• Economia di Comunione
    Persone e imprese che attivano processi di comunione.
    Idee e pratiche per un agire economico improntato alla reciprocità e all’accoglienza.
    Un ambito di dialogo e di azione per chiunque voglia impegnarsi per una civiltà più fraterna guardando il mondo a partire dagli esclusi e dalle vittime
    scopri di più...
  • The Economy of Francesco
    Sono aperte le candidature per partecipare all’evento di Assisi 2020!scopri di più...
  • LoppianoLab 2019
    “Custodire, valorizzare, innovare. Tempo scaduto?” è il titolo della 10a edizione di LoppianoLab che si terrà il 4 e 5 ottobre 2019 a Loppiano.scopri di più...
  • Collaborare con i Carismi
    Elementi per una relazione profetica. Al Polo Lionello Bonfanti un corso al Polo rivolto a cooperatori e professionistiscopri di più...
  • La cooperazione come opportunità
    Al Polo Lionello Bonfanti, un corso al Polo rivolto a religiosi e religiosescopri di più...

Economia di Comunione

Persone e imprese che attivano processi di comunione.

Idee e pratiche per un agire economico improntato alla reciprocità e all’accoglienza.

Un ambito di dialogo e di azione per chiunque voglia impegnarsi per una civiltà più fraterna guardando il mondo a partire dagli esclusi e dalle vittime.

Lo stile di un’azienda EdC

Quali strumenti sono necessari per creare in un’impresa il giusto stile di vita?

di Giuseppe Argiolas

da  "Economia di Comunione - una cultura nuova" n.41 - Inserto redazionale allegato a Città Nuova n.13/14 - 2015 - luglio 2015

Il fatto che l’impresa sia costituita da persone e inserita in un particolare contesto le N41 Pag 13 Giuseppe Argiolas Autore ridimprime una caratteristica fondamentale: l’unicità. Così ogni impresa di comunione è per l’Economia di Comunione come un figlio, una figlia, un fratello, una sorella. Per quanto i figli e i fratelli possano assomigliare ai genitori o possano assomigliarsi tra loro, non sono mai esattamente uguali, neanche se gemelli. Allora, quando ci accostiamo a un’impresa, qualunque impresa, e a maggior ragione a un’impresa di comunione, dovremmo farlo con la stessa cura, rispetto, stupore, oserei dire la stessa sacralità con cui ci si accosta ad una “rarità”.

La più rilevante innovazione che, a mio avviso, accomuna le imprese EdC risiede proprio nel coniugare due parole apparentemente antitetiche: economia e comunione. La prima richiama l’impresa a svolgere le proprie attività in un’ottica di economicità, cioè dando soluzione ai problemi dei clienti traendone un profitto soddisfacente; la seconda implica impostare su dialogo, fiducia e reciprocità ogni relazione che essa intesse al suo interno e all’esterno.

Se l’economia evidenzia l’importanza di “far quadrare i conti”, la comunione ricorda che non tutti i modi sono uguali per farlo, sottolinea quindi la centralità che occorre dare alla qualità delle relazioni.  

Bisogna dunque dotarsi di strumenti necessari a fare in modo che la comunione diventi stile di vita dell’impresa. Gli strumenti, che propongo nel libro Il valore dei valori. La governance nell’impresa socialmente orientata (Città Nuova), sono cinque: il Patto sulla N41 Pag 13 Koen Lieve ridmissione dell’impresa; la condivisione di sé; la condivisione di conoscenze ed esperienze; il colloquio periodico; la verifica.

Le imprese di comunione, quindi, informano di essa anche le strutture e i processi aziendali, valorizzando la diversità, assicurando l’espressione della libertà e orientando ogni azione al bene comune; interrogandosi con creatività per individuare le opportunità di miglioramento e sviluppo (dell’economia e della comunione) non solo dell’impresa stessa, ma anche del contesto esterno a livello locale e internazionale di cui si sente parte.

Queste imprese si dimostrano così sensibili nel percepire e far propria la ricerca di senso dei diversi interlocutori interni ed esterni; responsabili nella coerenza tra ciò che percepiscono, quanto dichiarano di fare e quanto fanno effettivamente nella quotidianità; generative nella capacità di creare e ricreare spazi di condivisione in cui ciascuno possa offrire il proprio contributo alla costruzione, al rafforzamento e al miglioramento qualitativo delle relazioni sociali.

Marzo 2020, Assisi
"The Economy of Francesco"

 i giovani, un patto, il futuro

i giovani,un patto,il futuro

Seguici su:

Rapporto Edc 2017

Rapporto Edc 2017

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Il dado per le aziende!

Il dado per le aziende!

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Scarica la APP per Android!

21-09-2019

Occorre più creatività, e occorre un pensiero non ideologico che non porti a guardare i datori di...

03-09-2019

Un piano di azione possibile per un esecutivo deciso ad incidere e fare scelte ineluttabili per il...

03-09-2019

Un prudente equilibrio di bilancio è un dato di realtà per un Paese sovra-indebitato come...

16-09-2019

I Commenti de "Il Sole 24 Ore" - Mind the Economy, la serie di articoli di Vittorio Pelligra sul...

07-09-2019

Opinioni,  Dopo il Sinodo/10 - Temi cristiani condivisi per secoli sembrano diventati di colpo...

COME FARE PARTE

Image
Opla
AMU
Eoc
aipec

Seguici su:

Corsi di Economia Biblica 2019

scuola biblica box

14-15 settembre 2019
(Libro di Qoélet)
vedi volantino - Per maggiori informazioni - iscriviti qui

Rapporto Edc 2017

Rapporto Edc 2017

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Chi è online

Abbiamo 518 visitatori e un utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.