27«Più non ti prego, né se ancor tu l’opera partecipar volessi, io di buon grado t’accetterei: sii tu qual essere brami. Sepolcro io gli darò… E tu, se credi, disprezza pure ciò che i Numi pregiano»

Sofocle, Antigone

La storia che ci narrano i Libri di Samuele è un susseguirsi di omicidi, fratricidi, incesti, stupri, violenze efferate. YHWH, il protagonista di molte pagine bibliche, qui sembra starsene fuori dalla mischia, a osservare lo spettacolo di morte che gli uomini gli offrono. Eppure la Bibbia, in tutti i suoi libri, continua a parlarci di Dio, a contenere le sue parole e la sua parola. Ma dove? E come?.

Leggi tutto...

Salviamo ogni figlio sospeso

Più grandi della colpa/26 - La Bibbia è esercizio morale per diventare più umani

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 15/07/2018

Piu grandi della colpa 26 rid«Sarà Platone ad abolire i lamenti degli uomini celebri e a farne materia da donne e da uomini vili, affinché coloro che diciamo di educare per la difesa del paese disdegnino di comportarsi in modo simile a loro»

Matteo Nucci, Le lacrime degli eroi

Noi, uomini e donne, amiamo molte cose, ma soprattutto amiamo i nostri figli. Per questo la riconciliazione vera tra un genitore e un figlio è tra le gioie più sublimi della terra, forse la più grande. La parabola del "figliol prodigo" è tra le parabole più belle e note dei Vangeli, anche perché ci parla di un figlio che ritorna a casa e di una riconciliazione. Ma quando usciamo dalla parabola di Luca e scriviamo le parabole di carne della nostra vita, ci accorgiamo che i figli ritornati quasi sempre ripartono. Ritornano nei porcili, dilapidano ancora la loro parte di eredità, e qualche volta ritornano per prendersi anche il resto che non "spetta" loro. La gioia delle famiglie e delle comunità spesso va trovata e gustata in quel lasso di tempo che passa tra un ritorno e una ripartenza, nello spazio che si trova tra il "bacio del padre" e il "bacio di Giuda".

Leggi tutto...

Pace è intelligenza di madri

Più grandi della colpa/25 - Ogni storia di fratricidio è purtroppo storia vera

di Luigino Bruni

pubblicato su Avvenire il 08/07/2018

Piu grandi della colpa 25 rid«'O figlio di Laerte, divino scaltrissimo Ulisse, frénati, e della guerra pon fine alla rissa funesta, ché Giove, onniveggente di Crono figliuol, non s’adiri'. Disse Atena. Ubbidì col gaudio nell’anima Ulisse»

Omero Odissea, Conclusione

Quando si attraversano crisi profonde e complesse, l’incontro con qualcuno che ci mostra un’altra prospettiva può essere l’evento decisivo. Qualcuno che ci fa salire sopra un colle per guardare dall’alto la nostra città assediata, e da lì scoprire vie di fuga che quando eravamo ancora immersi nella lotta non potevamo vedere. Nella Bibbia coloro che offrono queste prospettive diverse sono soprattutto i profeti e le donne. Esiste, infatti, un’analogia tra profezia e genio femminile. Entrambi sono concreti, attivano processi, parlano con la parola e con il corpo, e per istinto invincibile scelgono sempre la vita, le credono e la celebrano fino all’ultimo soffio. I profeti e le madri ospitano e generano una parola viva che non controllano, gli offrono il corpo perché il figlio-parola diventi carne, senza diventarne i padroni.

Leggi tutto...

Sottocategorie

IT - In ascolto della vita

In ascolto della vita

Spighe di grano rid modIn questa categoria sono disponibili gli editoriali di Luigino Bruni della serie "In ascolto della vita" a commento del libro di Isaia, pubblicati su Avvenire dal 26 giugno 2016

 

IT - L'alba della mezzanotte

L'alba della mezzanotte

Logo Geremia Crop 150

In questa categoria sono disponibili gli editoriali di Luigino Bruni della serie "L'alba della mezzanotte" a commento del libro di Geremia, pubblicati su Avvenire dal 23 aprile 2017

 

IT - Più grandi della colpa

Più grandi della colpa

Logo Samuele rid mod
In questa categoria sono disponibili gli editoriali di Luigino Bruni della serie "Più grandi della colpa" a commento del libro di Samuele, pubblicati su Avvenire dal 21 gennaio 2018
 

 

IT - L'esilio e la promessa

L'esilio e la promessa

Serie Ezechiele crop rid cat
In questa categoria sono disponibili gli editoriali di Luigino Bruni della serie "L'esilio e la promessa" a commento del libro di Ezechiele, pubblicati su Avvenire dall' 11 novembre 2018
 

 

Corsi di Economia Biblica 2019

Logo Economia Biblica 2019 rid

4-6 febbraio 2019 (Qoelet) e 24-26 giugno 2019 (Geremia) al Polo Lionello Bonfanti -  vedi  volantino pieghevole - Per maggiori informazioni - iscriviti qui

Capitalismo infelice rid 400

di Luigino Bruni

Giunti Slow Food Editore
Firenze, Settembre 2018
Acquista su Giunti Editore
Leggi tutto...

Logo Prophetic economy 290 rid mod

Castelgandolfo (Roma), 2-4 Novembre 2018 - maggiori info
Prophetic Economy in practice - Award 2018 - download info e form

Edc aderisce a Slotmob!

Logo Slotmob rid mod

Tutte le info alla pagina dedicata

vedi i nuovi eventi sul FB Slotmob

facebook nsl Slotmob a Faenza 16/06/2018

facebook nsl Slotmob a Aprilia 16/06/2018

facebook nsl Slotmob a Albano Laziale 09/06/2018

facebook nsl Slotmob a Chieti 04/06/2018

facebook nsl Slotmob a Messina 23/05/2018

facebook nslSlotmob a Benevento 20/05/2018

facebook nslSlotmob a Anzio 19/05/2018

facebook nslSlotmob a Fabriano 19/05/2018

facebook nslSlotmob a Sassoferraio 12/15/2018

Rapporto Edc 2016

Cover Edc44 mod

Scarica il rapporto
Vai alla versione online

Elogio dell'auto-sovversione

Elogio Auto sovversione rid 250di Luigino Bruni

Città Nuova, Roma, 2017
Collana "I Prismi - I Semi"
Acquista su Città nuova  Leggi tutto...
Ascolta Intervista a Radio24:

Una casa senza idoli

Una casa senza idoli riddi Luigino Bruni

Dehoniane,
Collana Lapislazzuli
Bologna, Settembre 2017
acquista su Dehoniane 
Leggi tutto...

Una rilettura del libro di Isaia

Dialoghi della notte rid 250di Luigino Bruni

new tab icon 32291Dehoniane,
Collana Lapislazzuli
Bologna, Maggio 2018
acquista su Dehoniane 
Leggi tutto...

III Summer School SEC

Logo SS Sec 2016 rid modSec promuove la sua 3a Summer School a
Torre Annunziata (NA), dal 12 al 15 luglio 2017
Vedi programma
Leggi tutto...
Scarica la scheda di iscrizione

Una rilettura del libro di Giobbe

La sventura di un uomo giusto rid 250di Luigino Bruni

Dehoniane,
Collana Lapislazzuli
Bologna, Novembre 2016
acquista su Dehoniane 
Leggi tutto...

Nuova edizione de: "La Ferita dell'altro"

La ferita dellaltro new edition rid 250di Luigino Bruni, Il Margine, 2017

Economia e relazioni umane

COLLANA Orizzonti

Acquista su Il Margine  
Leggi tutto...

La foresta e l'albero

La foresta e lalbero riddi Luigino Bruni

Vita e Pensiero,
collana Punti
Milano, Aprile 2016
vedi su Vita e Pensiero
Leggi tutto...

Premio Res Magnae 2016

Ascolta Intervista a Fahrenheit

La distruzione creatrice

La distruzione creatrice riddi Luigino Bruni

Città Nuova, Roma, 2015
Collana "I Prismi - I Semi"

Vedi su Città nuova   Leggi tutto...

Scuola di Economia civile

Logo SEC ridVai al sito per conoscere l'offerta formativa. Vai alla pagina dedicata.

Più grandi della colpa

Logo Samuele rid modLa serie di commenti di Luigino Bruni sul libro di Samuele, usciti su Avvenire

new badge xxl  Cristiani, cioè uomini e fratelli

Vai alla serie completa

Scritti ed altro di: Luigino Bruni

Seguici su:

facebook twitter vimeo icon youtubeicon flickr

Proposte SEC 2017/18

Logo SEC rid Corsi di Alta Formazione in Economia Civile

Sono aperte le iscrizioni a:

  • Corso di alta formazione in Economia Civile, impresa responsabile e finanza sostenibile - Modalità di iscrizione sul  sito SEC

EoC-IIN

Logo Eoc iin 01 rid rid

International Incubating Network


vai alla piattaforma Eoc-IIN
vai alla pagina dedicata

Video Convention Edc Italia 2017

Il valore dei valori

La governance nell'impresa socialmente orientata

Il valore dei valoridi Giuseppe Argiolas, dall'Editrice Città Nuova per la collana: "Idee - Sezione Economia"
Leggi tutto...

Ascolta presentazione su Prima Radio:

L’economia del dare

Chiara_Lubich_1Chiara Lubich

«A differenza dell' economia consumista,
basata su una cultura dell'avere,
l'economia di comunione è
l'economia del dare...

Leggi tutto...

Aderisci a EdC

EoC Companies crop banner rid modRegistrando la tua azienda sul sito dedicato: edc-info.org

Scopri di più...

Chi è l’imprenditore Edc?

Logo Summer School ITA 2012 rid mod

Ascolta la lezione di Luigino Bruni
Loppiano, 30 giugno 2012

Binari_rid_modLe Linee per condurre una impresa Edc

L’Economia di Comunione propone alle organizzazioni produttive che fanno propri il suo messaggio e la sua cultura, le seguenti “Linee per condurre un’impresa”, scritte alla luce della vita e della riflessione di migliaia di imprenditori e lavoratori....
Leggi tutto... 

La Carta d'Identità di Edc

logo_edc_benvL’Economia di Comunione (EdC) è un movimento che coinvolge imprenditori, imprese, associazioni, istituzioni economiche, ma anche lavoratori, dirigenti, consumatori, risparmiatori, studiosi, operatori economici, poveri, cittadini, famiglie. Leggi tutto...

Le strisce di Formy!

Ecco_Formy_rid_mod

Conosci la mascotte del sito Edc?
Leggi tutto...

 

Il dado per le aziende!

Logo cube IT 150La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Costruiscilo! Leggilo! Vivilo! Condividilo! Fanne esperienza!

Il dado per le aziende oggi anche in italiano! Scarica la APP per Android!

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.